LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

L'isola delle superfetazioni? Per i 6 sindaci tra crolli e abusivismo non c' nesso
23 agosto 2017


L'isola delle superfetazioni? Per i 6 sindaci tra crolli e abusivismo non c' nesso
Dopo l'emergenza di marted, con la corsa contro il tempo per estrarre dalle macerie i tre bambini di Casamicciola, il momento dei bilanci e delle polemiche. Come si pu morire per un sisma di magnitudo 4.0? La domanda viene ripresa dalla stampa, sottolineando come sotto accusa per la morte delle due donne e il ferimento di una quarantina di persone per i crolli sull'isola campana l'abusivismo. Come sui legge su Repubblica , "sapere che in un Paese membro del G8 si possa morire per una scossa di magnitudo 4, quindi di moderata entit al di l della necessaria contestualizzazione del caso Ischia, tema che apre inevitabilmente un nuovo fronte nel dibattito e nelle polemiche" e che trova spazio anche sulla stampa mondiale.
Perch successo (di nuovo) Casamicciola?

A Ischia c' un proverbio che diventato patrimonio nazionale: "qui succede una Casamicciola". Fa riferimento al terremoto del 1883 che caus oltre 2.300 vittime e rase al suolo l'80% delle case della cittadina termale di Ischia che erano costruite spesso con materiali scadenti (leggi ricostruzione storica). Fa impressione vedere che, oltre 130 anni dopo, quella tragedia non ha insegnato nulla. Perch le costruzioni a Casamicciola spesso sono sono realizzate con materiali scadenti mentre nell'isola l'abusivismo imperante. Allora il sisma fu di 5.8 gradi Richter contro i 4 di oggi. E forse solo per questo non si ripetuta una tragedia analoga a quella del 1883. "Ischia da sempre simbolo di abusivismo edilizio, di cementificazione disordinata e di impunit", afferma Michele Buonomo alla guida di Legambiente Campania citato dal Sole 24Ore, che ricorda come nellisola negli ultimi 30 anni sono state presentate 27mila pratiche di condono, circa una ogni due abitanti.

"C' un discorso di specificit dell'isola d'Ischia che in area vulcanica. Quello che per ho potuto vedere oggi che molte costruzioni sono realizzate con materiali scadenti che non corrispondono alla normativa vigente, per questo alcuni palazzi sono crollati o rimasti danneggiati", dice Angelo Borrelli, capo della Protezione civile, in conferenza stampa a Casamicciola. E su questo punto torna anche il Fatto Quotidiano che titola: "L'isola degli abusi". Il giornale diretto da Marco Travaglio punta il dito contro i tanti abusi edilizi e condoni a Ischia: 27mila richieste di sanatoria. Nella palazzina crollata sulla testa dei tre fratellini, ad esempio, sono stati condonati ben tre abusi edilizi.

Il terremoto sulla stampa mondiale
La notizia del sisma che ha colpito Ischia ha fatto il giro del mondo. Perch l'isola campana una delle pi famose d'Italia e anche perch migliaia di turisti in questo periodo affollano le sue spiagge e le sue terme. Sui giornali viene riportata la cronaca, con le due donne morte, i 39 feriti e il miracoloso salvataggio dei tre fratellini di Casamicciola. Ma si parla anche dell'abusivismo e di come le case siano state costruite e spesso condonate con leggerezza. E non una bella immagine dell'Italia da esportare. Malgrado i 6 sindaci locali neghino l'evidenza e In una nota congiunta "deplorano le notizie false relative a presunti danni e crolli in tutta lisola e alle inesistenti connessioni tra levento sismico e i fenomeni legati allabusivismo edilizio".


Il sito di ABC, per esempio, scrive che il sisma "ha focalizzato l'attenzione su due temi ricorrenti in Italia: vecchi edifici e nuove costruzioni illegali con materiali scadenti". La portata dei danni per un sisma relativamente leggero - sottolinea poi Nbc News - ha sollevato molte domande sulla qualit delle costruzioni sull'isola e sulla prevalenza di strutture abusive".
La storia di un miracolo

La tragedia di Ischia anche - e soprattutto - la storia di un miracolo. Questa una storia di pompieri e di bambini. - scrive Goffredo Buccini sul Corriere della Sera -. E di una buca tra le macerie dItalia. Unaltra. Dal fondo di quella buca, quass a Casamicciola, costa nord di una Ischia che si sveglia di soprassalto dal languore dellestate, sepolto da mattoni e ringhiere e cemento e terriccio e angoscia e brandelli di vita di famiglia, si sgola un ragazzino di undici anni". La notizia fa il giro del mondo e ne scrive tutta la stampa internazionale. Sul New York Times si legge dei tre bambini miracolosamente salvati a La Rita, frazione di Casamicciola.

L'emergenza terremoto sembra essere quasi superata, ma per l'isola campana ora si presneta un nuovo problema. Forse anche maggiore: la fuga di turisti e il rischio di un danno economico per l'economia locale di vari milioni. Come si legge sul sito di Rai News, gi dalle prime ore un ininterrotto flusso di rientri sulla terraferma, mentre fioccano le disdette delle prenotazioni per i soggiorni di fine agosto e di settembre (leggi articolo: 2017, fuga da Ischia. I turisti italiani lasciano l'isola).

https://www.agi.it/cronaca/terremoto_ischia_abusivismo_crolli-2081100/news/2017-08-23/


news

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

17-09-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 17 SETTEMBRE 2018

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

Archivio news