LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

San Giorgio, soldi a rischio per l'esposto sulla statua
20 luglio 2017 IL MESSAGGERO VENETO

A volte la verit pu stare in due fotografie: quella dei sorrisi ai piedi di una statua calata da un campanile e quella delle condizioni del ferro, pressoch completamente corroso, all'interno dell'effigie di un santo.Ecco, quel 10 maggio 2016, di fronte a una folla di attenti pordenonesi, avevano prevalso i sorrisi, al termine delle operazioni di rimozione del San Giorgio dalla cima del campanile.Ma le cose cambiano, eccome se cambiano. Un anno e due mesi dopo i sorrisi sono spariti. Siamo alle carte bollate e alle banconote a rischio estinzione.Perch un esposto della Soprintendenza archeologica di Udine ha chiamato in causa la procura della Repubblica, sul presupposto che il taglio dei piedi della statua possa averne alterato l'assetto scultoreo e strutturale.Alla luce di questo atto ci sono state due conseguenze: l'apertura di un fascicolo d'indagine contro ignoti da parte del pm Pier Umberto Vallerin, che ha anche affidato una perizia per capire se e quanto possa essere stata deturpata l'opera, e una inviata dalla Soprintendenza alla parrocchia San Giorgio in cui il parroco, don Roberto Laurita, stato invitato a non procedere coi lavori, stante la vertenza giudiziaria in corso. Tutto fermo, quindi, e addio ai contributi garantiti da Comune, Regione e Fondazione Crup per lavori che si sarebbero dovuti concludere entro ottobre. Ora la Regione dovr rifinanziare l'intervento e cos anche la Fondazione, con una grande incertezza sul futuro del restauro.Quanto al merito della contesa, la Soprintendenza ritiene che in assenza dei presupposti autorizzativi e senza il possesso delle competenze tecniche necessarie il taglio dei piedi della statua avrebbe compromesso le condizioni di stabilit statica e integrit materiale del San Giorgio.Di contro l'avvocato Alberto Cassini, a cui si rivolta la parrocchia San Giorgio, sostiene che l'incisione all'altezza delle caviglie stata effettuata in corrispondenza di una saldatura non ottimale e che, senza tale passaggio, non si sarebbe potuto procedere in sicurezza. Il piede del San Giorgio oscillava, all'interno la statua era corrosa e sarebbe bastato un nubifragio per rischiare la caduta di materiali. Cassini ha evidenziato come a Udine fossero stati avvertiti e anche invitati a presenziare all'intervento. Grazie e buon lavoro rispose con un messaggino un architetto della Soprintendenza. Il resto storia di questi giorni.



news

08-12-2017
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 08 DICEMBRE 2017

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

06-08-2017
L'appello al Presidente Mattarella: i beni culturali non sono commerciali. Come aderire

04-08-2017
Istat: mappa rischi naturali in Italia

03-08-2017
APPELLO - COSA SI NASCONDE NELLA LEGGE ANNUALE PER IL MERCATO E LA CONCORRENZA

31-07-2017
Su eddyburg intervento di Maria Pia Guermandi sulle sentenze del Consiglio di Stato e su Bagnoli- Stadio di Roma

31-07-2017
Comunicato EC Il Colosseo senza tutela: sulle recenti sentenze del Consiglio di Stato

30-07-2017
Dal blog di Giuliano Volpe: alcuni interventi recenti

27-07-2017
MiBACT, presto protocollo di collaborazione con le citt darte per gestione flussi turistici

26-07-2017
Franceschini in audizione alla Commissione Cultura del Senato

Archivio news