LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

FIRENZE - Dentro il regno di Zeffirelli
DONATELLA RIGHINI
AVVENIRE - 01 agosto 2017

Firenze Ha inaugurato ieri con un concerto di Bocelli il Centro internazionale delle arti dello spettacolo In un'accademia e in un museo l'eredit del regista

Una standing ovation che Zeffirelli ha seguito in streaming (perch il medico lo ha sconsigliato di muoversi per essere fisicamente) ha dato inizio al gala di presentazione del Centro delle Arti e dello Spettacolo "Franco Zeffirelli", che stato inaugurato ieri a Firenze da Gianni Letta, presidente onorario del Centro, il quale ha letto il discorso di ringraziamento e augurio del presidente Mattarella. Tutte le carte, gli appunti e i bozzetti che riguardano il mio lavoro fanno parte del mio archivio che ho scelto di destinare a Firenze, creando una Fondazione perch la mia citt, depositaria di valori artistici e culturali impagabili e ineguagliati, possa disporre di un patrimonio delle arti dello spettacolo. Una testimonianza rivolta soprattutto alle nuove generazioni, non come mia esaltazione ma come summa di una metodologia di lavoro. Un modo, dice Zeffirelli, di saldare un debito di riconoscenza con Firenze, che una macchina di civilt, di cultura, di tradizione e di conoscenza che Dio ha regalato al mondo. Ecco spiegato che cos' il Centro, che sar insieme espositivo, formativo e documentario (Zeffirelli ha deciso infatti di donare l'archivio di tutta la sua carriera, dalla biblioteca ai bozzetti dei suoi spettacoli, ai suoi film). Aprir al pubblico il prossimo settembre, ma stato inaugurato ufficialmente ieri alla presenza di esponenti dei mondi che Zeffirelli ha incrociato nella sua lunga vita teatro, cinema, opera lirica e musica, ma anche politica e cultura: tra gli altri Cecilia Gasdia, Vittorio Grigolo, Massimo Ranieri, Riccardo Cocciante, Carla Fracci, Robert Powell (il Ges di Zeffirelli), ma anche monsignor Giuliani in rappresentanza del arcivescovo Betori. Il Centro un progetto reso possibile, oltre al mecenatismo della Fondazione Zeffirelli, grazie al Comune di Firenze, proprietario dell'ex tribunale - situato nel seicentesco complesso di San Firenze, antica sede degli Oratoriani -, che ha deliberato la concessione di un canone d'affitto agevolat. Il figlio adottivo di Zeffirelli, Pippo, racconta che inizialmente non riuscivano a trovare a Firenze gli spazi giusti e c' stata una breve parentesi in cui si era pensato di fare questo centro a Roma. Si trovato quindi lo spazio straordinario dell'ex tribunale. E grazie al sindaco di Firenze e all'intervento del ministro Franceschini siamo riusciti a ottenere due piani di questo palazzo: circa 3.200 metri quadri di spazi. Al primo piano abbiamo organizzato tutto il materiale, con un grande museo, che mostrer il lavoro di Zefirelli ma sar aperto anche a esposizioni temporanee di altri scenografi e registi. Al piano terreno ci sar una vera e propria scuola per le Arti dello Spettacolo con corsi di scenografia, costumi, regia, recitazione per cantanti d'opera. Il museo racconta il percorso creativo del regista: Vi colpiranno - ha proseguito Pippo Zeffirelli - l'estrema suggestivit degli allestimenti, che riordinano e danno conto di quasi 70 anni di carriera; l'immenso patrimonio costituito dai suoi bozzetti, vere e proprie opere d'arte che immortalano le sue idee prima della realizzazione di film o di messinscene teatrali e operistiche; oppure i costumi esposti, immaginati da lui perfino nei sontuosi ricami; i quasi 10 mila libri consultati per realizzare i suoi lavori; un archivio di documenti sterminato. Negli uffici, nelle aule e nella biblioteca abbiamo trovato il modo di riutilizzare gli arredi in legno del Tribunale. Il percorso culmina nella Sala dell'Inferno, ove si proietta un cortometraggio realizzato animando con tecniche digitali i bozzetti e i disegni creati da Zefrelli per dare forma alla sua visione della prima cantica Divina Commedia dantesca (e di cui aveva parlato a Pierachille Dolfini nell'intervista rilasciata su "Avvenire' del 4 gennaio 2017). Nato come progetto cinematografico negli anni '70 e mai giunto a compimento, di Inferno sono sopravvissute le 38 tavole disegnate da Zeffirelli stesso raffiguranti l'addentrarsi del Sommo Poeta (che nelle sue intenzioni avrebbe dovuto avere il volto di Dustin Hoffman) nella selva oscura, l'incontro con Virgilio, il viaggio attraverso i gironi fino all'uscita con a riveder le stelle. Il progetto non venne mai realizzato perch mancarono alleanze per sostenere uno sforzo produttivo importante. Al piano terra, oltre all'oratorio barocco che costituisce l'auditorium, ci sono le sale didattiche, la Biblioteca e l'Archivio nonch gli spazi di accoglienza e di ristoro. Siamo entusiasti e onorati di inaugurare il Centro - afferma il sindaco di Firenze Dario Nardella - che raccoglier la grande eredit professionale del maestro Franco Zeffirelli, un centro dedicato all'immane mole di materiale raccolto nei decenni di successi. Da oggi l'ex tribunale di San Firenze non sar pi un bellissimo contenitore vuoto nel centro ma diventer un punto di riferimento per tutti quei giovani che vogliono intraprendere la strada dello spettacolo e sar un vero e proprio gioiello culturale nel cuore della citt.



news

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

20-10-2017
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 20 OTTOBRE 2017

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

06-08-2017
L'appello al Presidente Mattarella: i beni culturali non sono commerciali. Come aderire

04-08-2017
Istat: mappa rischi naturali in Italia

03-08-2017
APPELLO - COSA SI NASCONDE NELLA LEGGE ANNUALE PER IL MERCATO E LA CONCORRENZA

31-07-2017
Su eddyburg intervento di Maria Pia Guermandi sulle sentenze del Consiglio di Stato e su Bagnoli- Stadio di Roma

31-07-2017
Comunicato EC Il Colosseo senza tutela: sulle recenti sentenze del Consiglio di Stato

30-07-2017
Dal blog di Giuliano Volpe: alcuni interventi recenti

27-07-2017
MiBACT, presto protocollo di collaborazione con le citt darte per gestione flussi turistici

26-07-2017
Franceschini in audizione alla Commissione Cultura del Senato

25-07-2017
Franceschini domani in audizione alla Commissione Cultura del Senato

25-07-2017
Franceschini: Musei italiani verso il record di 50 milioni di ingressi

25-07-2017
COLOSSEO, oggi conferenza stampa di Franceschini

20-07-2017
Questa legge contro i parchi e le aree protette, fermatela: appello di Italia Nostra alla Commissione Ambiente del Senato

18-07-2017
CAMERA DEI DEPUTATI - COMMISSIONE PERIFERIE - Audizione esperti (Bovini e Settis)

15-07-2017
Ricordo di Giovanni Pieraccini, di Vittorio Emiliani

12-07-2017
Comunicato di API-MIBACT sui Responsbili d'Area nelle Soprintendenze Archeologia, Belle Arti, Paesaggio

11-07-2017
Rassegna Stampa di TERRITORIALMENTE sul patrimonio territoriale della Toscana

10-07-2017
Il tradimento della Regione Toscana nella politica sui fiumi

06-07-2017
Per aderire all'appello sul Parco delle Alpi Apuane

Archivio news