LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Sul selciato della Flaminia militare
VALERIO VARESI
17 agosto 2017 la repubblica





LA "Flaminia militare", che domenica gli escursionisti guidati da Legambiente potranno scoprire o riscoprire, non solo un pezzo di Storia, ma una storia, di quelle un po' eroiche e un po' folli che si raccontano nelle osterie dell'Appennino a cavallo tra Bologna e Firenze. Per risentirla baster farsi trovare alle 9 al camping "Il Sergente" (4 chilometri a sud della Futa in direzione Mugello, prenotazioni al 346 6081966) da cui partir la visita al sito di Monte di Fo' con l'opportunit di camminare sul selciato che il console Caio Flaminio, reduce dalla vittoria sui Liguri, fece posare a centurioni e schiavi nel 187 avanti Cristo. Questo collegamento, che in parte coincide con la frequentatissima "Via degli dei", fu riscoperto alle fine degli anni Settanta a dispetto degli storici. Per secoli la Flaminia militare rappresent una strada di cui si era perso l'itinerario al punto da costituire un vero rebus archeologico. E proprio gli storici delle universit fuorviarono le ricerche postulando che si celasse dalle parti della Raticosa. Due appassionati, Cesare Agostini e Franco Santi, l'uno avvocato, l'altro muratore scalpellino, credettero invece alla vox populi tramandata di generazione in generazione: Lass a Pian di Balestra passavano i romani Sciocchezze raccontate ai nipoti davanti al camino? Lo scetticismo comincia a vacillare quando Santi, proprio a Pian di Balestra, va a cavare un blocco di arenaria e la roccia gli dischiude davanti agli occhi una moneta dell'epoca repubblicana con tanto di Lupa, Romolo e Remo. Che avessero ragione i nonni? Cos, con l'amico Agostini, decide di imbarcarsi in un'impresa apparentemente velleitaria e folle: scavare con vanga e piccone per cercare le prove della famosa via romana. Buttare il cuore oltre l'ostacolo spesso produce meraviglie. Quella di un giorno d'agosto del 1979 quando il piccone incoccia una pietra sotto un materasso di terra e foglie spesso ottanta centimetri. Non una pietra isolata. Accanto ce ne sono altre ben allineate fino a una larghezza di due metri e quaranta centimetri, giusto gli otto piedi romani, la carreggiata ritenuta ottimale dagli ingegneri capitolini. la prima prova dell'esistenza della via romana, ma per dimostrare il suo itinerario occorrono altri vent'anni di scavi fino al rilevamento della stessa nei pressi della Futa. A quel punto un altro ramo del reticolo viario della Roma repubblicana appare chiaro. La Flaminia militare partiva dall'attuale via Venezian staccandosi dalla via Emilia e scavallava verso Fiesole, insediamento pi antico di Firenze. I cattedratici di storia sono cos confutati sul campo a colpi di piccone. I romani, conquistata la pianura padana, tracciarono la via Emilia e la collegarono con Roma tramite la Flaminia "classica" costruita da Gaio Flaminio padre di Caio. La Flaminia militare fu invece realizzata per disporre di un collegamento pi rapido con la stessa pianura padana per lo spostamento delle truppe.



news

24-02-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 24 febbraio 2018

20-02-2018
Documento del Coordinamento delle Società Storiche a proposito della libera riproduzione in archivi e biblioteche

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

09-02-2018
Lettera di API (Archeologi Pubblico Impiego) MiBACT al Ministro sulla Scuola del Patrimonio

23-01-2018
Museo Egizio, solidarietà dal Consiglio Superiore dei beni culturali

19-01-2018
La Dea di Morgantina in tournée? Una lettera dell'archeologo Malcolm Bell con una nota di Pier Giovanni Guzzo

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

Archivio news