LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

VENEZIA - Una citt ormai distrutta serve un freno o sar tardi
di Alberto Vitucci
24 agosto 2017 LA NUOVA VENEZIA



Vi chiedo aiuto. Stanno distruggendo la mia citt, e le autorit fanno finta di niente. Regole non ce ne sono pi e il degrado ci sta travolgendo. Un appello disperato, quello di Ezio Toffolutti, classe 1944, scenografo e regista apprezzato in tutta Europa per i suoi allestimenti. Berlino, Parigi, Vienna, Monaco. Una carriera luminosa, che lui ha deciso di chiudere tornando dopo tanti anni ad abitare a Venezia, la sua citt.Venezia cambiata.Venezia la citt ideale. Ma si prostituisce agli ecomostri e al turismo. una citt usata e incompresa. Cede alle grandi navi, che sono degli ecomostri, si concede a un turismo di bassa lega, si riempie, fino a scoppiare, di negozietti di cianfrusaglie e lascia chiudere le sue botteghe storiche. Io abito ai Tolentini: in fondamenta del Gaffaro i negozi tradizionali non ci sono pi, ci sono botteghe gestite da bengalesi che vendono paccottiglia, con fari e luci al neon, alcol e musica ad alto volume fino alle due di notte. La porta di casa mia quasi non si vede pi. Siamo assediati.Effetti del turismo di massa.Quello non pi turismo. In qualche caso sono zombie che seguono le luci bianche, i fari. Ma non si accorgono che cos l'estetica della citt d'arte viene modificata in modo irreparabile.Il problema sono le bancarelle e i negozi di questo tipo?Certo. Fuori da ogni regola e soprattutto da ogni tradizione. I vigili quando vengono dicono che non possono far nulla e che le multe questi non le pagano. Io dico cominciamo a mandare le multe ai proprietari veneziani del fondo e della licenza. Vedrete che qualcosa comincer a cambiare.Intanto il degrado avanza.Dalle pietre alle insegne alle botteghe storiche, stanno distruggendo tutto dove si pu guadagnare velocemente con il turismo. La colpa non del turista ma di chi lo permette, il Comune, la Soprintendenza, le autorit vigilanti.Pentito di essere tornato a Venezia?Ho lavorato in tutti i teatri d'Europa per decenni, sono tornato quei perch questa citt unica, la patria della bellezza. Ma si sta consumando rapidamente. Il mondo non capisce perch noi non ci diamo delle regole. Ci vorrebbe uno Statuto speciale per cominciare a imporre delle cose che fermino questo degrado.Da dove cominciare?Chi guadagna con i turisti va responsabilizzato in modo pesante. Non concesso tutto per il guadagno. Ci vogliono regole e misure che consentano di salvare questa citt fatta di storia e di pietre. Mettere un freno, prima che sia troppo tardi. anche un problema culturale.Certo, i divieti non possono bastare. Venezia citt "altra", dove anche chi viene a visitarla deve sentirsi altro. Abbiamo il dovere di tutelare anche chi viene qui a visitarla. Sollecitando la bellezza, valorizzando quello che solo a Venezia esiste, i suoni, la luce, l'acqua. Qui i sensi sono sollecitati in maniera unica: la luce che cambia nell'acqua, il rumore dei passi nel silenzio della sera.Invece?Un pezzo alla volta, nell'indifferenza generale, questa citt si sta consumando. Si privilegia il brutto, basta guadagnare. Io ho una barchetta: l'altro giorno ho incontrato un amico gondoliere e gli ho chiesto perch non aveva il riccio a poppa. L'alta marea, non passiamo sotto i ponti, mi ha risposto. Ma vi sembra normale? Una gondola, la barca pi bella del mondo, castrata e senza un pezzo. Sarebbe come comprare una scarpa senza lacci o con un laccio solo.Non c' speranza?
Dobbiamo raccogliere le energe che ci restano e fare qualcosa, tutti insieme. Chiedere regole e rispetto per questa citt irripetibile e bellissima. Se continua cos sar presto trasformata in una periferia sull'acqua. Travolta da luci al neon, plastiche e turisti.





news

21-09-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 21 SETTEMBRE 2018

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

Archivio news