LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze, il piano anti terrorismo. Nardella ai cittadini: Vigilate
Claudio Bozza - Simone Innocenti
Corriere Fiorentino 22/8/2017

Oggi vertice in Prefettura: blocchi anti sfondamento sullasse Pitti-Ponte Vecchio-piazza Duomo

Barriere anti sfondamento per proteggere i due assi principali dello shopping fiorentino (come via Roma) e rallentatori di velocit tra piazza Pitti e Ponte Vecchio. Ulteriore giro di vite anche per larea del Duomo: la presenza della camionetta dellEsercito, proprio a fianco della basilica, non stata ritenuta sufficiente. Come non sono abbastanza sicuri i pilomat a protezione di via Martelli: nei giorni scorsi erano abbassati (per farlo basta un telecomando modificato), tanto che almeno due veicoli di media grandezza sono riusciti a raggiungere senza problemi piazza Duomo, area che a livello di sicurezza si dimostrata un colabrodo.

Sono le principali misure anti terrorismo che dovrebbero essere ratificate oggi durante lincontro in Prefettura convocato subito dopo la strage di Barcellona per rafforzare il livello di sicurezza a Firenze, ritenuta obiettivo sensibile per la presenza di moltissimi turisti. Al tavolo, oltre ai vertici della prefettura e delle forze dellordine, ci sar lassessore alla Sicurezza di Palazzo Vecchio, delegato dal sindaco a partecipare alla riunione, perch Dario Nardella sar a Rimini al Meeting di Comunione e Liberazione. Linasprimento delle misure di sicurezza saranno comunicate al termine del vertice. Palazzo Vecchio, gi ieri, ha inviato a Questura e Prefettura una mappa dettagliata dei punti in cui sono gi installati catene e pilomat in citt: una trentina di varchi in tutto, ma nella maggior parte dei casi si tratta di misure anti traffico, certo non sufficientemente solidi da resistere ad un camion o un furgone lanciato a tutta velocit. sulla base di questa mappatura che i vertici delle forze dellordine hanno predisposto le ulteriori misure di sicurezza che saranno discusse stamani in prefettura.

Nelle prossime settimane si potrebbe anche decidere di mettere un pilomat nella zona di Porta Romana, accesso privilegiato verso Pitti e Ponte Vecchio. Si cercher anche di capire se i pilomat debbano essere in qualche modo sostituiti con un materiale antisfondamento, capace cio di reggere eventualmente allurto di un mezzo pesante usato come un ariete, come accaduto di recente sulle ramblas di Barcellona.

Poi si passer alla fase operativa. Lapplicazione del piano di sicurezza sar delicata anche per un fattore politico. Anche ieri il sindaco Nardella alla cerimonia di intitolazione di Largo Tunisi, a Gavinana, insieme al sindaco della citt nordafricana Seifallah Lasram ha ripetuto che i fiorentini non cederanno al ricatto dei terroristi, non si chiuderanno in casa e continueranno a vivere la citt come sempre, poi ha lanciato un appello: Mi sento di invitare i cittadini ad essere sempre pi vigili, a segnalare alle forze dellordine qualunque situazione che possa sembrare sospetta o pericolosa. Non sottovalutiamo nulla, viviamo con tranquillit ma essendo pi vigili che mai.

Nardella ha assicurato che sar messa in pratica qualunque misura verr chiesta dal Viminale e dalle autorit locali dello Stato e anzi ha chiesto ulteriori camionette e presenza dellEsercito in piazza San Lorenzo, Stazione di Santa Maria Novella, piazza San Marco e allaeroporto Vespucci. Per il sindaco non sta sottovalutando limpatto di questo giro di vite sulla percezione e limmagine di Firenze, a partire dai blocchi di cemento che potrebbero essere collocati nel cuore della citt. Proprio per questo, con un tweet, ha subito rilanciato lidea di Stefano Boeri. Larchitetto milanese, dopo che a protezione della Galleria Vittorio Emanuele sono stati installati new jersey in cemento, ha infatti lanciato sul Corriere della Sera una soluzione alternativa: Al terrorismo bisogna rispondere con pi verde, non con pi cemento. Quindi la proposta: Via le barriere grigie e informi ha detto Boeri, gi collaboratore di Palazzo Vecchio ecco gli alberi, querce e melograni soprattutto, poggiati su grandi vasi di 2-3 metri di base ed un metro e mezzo daltezza. Lidea mi piace, vediamoci per realizzarla a Firenze, ha risposto Nardella allarchitetto. Davanti al consolato Usa, sul lungarno Vespucci, ci sono gi gigantesche fioriere di cemento posizionate l proprio con una funzione anti sfondamento. Nardella ha poi rilanciato larrivo del vigile di quartiere entro settembre: Non riguardano lantiterrorismo, non possiamo chiedere ai vigili di occuparsene, ma certamente sono una misura di deterrenza, di maggior controllo del territorio.



news

16-02-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 16 febbraio 2018

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

09-02-2018
Lettera di API (Archeologi Pubblico Impiego) MiBACT al Ministro sulla Scuola del Patrimonio

23-01-2018
Museo Egizio, solidarietà dal Consiglio Superiore dei beni culturali

19-01-2018
La Dea di Morgantina in tournée? Una lettera dell'archeologo Malcolm Bell con una nota di Pier Giovanni Guzzo

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

Archivio news