LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

CALCI - Crolla una pietra dalla sommit dell'antico campanile
di Pierluigi Ara
18 agosto 2017 IL TIRRENO

CALCI Preoccupazione per uno dei tesori storici e artistici della Valgraziosa. caduta una pietra dalla sommit della possente torre campanaria di Calci, situata a fianco della famosa pieve romanica. Poteva essere una tragedia se in quel momento fosse passato di l qualcuno, ma per fortuna non andata cos. L'episodio si verificato nel tardo pomeriggio di mercoled e a darne notizia stato il sindaco Massimiliano Ghimenti. Transennata, per motivi di sicurezza, una parte della strada che lambisce il complesso monumentale. Una misura precauzionale resa necessaria dal timore che altre pietre possano venire gi creando pericolo per chi transita. Per fortuna quando si staccata la pietra dal campanile, attorno alle 17. 30 di mercoled, non c'era nessuno altrimenti le conseguenze sarebbero state inimmaginabili commenta Mauro Celandroni, dell'ufficio tecnico del Comune, accorso insieme agli operai e agli addetti della cooperativa del lungo monte pisano. Nessun segno premonitore. Tra i primi a recarsi sul posto il primo cittadino di Calci, informato dal vice parroco don Federico Nassi, a sua volta avvertito dai cittadini. Il sindaco si reso subito conto della situazione e ha provveduto immediatamente ad allertare la protezione civile. Sono stati chiamati i vigili del fuoco. Il proposto don Antonio Cecconi ha seguito con assidua partecipazione il lavoro di verifica dei pompieri arrivati con due mezzi e una squadra coordinata da Sandro Favilla. Con una lunga scala alcuni vigili hanno raggiunto la sommit della torre campanaria, a 30-35 metri, mentre il traffico veicolare stato disciplinato con apposita segnaletica. Una piccola folla si radunata e a chi con comprensibile apprensione chiedeva notizie, il sindaco, anche per sdrammatizzare, con una punta di ironia, ha detto che si stava pensando di eseguire un'opera per trasferire il campanile. un fatto che, inutile nasconderlo, nessuno sottovaluta l'accaduto. giunto tra gli altri l'assessore comunale Giovanni Sandroni, con delega ai lavori pubblici e alla protezione civile. La torre non croller certo - hanno alla fine spiegato i vigili del fuoco al termine della meticolosa ricognizione - non da escludere che altri pezzi possano disgregarsi. Si rende necessario un intervento di restauro o quanto meno di manutenzione. Per questo sono stati indirizzati fonogrammi alla amministrazione comunale alla propositura. Tra le cause del distacco della pietra ci sono alcune ipotesi. Oltre al deterioramento per fattori atmosferici e la vibrazione delle campane, non si esclude l'opera disgregatrice dei piccioni e delle cornacchie che in numero massiccio stazionano sul campanile, ormai da tanti anni. Per la cronaca, il campanile, bellissimo e originale, ha una data di nascita incerta, come fa notare don Antonio Cecconi. Ci sono soprattutto supposizioni ripete il sacerdote. Neppure certo, come si afferma da parte di cultori di storia, che esso sia anteriore alla costruzione della pieve romanica. Insomma non affatto provato che si tratti di una torre di guerra preesistente alla chiesa dedicata a Sant'Ermolao e a San Giovanni Battista. Va da s che l'opera rest incompiuta, come fanno fede anche i diversi materiali impiegati. In basso le caratteristiche pietre verrucane. Di sicuro si sono registrati rifacimenti nel tempo. Le arcate per l'alloggiamento esterno delle campane sono opera relativamente recente, tra la fine del XVII e l'inizio del XVIII secolo. La prima pietra, in ultima analisi, risalirebbe a qualche anno prima dell'anno 1000. Si fa ammirare, sulla cantonata settentrionale del lato che guarda piazza Cairoli, in prossimit dell'arco della campana di San Giovanni, murata nel cotto una testa marmorea rappresentante Giove Ammone, antichissimo reperto archeologico, probabilmente proveniente dal tempio verrucano di Giove. L'impianto campanario per una sistemazione generale e fu definitiva nel 1812.



news

17-07-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 17 luglio 2018

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

16-03-2018
Podcast episode 23: The death of Venice?

14-03-2018
SETTIS ed EMILIANI: Le ruspe su alcuni villini di Roma

20-02-2018
Documento del Coordinamento delle Società Storiche a proposito della libera riproduzione in archivi e biblioteche

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

09-02-2018
Lettera di API (Archeologi Pubblico Impiego) MiBACT al Ministro sulla Scuola del Patrimonio

23-01-2018
Museo Egizio, solidarietà dal Consiglio Superiore dei beni culturali

19-01-2018
La Dea di Morgantina in tournée? Una lettera dell'archeologo Malcolm Bell con una nota di Pier Giovanni Guzzo

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

Archivio news