LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

FORMIGINE - Con la strada Ducale riemerse mura del borgo
03 agosto 2017 LA GAZZETTA DI MODENA


Una strada realizzata alla fine del diciottesimo secolo: svelato il mistero del ritrovamento archeologico avvenuto nei giorni scorsi a Formigine, a due passi dal Castello. A dirlo la Soprintendenza, che dopo il sopralluogo di marted ha reso noto le prime valutazioni tecniche.Ricordiamo che nei giorni scorsi era stato effettuato un sondaggio archeologico, in via Trento e Trieste, di fronte a piazza Calcagnini e parallelo al lato occidentale della chiesa della confraternita di San Pietro Martire. L'indagine, realizzata dalla ditta Mauro Librenti Archeologia sotto la direzione scientifica della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio rientrava nell'ambito della procedura di archeologia preventiva attivata per la valutazione delle interferenze sul patrimonio archeologico, nell'ambito dello studio di fattibilit per il primo stralcio della riqualificazione del centro storico di Formigine, avviato dal Comune, che interverr nelle piazze Calcagnini e della Repubblica e su via Trento e Trieste.In particolare, il sondaggio stato effettuato per verificare le informazioni storico-archeologiche risultanti dal documento di verifica preventiva dell'interesse archeologico, redatto lo scorso marzo, nel tratto citato di via Trento e Trieste, laddove l'intervento sui sottoservizi esistenti e di nuova realizzazione richiedeva una attenta verifica della compatibilit delle attivit di scavo con la presenza di evidenza archeologiche sepolte.Il sondaggio ha effettivamente confermato la persistenza di importanti infrastrutture di epoche diversificate - specificano la Soprintendenza e il Comune -. stata infatti messa in luce una lunga porzione della massicciata della Strada Ducale di Toscana, aperta fra 1766 e 1776. La massicciata si presenta molto ben conservata, intaccata lungo il lato orientale dal passaggio di sottoservizi, ed costituita da ciottoli e pietre sbozzate di dimensioni medio-grandi, ben connessi e allettati su uno strato limoso. Seguendo l'andamento delle reti esistenti, stato intercettato anche un tratto delle mura meridionali del borgo fortificato, realizzate in mattoni interi legati da malta molto tenace. Le mura furono realizzate nel corso del Basso Medioevo, probabilmente nel XIV secolo, lambite a Sud dalle fosse che sono risultate colmate prima dell'apertura della Via Ducale. A Nord delle mura, infine, sul lato interno del borgo, venuta in luce parte della pavimentazione ad esse coeva, realizzata in ciottoli e tritume laterizio.Sulla base dei risultati del sondaggio archeologico sar possibile calibrare l'intervento di riqualificazione ai fini di preservare in situ i depositi archeologici presenti nel sottosuolo. (f.t.)




news

12-01-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 12 GENNAIO 2018

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

Archivio news