LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze, il piano anti terrorismo. Nardella ai cittadini: Vigilate
Claudio Bozza - Simone Innocenti
Corriere Fiorentino 22/8/2017

Oggi vertice in Prefettura: blocchi anti sfondamento sullasse Pitti-Ponte Vecchio-piazza Duomo

Barriere anti sfondamento per proteggere i due assi principali dello shopping fiorentino (come via Roma) e rallentatori di velocit tra piazza Pitti e Ponte Vecchio. Ulteriore giro di vite anche per larea del Duomo: la presenza della camionetta dellEsercito, proprio a fianco della basilica, non stata ritenuta sufficiente. Come non sono abbastanza sicuri i pilomat a protezione di via Martelli: nei giorni scorsi erano abbassati (per farlo basta un telecomando modificato), tanto che almeno due veicoli di media grandezza sono riusciti a raggiungere senza problemi piazza Duomo, area che a livello di sicurezza si dimostrata un colabrodo.

Sono le principali misure anti terrorismo che dovrebbero essere ratificate oggi durante lincontro in Prefettura convocato subito dopo la strage di Barcellona per rafforzare il livello di sicurezza a Firenze, ritenuta obiettivo sensibile per la presenza di moltissimi turisti. Al tavolo, oltre ai vertici della prefettura e delle forze dellordine, ci sar lassessore alla Sicurezza di Palazzo Vecchio, delegato dal sindaco a partecipare alla riunione, perch Dario Nardella sar a Rimini al Meeting di Comunione e Liberazione. Linasprimento delle misure di sicurezza saranno comunicate al termine del vertice. Palazzo Vecchio, gi ieri, ha inviato a Questura e Prefettura una mappa dettagliata dei punti in cui sono gi installati catene e pilomat in citt: una trentina di varchi in tutto, ma nella maggior parte dei casi si tratta di misure anti traffico, certo non sufficientemente solidi da resistere ad un camion o un furgone lanciato a tutta velocit. sulla base di questa mappatura che i vertici delle forze dellordine hanno predisposto le ulteriori misure di sicurezza che saranno discusse stamani in prefettura.

Nelle prossime settimane si potrebbe anche decidere di mettere un pilomat nella zona di Porta Romana, accesso privilegiato verso Pitti e Ponte Vecchio. Si cercher anche di capire se i pilomat debbano essere in qualche modo sostituiti con un materiale antisfondamento, capace cio di reggere eventualmente allurto di un mezzo pesante usato come un ariete, come accaduto di recente sulle ramblas di Barcellona.

Poi si passer alla fase operativa. Lapplicazione del piano di sicurezza sar delicata anche per un fattore politico. Anche ieri il sindaco Nardella alla cerimonia di intitolazione di Largo Tunisi, a Gavinana, insieme al sindaco della citt nordafricana Seifallah Lasram ha ripetuto che i fiorentini non cederanno al ricatto dei terroristi, non si chiuderanno in casa e continueranno a vivere la citt come sempre, poi ha lanciato un appello: Mi sento di invitare i cittadini ad essere sempre pi vigili, a segnalare alle forze dellordine qualunque situazione che possa sembrare sospetta o pericolosa. Non sottovalutiamo nulla, viviamo con tranquillit ma essendo pi vigili che mai.

Nardella ha assicurato che sar messa in pratica qualunque misura verr chiesta dal Viminale e dalle autorit locali dello Stato e anzi ha chiesto ulteriori camionette e presenza dellEsercito in piazza San Lorenzo, Stazione di Santa Maria Novella, piazza San Marco e allaeroporto Vespucci. Per il sindaco non sta sottovalutando limpatto di questo giro di vite sulla percezione e limmagine di Firenze, a partire dai blocchi di cemento che potrebbero essere collocati nel cuore della citt. Proprio per questo, con un tweet, ha subito rilanciato lidea di Stefano Boeri. Larchitetto milanese, dopo che a protezione della Galleria Vittorio Emanuele sono stati installati new jersey in cemento, ha infatti lanciato sul Corriere della Sera una soluzione alternativa: Al terrorismo bisogna rispondere con pi verde, non con pi cemento. Quindi la proposta: Via le barriere grigie e informi ha detto Boeri, gi collaboratore di Palazzo Vecchio ecco gli alberi, querce e melograni soprattutto, poggiati su grandi vasi di 2-3 metri di base ed un metro e mezzo daltezza. Lidea mi piace, vediamoci per realizzarla a Firenze, ha risposto Nardella allarchitetto. Davanti al consolato Usa, sul lungarno Vespucci, ci sono gi gigantesche fioriere di cemento posizionate l proprio con una funzione anti sfondamento. Nardella ha poi rilanciato larrivo del vigile di quartiere entro settembre: Non riguardano lantiterrorismo, non possiamo chiedere ai vigili di occuparsene, ma certamente sono una misura di deterrenza, di maggior controllo del territorio.



news

03-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 3 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news