LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Puglia. Ambiente a rischio e indifferenza
Maddalena Tulanti
Corriere del Mezzogiorno - Bari 22/8/2017

Un mollusco vale un altro, tre metri quadri s e no si percepiscono, la falda acquifera roba per esperti. Insomma la Puglia vive su tre bombe a orologeria, ma non ci sembra che qualcuno se ne accorga e comunque, si sa, occhio non vede, cuore non duole. Stiamo parlando delle tre inchieste che ha realizzato per il Corriere Pasquale Pellegrini e pubblicate venerd, sabato e domenica scorsi, la prima sullo stato dellarte delle falde acquifere, la seconda su quello del mare e la terza su quello del suolo. Abbiamo scoperto che per quanto riguarda le falde, il 78 per cento di esse non sono non proprio perfette, anzi gli esperti (quelli che hanno stilato il rapporto dellIspra, Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale, principale fonte delle inchieste ) parlano chiaramente di stato chimico scarso a causa di agenti contaminanti come pesticidi, fitofarmaci o il sale dellacqua marina. Abbiamo scoperto anche che in un anno la Puglia ha divorato 500 metri quadrati al giorno di suolo; e che infine nel nostro mare, sia Adriatico sia Ionio, vivono ormai specie aliene di pesci pericolosi e tossici. Insomma un disastro accade lontano dai nostri sensi, ma nessuno, e per nessuno si intende gli amministratori, pare ne abbia consapevolezza.

Certo non tutte le responsabilit sono uguali. Nel caso dei pesci alieni la causa principale, come ha spiegato il prof Corriero al nostro giornale, va cercata nel traffico marino internazionale (da Taiwan, dal Messico e dallAustralia sono arrivati organismi che oramai si sono insediati nel fondo del porto di Bari) oltre che nellacquacoltura. Ma per quanto riguarda le falde e il consumo di suolo bisogna dire che facciamo tutto da soli, senza laiuto di agenti esterni. Quei tre metri quadrati al secondo di Puglia che si trasformano in qualcosa daltro ogni giorno (magari case), noi non li vediamo scomparire, ma chi d le autorizzazioni lo sa. I peggiori divoratori di territorio secondo lo studio dellIspra si trovano a Lecce, ne consumano il 14.5%, quasi il doppio della media regionale che dell8,3%, gi di per s pi alta della nazionale, pari al 7,2%. Il boom del turismo nel Salento centra senzaltro qualcosa, ma non siamo sicuri che non si possa salvare insieme la Puglia di tutti e gli affari di qualcuno. Cos come non siamo convinti che se ogni giorno sparisce un territorio pari a un pezzo di stadio, sia tutto sotto controllo poich ci sono carte bollate e firmate. Infine: fra qualche tempo (non molto, una trentina di anni) dai rubinetti potr uscire acqua di mare, ma al momento lunica certezza che abbiamo che sullargomento ci saranno un bel po di dibattiti.



news

08-12-2017
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 08 DICEMBRE 2017

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

06-08-2017
L'appello al Presidente Mattarella: i beni culturali non sono commerciali. Come aderire

04-08-2017
Istat: mappa rischi naturali in Italia

03-08-2017
APPELLO - COSA SI NASCONDE NELLA LEGGE ANNUALE PER IL MERCATO E LA CONCORRENZA

31-07-2017
Su eddyburg intervento di Maria Pia Guermandi sulle sentenze del Consiglio di Stato e su Bagnoli- Stadio di Roma

31-07-2017
Comunicato EC Il Colosseo senza tutela: sulle recenti sentenze del Consiglio di Stato

30-07-2017
Dal blog di Giuliano Volpe: alcuni interventi recenti

27-07-2017
MiBACT, presto protocollo di collaborazione con le citt darte per gestione flussi turistici

26-07-2017
Franceschini in audizione alla Commissione Cultura del Senato

Archivio news