LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

PISA - Dagli scavi sbuca l'ufficio gabelle
di Sharon Braithwaite
29 luglio 2017 IL TIRRENO


PISA I viaggi nel tempo non sono fantascienza. Gli scavi alle terme di Nerone hanno fatto emergere i rilievi della citt di sei secoli fa: resti di epoca romana demoliti intorno al 1400, un forno per attivit artigianali, la strada di ingresso in citt con il suo marciapiede in mattoni.

stata una bellissima esperienza e di collaborazione tra istituzioni. Abbiamo raccolto una quantit impressionante di dati risalenti al 1350 circa e trovato una serie infinita di pavimenti, uno sopra l'altro, che oggi siamo in grado di documentare ma non di interpretare correttamente. Dovremo lavorare sui catasti storici, sugli archivi, sui documenti e le antiche vedute - dice la direttrice scientifica degli scavi Maria Letizia Gualandi - A ridosso dell'antica porta medievale del Parlascio abbiamo scoperto l'ufficio della gabella, del dazio che bisognava pagare per entrare all'interno delle mura.

Ieri si conclusa la prima campagna degli scavi archeologici alle terme di Nerone, condotti dall'Universit di Pisa, grazie al finanziamento del Comune (40.000 euro) e in collaborazione con la Soprintendenza. Un momento importante illustrato nel pomeriggio da Gualandi e dall'assessore Andrea Serfogli, durante il sopralluogo in Largo Parlascio della commissione consiliare per la cultura e di alcune associazioni culturali locali. Gioved 27 gli studiosi hanno scoperto un "bottino", ovvero un pozzo nero, nel quale stato trovato un piccolo salvadanaio e un'ampolla di ceramica per la mescita del vino. Negli altri punti dissotterrati sono state trovate ceramiche di Pisa e Montopoli, usate dagli abitanti dell'epoca come stoviglie. Ritrovato anche un piccolo dado in osso, utilizzato probabilmente dai soldati per intrattenersi tra una mansione e l'altra. Alla met del XIV secolo risalgono i pavimenti emersi a ridosso delle Terme e che saranno coperti durante la pausa estiva, in attesa dei lavori di consolidamento previsti a settembre. Reperti affascinanti che hanno incuriosito i diversi cittadini che ieri hanno partecipato alla visita guidata. Piace molto l'idea del Comune e dell'ateneo di realizzare un parco archeologico, per far riaffiorare dal terreno la Pisa romana, cancellata dalla ingombrante citt medievale. Vicino ai Bagni di Nerone si trova un anfiteatro romano ancora da far emergere. La porta del Parlascio potrebbe diventare la porta di accesso al passato romano della citt, aggiunge Gualandi. L'amministrazione rinnova il suo impegno per un nuovo progetto di scavi per il prossimo anno - dice Serfogli -. Intendiamo creare un'area verde e di valorizzazione, acquisendo i terreni tra via san Zeno e le mura.
Il 27 settembre, nell'auditorium di Palazzo Blu, e il 29 settembre in Largo Parlascio (per la notte dei ricercatori) saranno illustrati saranno illustrati i primi risultati degli scavi archeologici. Il 29 saranno proiettate sulle mura cittadine le immagini dei rilievi.




news

24-02-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 24 febbraio 2018

20-02-2018
Documento del Coordinamento delle Società Storiche a proposito della libera riproduzione in archivi e biblioteche

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

09-02-2018
Lettera di API (Archeologi Pubblico Impiego) MiBACT al Ministro sulla Scuola del Patrimonio

23-01-2018
Museo Egizio, solidarietà dal Consiglio Superiore dei beni culturali

19-01-2018
La Dea di Morgantina in tournée? Una lettera dell'archeologo Malcolm Bell con una nota di Pier Giovanni Guzzo

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

Archivio news