LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TOSCANA - Cos scoprimmo Montecatino
di Flavia Barsotti
14 agosto 2017 IL TIRRENO



Trentuno anni fa veniva alla luce la storia del colle grazie agli archeologi Ciampoltrini e Notini


LUCCA. La prima vita di Montecatino comincia molto tempo fa con il pianoro che era in origine un brulicare di tante diverse attivit, come hanno dimostrato i vari sedimenti archeologici. Un luogo significativo, strategico per la popolazione, che oggi lAssociazione Montecatino intende riportare al suo antico splendore, restituendogli il ruolo di punto di riferimento per lintera comunit.

Unimportanza storica straordinaria venuta alla luce nel 1982 grazie ai lavori effettuati per lapertura di una strada di accesso funzionale alla posa di una cisterna. In quellanno, infatti, la Soprintendenza archeologica per la Toscana predispose un intervento di scavo per valutare lentit del complesso stratigrafico rilevato, che, per una serie di difficolt burocratiche, venne per interrotto sul nascere. Fino allestate del 1986 quando lamministrazione finanzi un progetto pluriennale del patrimonio archeologico del territorio comunale.

A guidare le indagini, gli archeologi Giulio Ciampoltrini e Paolo Notini che pubblicarono la loro ricerca sugli scavi nellarea del castello su Archeologia Medievale. Fu uno scavo affascinante e avventuroso ricorda Ciampoltrini che dur un paio di mesi, giugno e luglio e interess il margine nord-ovest del pianoro, dove la sequenza stratigrafica appariva nella sezione prodotta dai mezzi meccanici durante i lavori stradali. Lidea dellAssociazione di recuperare questa zona qualcosa di davvero nobile: nel 1986 la Pieve di Montecatino era gi in stato di abbandono. Fu l per che riemerse la storia. Quando salii per la prima volta a Montecatino, mi accorsi subito, almeno in parte, di ci che avevo di fronte spiega Ciampoltrini Sulla scarpata si vedeva benissimo la sequenza stratigrafica con molto materiale etrusco. Quella che conoscevamo solo dai documenti, invece, era la parte medievale.

Con levidenza degli scavi archeologici, Ciampoltrini e Nottoli misero nero su bianco quello che, fino a quel momento, era stato ricostruito solo attraverso i frammenti. Individuammo cos una prima fase etrusca fra il VI e il V secolo a.C. afferma riportando alla luce uno dei siti di cerniera pi interessanti per il controllo del territorio. Rilevammo poi una seconda fase etrusca, pi sottile della precedente, risalente al IIIsecolo a.C. e infine uno spettacolare episodio di un castellamento datato alla met dellXI secolo, confermato dai documenti. Questo successivamente scomparve perch collocato in un punto troppo vicino alla citt, come accade spesso in queste situazioni. Pi tardi, il castello fu trasformato in un monastero.

In occasione dello scavo finanziato dal Comune di Lucca, furono ritrovati anche diversi reperti archeologici che oggi sono conservati nel museo di Villa Guinigi. Tante suppellettili da mensa racconta Guido Ciampoltrini e una cospicua testimonianza di fauna che ha permesso di ricostruire lalimentazione dellepoca: si tratta di uno dei casi pi significativi di ritrovamento di fauna del tempo degli etruschi e dei romani.

Gli studi consentirono anche di porre lattenzione su unabitudine particolare. Oltre a cibarsi dei maiali
spiega Ciampoltrini - In et etrusca e romana le persone mangiavano i cani che erano considerati una vera e propria prelibatezza. Una pratica alimentare gi testimoniata dai documenti e che, anche grazie a questo scavo, ha trovato ulteriore conferma.



news

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

20-10-2017
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 20 OTTOBRE 2017

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

06-08-2017
L'appello al Presidente Mattarella: i beni culturali non sono commerciali. Come aderire

04-08-2017
Istat: mappa rischi naturali in Italia

03-08-2017
APPELLO - COSA SI NASCONDE NELLA LEGGE ANNUALE PER IL MERCATO E LA CONCORRENZA

31-07-2017
Su eddyburg intervento di Maria Pia Guermandi sulle sentenze del Consiglio di Stato e su Bagnoli- Stadio di Roma

31-07-2017
Comunicato EC Il Colosseo senza tutela: sulle recenti sentenze del Consiglio di Stato

30-07-2017
Dal blog di Giuliano Volpe: alcuni interventi recenti

27-07-2017
MiBACT, presto protocollo di collaborazione con le citt darte per gestione flussi turistici

26-07-2017
Franceschini in audizione alla Commissione Cultura del Senato

25-07-2017
Franceschini domani in audizione alla Commissione Cultura del Senato

25-07-2017
Franceschini: Musei italiani verso il record di 50 milioni di ingressi

25-07-2017
COLOSSEO, oggi conferenza stampa di Franceschini

20-07-2017
Questa legge contro i parchi e le aree protette, fermatela: appello di Italia Nostra alla Commissione Ambiente del Senato

18-07-2017
CAMERA DEI DEPUTATI - COMMISSIONE PERIFERIE - Audizione esperti (Bovini e Settis)

15-07-2017
Ricordo di Giovanni Pieraccini, di Vittorio Emiliani

12-07-2017
Comunicato di API-MIBACT sui Responsbili d'Area nelle Soprintendenze Archeologia, Belle Arti, Paesaggio

11-07-2017
Rassegna Stampa di TERRITORIALMENTE sul patrimonio territoriale della Toscana

10-07-2017
Il tradimento della Regione Toscana nella politica sui fiumi

06-07-2017
Per aderire all'appello sul Parco delle Alpi Apuane

Archivio news