LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

CIVIDALE - Villa Cernazai, tutto da rifare: dopo 19 anni si torna in Appello
di Alessandra Ceschia
31 luglio 2017 IL MESSAGGERO VENETO


I giudici della Cassazione hanno rinviato alla Corte di Trieste la decisione sulla propriet. Il Comitato: una vicenda assurda, intanto la dimora storica risalente a tre secoli fa cade a pezzi

CIVIDALE. A quasi un ventennio dallavvio della battaglia legale fra gli eredi Pontoni e il Comune di Cividale, il destino di villa Cernazai Pontoni, decimata dallincuria e dai crolli, torna nelle mani dei giudici della Corte dAppello di Trieste. La decisione giunge dalla Corte suprema di Cassazione che ha nuovamente rinviato ad altra sezione della Corte dAppello di Trieste la vertenza.

La notizia, a due anni dal crollo di buona parte del maestoso tetto della villa testimone di tre secoli di storia stata accolta con comprensibile delusione e ha affievolito le gi ridotte speranze nutrite dal Comitato spontaneo che confidava in una decisione definitiva. Due decenni di incertezza hanno determinato una vera e propria paralisi da parte degli enti che avrebbero potuto intervenire per sottrarre limmobile al degrado e impedirne i crolli.

Allorigine della battaglia legale avviata da Antonio e Anita Elodia Orgnani assieme ad Azzurra Giacomello, eredi di Ines Pontoni il lascito di questultima, deceduta il 28 settembre del 1967, con il quale destinava la dimora storica e i terreni di Ipplis alla Casa di riposo di Cividale, con il vincolo a un divieto perpetuo di alienazione, alla condizione che tale immobile fosse adibito a casa di riposo per signori decaduti e per poveri. Il 23 marzo 1998 gli eredi citarono in giudizio il Comune di Cividale, chiedendo la risoluzione dellattribuzione patrimoniale testamentaria per inadempimento e la conseguente retrocessione del bene in loro favore.

Nel 2003 il tribunale di Udine, chiamato a pronunciarsi, respinse listanza. Otto mesi pi tardi fu la Corte dAppello di Trieste a pronunciarsi, accogliendo le istanze degli eredi. Ma, dopo limpugnazione da parte del Comune di Cividale, la sentenza fu annullata. N serv tornare in Appello, dove il ricorso fu rigettato. Da l il passaggio in Cassazione. E ora si ricomincia da capo.

La vita ci mostra con chiarezza che linerzia non mai stata una buona scelta esordisce Cristina Moschioni, promotrice del Comitato, tradendo una profonda amarezza . Ci vorr qualche anno prima che il processo venga ripreso e nulla impedisce un successivo ricorso in Cassazione. una storia difficile da capire e definire: assurda, irreale ammette . Ciascuno di noi ha capacit di giudizio al riguardo.

Ma per Villa Cernazai, come cittadini, possiamo appellarci alle grandi opportunit che offre la vita reale, senza accanirci nella ricerca di una sicurezza processuale. Possiamo, per esempio, frequentare il bellissimo arboreto di grandi platani che si trova al di fuori della zona transennata, invitare le amministrazioni comunali
di Premariacco e Cividale a rendere agevole un uso pubblico temporaneo del luogo, che nulla toglie ad alcuno. Possiamo, infine, chiedere alla Regione e al Ministero dei Beni Culturali di mettere in sicurezza quanto rimane della villa.



news

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

20-10-2017
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 20 OTTOBRE 2017

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

06-08-2017
L'appello al Presidente Mattarella: i beni culturali non sono commerciali. Come aderire

04-08-2017
Istat: mappa rischi naturali in Italia

03-08-2017
APPELLO - COSA SI NASCONDE NELLA LEGGE ANNUALE PER IL MERCATO E LA CONCORRENZA

31-07-2017
Su eddyburg intervento di Maria Pia Guermandi sulle sentenze del Consiglio di Stato e su Bagnoli- Stadio di Roma

31-07-2017
Comunicato EC Il Colosseo senza tutela: sulle recenti sentenze del Consiglio di Stato

30-07-2017
Dal blog di Giuliano Volpe: alcuni interventi recenti

27-07-2017
MiBACT, presto protocollo di collaborazione con le citt darte per gestione flussi turistici

26-07-2017
Franceschini in audizione alla Commissione Cultura del Senato

25-07-2017
Franceschini domani in audizione alla Commissione Cultura del Senato

25-07-2017
Franceschini: Musei italiani verso il record di 50 milioni di ingressi

25-07-2017
COLOSSEO, oggi conferenza stampa di Franceschini

20-07-2017
Questa legge contro i parchi e le aree protette, fermatela: appello di Italia Nostra alla Commissione Ambiente del Senato

18-07-2017
CAMERA DEI DEPUTATI - COMMISSIONE PERIFERIE - Audizione esperti (Bovini e Settis)

15-07-2017
Ricordo di Giovanni Pieraccini, di Vittorio Emiliani

12-07-2017
Comunicato di API-MIBACT sui Responsbili d'Area nelle Soprintendenze Archeologia, Belle Arti, Paesaggio

11-07-2017
Rassegna Stampa di TERRITORIALMENTE sul patrimonio territoriale della Toscana

10-07-2017
Il tradimento della Regione Toscana nella politica sui fiumi

06-07-2017
Per aderire all'appello sul Parco delle Alpi Apuane

Archivio news