LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SERAVEZZA - Cava Medicea, pratica ancora aperta
12 agosto 2017 il Tirreno


La procedura amministrativa relativa alla riattivazione di Cava Medicea - Inferiore e Superiore - sul Monte Costa ancora aperta e al vaglio degli uffici comunali. la specifica che giunge con nota stampa dal vicesindaco Valentina Salvatori, che interviene sulla vicenda dopo le considerazioni del Movimento 5 Stelle. L'amministrazione ha ben presente la procedura in corso - spiega Valentina Salvatori, che ha la delega all'urbanistica - ed consapevole della necessit di affrontare e risolvere i problemi di sicurezza del fronte connessi ad un elevato rischio frana sopra il Torrente Vezza, da un lato, e dei problemi altrettanto seri legati all'impatto che l'attivit estrattiva avrebbe sul territorio, dall'altro lato. In particolare - va ricordato - la cava si trova proprio sopra l'Area Medicea, Patrimonio Unesco. Abbiamo dato mandato all'ufficio urbanistica - prosegue Salvatori - di chiedere un approfondimento non solo sotto il profilo paesaggistico ma in generale sugli importanti valori in gioco, con l'intento di stimolare su questo una riflessione e un confronto con Regione e Provincia, che negli anni hanno effettuato diversi sopralluoghi e ben conoscono la situazione. I 5 Stelle avevano fatto presente che proprio in questa fase si rendeva necessario il coinvolgimento della popolazione, e non ad autorizzazioni rilasciate. Il piano di coltivazione prevede, se rilasciata l'autorizzazione, una durata di 16 anni per un totale di oltre 300 mila mc di materiale estratto nelle cave, oltre all'asportazione del ravaneto che incombe sul Mediceo. Il Piano regionale delle attivit estrattive del 1997 riconosce il Monte Costa come area estrattiva. In sede di elaborazione del nuovo Prae, tra 2003 e 2007, il Comune condivise con la Regione la scelta di escludere il Monte Costa dalle aree estrattive, ma la previsione non ebbe attuazione - ricorda Salvatori - a causa della mancata pianificazione da parte della Provincia. Solo di recente, per, l'area rientrata nel perimetro di area contigua del Parco. Secondo gli uffici comunali questo fatto, unitamente all'entrata in vigore del nuovo Piano per il Parco, comporta l'obbligo di acquisire l'autorizzazione paesaggistica, prima non prevista. Tale autorizzazione dovrebbe andare a ampliare il contenuto istruttorio della procedura in corso. (t.b.g.)




news

22-04-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 22 aprile 2018

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

16-03-2018
Podcast episode 23: The death of Venice?

14-03-2018
SETTIS ed EMILIANI: Le ruspe su alcuni villini di Roma

20-02-2018
Documento del Coordinamento delle Società Storiche a proposito della libera riproduzione in archivi e biblioteche

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

09-02-2018
Lettera di API (Archeologi Pubblico Impiego) MiBACT al Ministro sulla Scuola del Patrimonio

23-01-2018
Museo Egizio, solidarietà dal Consiglio Superiore dei beni culturali

19-01-2018
La Dea di Morgantina in tournée? Una lettera dell'archeologo Malcolm Bell con una nota di Pier Giovanni Guzzo

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

Archivio news