LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Trovata la tomba del "principe" di Pompei
Antonio Ferrara
26 luglio 2017 la repubblica


Era il manager degli spettacoli dei gladiatori a Pompei, uno degli uomini pi in vista della citt romana. Si chiamava Gneo Alleo Nigidio Maio, era considerato il "principe" della colonia, fu lui che, in occasione della dedica di un grande edificio termale, offr ai suoi concittadini un grandioso spettacolo nell'anfiteatro, coperto per l'occasione da un grosso telone, il velario, con caccia di fiere, giochi atletici e spargimento di profumi.

Ora la sua tomba stata scoperta fuori Porta Stabia, nel corso dei lavori per la ristrutturazione dell'edificio di San Paolino: manca la certezza matematica, perch l'iscrizione funeraria in marmo di 4 metri, la pi lunga epigrafe finora ritrovata a Pompei con ben sette registri narrativi, pur non recando il nome del defunto, ne riporta in maniera dettagliata le tappe fondamentali della vita (acquisizione della toga virile, nozze) e la descrizione delle attivit munifiche che egli svolse offrendo banchetti pubblici, donando soldi, organizzando giochi gladiatori e combattimenti con belve feroci. Un puzzle che si ricompone dopo 150 anni, proprio perch nel costruire l'edificio di San Paolino, a met dell'Ottocento, i Borbone si imbatterono nella serie di tombe che sorgeva fuori Porta Stabia, una delle sette che si aprivano nella cinta muraria. E "decapitarono" una di queste, portando via per uno splendida decorazione su lastre di marmo nella quale sono raffigurate scene di combattimento tra gladiatori.

Un reperto conservato nei depositi del Museo archeologico nazionale di Napoli, spesso esposto in mostre, nel quale su tre fasce sono raffigurate scene di processioni, gladiatori che combattono tra loro o che si scontrano con tori, cinghiali, scontri tra animali, le venationes, tra gli spettacoli pi amati dal pubblico. E che si ricollega alla lunga lapide che il direttore della Soprintendenza Pompei, Massimo Osanna, illustra questa mattina.

Nell'anfiteatro di Pompei, datato al 70 avanti Cristo, il pi antico tra quelli interamente conservati, potevano trovare posto 20mila spettatori. I cittadini entravano gratuitamente esibendo una tessera, i potenti e i politici locali offrivano periodicamente gli spettacoli. E Alleo Nigidio fu certamente uno dei pompeiani pi in vista: "Evviva Maio, principe della colonia" si leggeva su un'iscrizione dipinta letta nell'Ottocento.

La scoperta del monumento funerario resa ancora pi significativa del ritrovamento a Porta Stabia delle tracce ben leggibili del passaggio di una carovana al di sopra dello strato di oltre due metri di lapillo che copriva questa porzione della citt antica, da porsi in relazione con il rinvenimento avvenuto precedentemente e poco lontano, di alcuni scheletri a una quota pi alta rispetto ai piani di frequentazione romani. Un gruppo di fuggiaschi che nella mattinata del 25 agosto del 79 dopo Cristo cerc di lasciare la citt e di raggiungere Stabiae.

La conferma che la citt sepolta continuano a riservare sorprese. Per questo il direttore Osanna ha avviato un nuovo programma di scavi, coinvolgendo universit e istituti di ricerca da tutto il mondo. Obiettivo: ampliare la conoscenza di Pompei. I lavori di adeguamento delle case demaniali di San Paolino sono costati 1,5 milioni di euro e rientrano nel cantiere numero 39 del Grande progetto Pompei da 105 milioni di euro. E per portare avanti gli scavi che a sorpresa hanno gettato luce su un pezzo di storia della citt, Osanna ha impiegato 200mila euro di fondi ordinari della Soprintendenza.




news

24-02-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 24 febbraio 2018

20-02-2018
Documento del Coordinamento delle Società Storiche a proposito della libera riproduzione in archivi e biblioteche

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

09-02-2018
Lettera di API (Archeologi Pubblico Impiego) MiBACT al Ministro sulla Scuola del Patrimonio

23-01-2018
Museo Egizio, solidarietà dal Consiglio Superiore dei beni culturali

19-01-2018
La Dea di Morgantina in tournée? Una lettera dell'archeologo Malcolm Bell con una nota di Pier Giovanni Guzzo

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

Archivio news