LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

LIGURIA - Red carpet, stop dal ministero
MICHELA BOMPANI
La REPUBBLICA, edizione Genova - 2 agosto 2017

La Soprintendenza ordina di rimuoverlo dai siti di pregio a Portovenere, Cervo e Dolceacqua.

Toti: "Colpa dei comuni". In dieci paesi l'iniziativa finanziata con i fondi per i borghi storici.
Il Ministero dei Beni culturali boccia il Red Carpet del presidente della Regione, Giovanni Toti. Mentre scoppia un nuovo caso sul "finanziamento" del tappeto rosso: la Regione paga la posa di altri dieci tappeti con i fondi ministeriali destinati ai Borghi storici della Liguria, cos denunciano la capogruppo Pd in Regione, Raffaella Paita e il consigliere Giovanni Lunardon. Il sovrintendente unico della Liguria, Vincenzo Tine, ha chiarito ieri al governatore che il tappeto rosso debba essere immediatamente rimosso dalle parti monumentali su cui stato steso: a Portovenere, Dolceacqua, Cervo. Segue la vicenda, anche Caterina Bon Valsassina, direttrice al Mibact. E a pagare i danni fatti dalla posa del tappeto, per primo, sar proprio il Comune di Genova, che dovr ripristinare la passeggiata di Nervi, danneggiata dai chiodi utilizzati. E il presidente Toti fa lo scaricabarile: La Regione ha dato un'idea, erano i Comuni a dover chiedere il permesso alla soprintendenza.

Via il Red Carpet dai monumenti della Liguria: stop del Ministero per i Beni culturali al tappeto rosso che il presidente della Liguria Giovanni Toti ha srotolato con troppa disinvoltura nei vari Comuni. E le spese di ripristino, per eventuali danni, saranno a carico dei Comuni, che avrebbero dovuto chiedere l'autorizzazione alla soprintendenza. E, quasi per contrappasso, il primo a dover aprire le casse pubbliche sar proprio il Comune di Genova, guidato dal sindaco Marco Bucci (candidato di Toti ) che per ripristinare la passeggiata di Nervi, dove la mattonata stata lesionata dai chiodi per fissare il tappeto, dovr pagarne il restauro. Dal vertice molto cordiale e disteso, ieri, tra il presidente della Regione e il direttore della soprintendenza in Liguria, Vincenzo Tin uscita la decisione, richiesta direttamente dal direttore generale per l'Archeologia, le Arti e il Paesaggio del Ministero per i Beni culturali, Mibact, Caterina Bon Valsassina: il Red Carpet pu correre per la Liguria, ma non "salire" sui monumenti, cos ha chiarito al presidente della Regione Toti, il soprintendente Tin. E adesso dovr essere rimosso dalla scalinata di accesso alla chiesa di Portovenere, al castello di Dolceacqua e alla chiesa di Cervo.Questi tre sono soltanto alcuni dei casi segnalati e che abbiamo gi accertato, vedremo se ci saranno altri casi, spiega Vincenzo Tin, che proprio nei giorni scorsi ha compiuto personalmente un sopralluogo a Dolceacqua, concordando con il sindaco la decisione di rimuovere il tappeto dalla parte monumentale del Castello, lasciando invece correre la passiera sulla strada, dove non pu inficiare la conservazione del monumento. E alcuni problemi durante la "posa" del tappeto, che la soprintendenza sta verificando, si sarebbero verificati anche a Toirano. Il presidente Toti ha chiarito che quello dato dalla Regione stato un impulso per una iniziativa che molti Comuni hanno condiviso, ma durante l'incontro avrebbe sottolineato come l'istituzione regionale non sia responsabile dell'effettiva messa in opera dei vari Red Carpet, gestita direttamente dai Comuni, che per non hanno chiesto alcuna autorizzazione: Non spettava alla Regione informare la soprintendenza, prima della messa in posa dei tappeti, ma ai Comuni. La vicenda del Red Carpet della Liguria diventata un caso nazionale, tanto che la stessa direttrice generale del Mibact Caterina Bon Valsassina ha seguito direttamente la questione, perch potrebbe creare un precedente a livello nazionale, che se non regolamentato potrebbe mettere a rischio il patrimonio storico-artistico e paesaggistico dell'intero Paese. E infatti la soprintendenza della Liguria ha inviato ieri, a tutti i Comuni interessati al Red Carpet, una nota procedurale: Abbiamo ricordato ai Comuni le procedure e gli eventuali permessi da chiedere alla soprintendenza - indica Tin - e le regole di applicazione, con nastro biadesivo, dei tappeti, oltre alla manutenzione.



news

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

08-12-2017
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 08 DICEMBRE 2017

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

06-08-2017
L'appello al Presidente Mattarella: i beni culturali non sono commerciali. Come aderire

04-08-2017
Istat: mappa rischi naturali in Italia

03-08-2017
APPELLO - COSA SI NASCONDE NELLA LEGGE ANNUALE PER IL MERCATO E LA CONCORRENZA

31-07-2017
Su eddyburg intervento di Maria Pia Guermandi sulle sentenze del Consiglio di Stato e su Bagnoli- Stadio di Roma

31-07-2017
Comunicato EC Il Colosseo senza tutela: sulle recenti sentenze del Consiglio di Stato

30-07-2017
Dal blog di Giuliano Volpe: alcuni interventi recenti

27-07-2017
MiBACT, presto protocollo di collaborazione con le citt darte per gestione flussi turistici

Archivio news