LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

LA LUNGA (E INUTILE?) BATTAGLIA ANTI ABUSIVISMO
ROSANNA PIRAJNO
23 agosto 2017 la Repubblica

Privilegiando case capannoni centri commerciali e sportivi, e in estensione con infrastrutture di grande impatto su paesaggio e assetto idrogeologico dei siti interessati.

Il tutto avviene in nome di uno sviluppo basato sulla crescita del Pil, che come sappiamo misura la quantit di beni e servizi prodotti, ma non la loro qualit ed quindi tutta una corsa a costruire nel convincimento, chi in buona fede e chi no, di fare del bene al proprio territorio.

In questo fermento espansionistico si innestano almeno due fattori di estremo peso impattante: il fenomeno assai diffuso dell'abusivismo edilizio, anche di notevoli proporzioni in taluni insediamenti che stravolgono le caratteristiche geomorfologiche e paesaggistiche dei siti, e la propensione alla grandeur di sindaci e politici di riferimento che programmano per i propri territori opere esorbitanti i limiti finanziari, dimensionali e gestionali di cui dispongono, condannando le amate terre allo status di cimiteri di opere "grandi e inutili".

Grandi e inutili (Einaudi 2015) giusto il titolo del libro in cui Antonio Fraschilla, giornalista di Repubblica, ha raccolto il dolente florilegio delle cattedrali nel deserto che da nord a sud punteggiano lo stivale, dato che Governo, Regioni e Comuni hanno sprecato miliardi per realizzare infrastrutture e opere troppo grandi, troppo costose da gestire, di nessuna utilit per le comunit.

E se di queste ingombranti incompiute non si sa che fare, inchiodate come sono ad un limbo di contenziosi farciti di insipienza e rassegnazione che li rende invisibili pure alle buone intenzioni elettorali, del sommerso-emerso patrimonio abusivo di villini palazzine casette in riva al mare sdoganate dalle fiction televisive (oh, la casa del commissario con quegli archetti a tutto tondo e le balaustre barocchette, sulla battigia come le altre in fila!), si continua a fare merce di scambio perfino nell'anno di grazia 2017 delle elezioni regionali e della, si supponeva acquisita, coscienza civica se non proprio ambientalista.

Quella che avrebbe dovuto sostenere l'azione legale, legalissima, del sindaco Angelo Cambiano di Licata che aveva iniziato a ripulire delle brutture illegali il litorale del paesone, nel tentativo di dare seguito ad una ordinanza di tribunale ma pure, voglio credere, di ridare credito alla consapevolezza sociale del "paesaggio bene comune" e perci da tutelare, salvaguardare e manutenere in buono e bello stato, si risolta in una azione di sfiducia dei consiglieri di maggioranza, sette dei quali si dice implicati in casi di abusivismo.

Hanno vinto i proprietari delle mediocrit fai-da-te, hanno perso i cittadini di una comunit che poteva ambire alla eccellenza della riappropriazione di: - del proprio territorio sfregiato, da ripensare, curare, progettare cum gaudio; - del concetto di "paesaggio bene comune", in cui trovare i fondamenti del benessere collettivo che ne deriva quando "ben e bel costruito"; - della nozione di architettura come arte e scienza che regola, e talvolta sublima, le umane aspirazioni ad un felice rapporto con la natura; delle virt taumaturgiche della "cura del territorio" impiegato in attivit sostenibili per l'ambiente e fruibili dalla collettivit, che ne potr ricavare benefici economici oltre che esistenziali. E non cosa da poco, agendo per "da comunit".



news

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

13-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 settembre 2019

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news