LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

VENEZIA - Una citt ormai distrutta serve un freno o sar tardi
di Alberto Vitucci
24 agosto 2017 LA NUOVA VENEZIA



Vi chiedo aiuto. Stanno distruggendo la mia citt, e le autorit fanno finta di niente. Regole non ce ne sono pi e il degrado ci sta travolgendo. Un appello disperato, quello di Ezio Toffolutti, classe 1944, scenografo e regista apprezzato in tutta Europa per i suoi allestimenti. Berlino, Parigi, Vienna, Monaco. Una carriera luminosa, che lui ha deciso di chiudere tornando dopo tanti anni ad abitare a Venezia, la sua citt.Venezia cambiata.Venezia la citt ideale. Ma si prostituisce agli ecomostri e al turismo. una citt usata e incompresa. Cede alle grandi navi, che sono degli ecomostri, si concede a un turismo di bassa lega, si riempie, fino a scoppiare, di negozietti di cianfrusaglie e lascia chiudere le sue botteghe storiche. Io abito ai Tolentini: in fondamenta del Gaffaro i negozi tradizionali non ci sono pi, ci sono botteghe gestite da bengalesi che vendono paccottiglia, con fari e luci al neon, alcol e musica ad alto volume fino alle due di notte. La porta di casa mia quasi non si vede pi. Siamo assediati.Effetti del turismo di massa.Quello non pi turismo. In qualche caso sono zombie che seguono le luci bianche, i fari. Ma non si accorgono che cos l'estetica della citt d'arte viene modificata in modo irreparabile.Il problema sono le bancarelle e i negozi di questo tipo?Certo. Fuori da ogni regola e soprattutto da ogni tradizione. I vigili quando vengono dicono che non possono far nulla e che le multe questi non le pagano. Io dico cominciamo a mandare le multe ai proprietari veneziani del fondo e della licenza. Vedrete che qualcosa comincer a cambiare.Intanto il degrado avanza.Dalle pietre alle insegne alle botteghe storiche, stanno distruggendo tutto dove si pu guadagnare velocemente con il turismo. La colpa non del turista ma di chi lo permette, il Comune, la Soprintendenza, le autorit vigilanti.Pentito di essere tornato a Venezia?Ho lavorato in tutti i teatri d'Europa per decenni, sono tornato quei perch questa citt unica, la patria della bellezza. Ma si sta consumando rapidamente. Il mondo non capisce perch noi non ci diamo delle regole. Ci vorrebbe uno Statuto speciale per cominciare a imporre delle cose che fermino questo degrado.Da dove cominciare?Chi guadagna con i turisti va responsabilizzato in modo pesante. Non concesso tutto per il guadagno. Ci vogliono regole e misure che consentano di salvare questa citt fatta di storia e di pietre. Mettere un freno, prima che sia troppo tardi. anche un problema culturale.Certo, i divieti non possono bastare. Venezia citt "altra", dove anche chi viene a visitarla deve sentirsi altro. Abbiamo il dovere di tutelare anche chi viene qui a visitarla. Sollecitando la bellezza, valorizzando quello che solo a Venezia esiste, i suoni, la luce, l'acqua. Qui i sensi sono sollecitati in maniera unica: la luce che cambia nell'acqua, il rumore dei passi nel silenzio della sera.Invece?Un pezzo alla volta, nell'indifferenza generale, questa citt si sta consumando. Si privilegia il brutto, basta guadagnare. Io ho una barchetta: l'altro giorno ho incontrato un amico gondoliere e gli ho chiesto perch non aveva il riccio a poppa. L'alta marea, non passiamo sotto i ponti, mi ha risposto. Ma vi sembra normale? Una gondola, la barca pi bella del mondo, castrata e senza un pezzo. Sarebbe come comprare una scarpa senza lacci o con un laccio solo.Non c' speranza?
Dobbiamo raccogliere le energe che ci restano e fare qualcosa, tutti insieme. Chiedere regole e rispetto per questa citt irripetibile e bellissima. Se continua cos sar presto trasformata in una periferia sull'acqua. Travolta da luci al neon, plastiche e turisti.





news

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

20-10-2017
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 20 OTTOBRE 2017

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

06-08-2017
L'appello al Presidente Mattarella: i beni culturali non sono commerciali. Come aderire

04-08-2017
Istat: mappa rischi naturali in Italia

03-08-2017
APPELLO - COSA SI NASCONDE NELLA LEGGE ANNUALE PER IL MERCATO E LA CONCORRENZA

31-07-2017
Su eddyburg intervento di Maria Pia Guermandi sulle sentenze del Consiglio di Stato e su Bagnoli- Stadio di Roma

31-07-2017
Comunicato EC Il Colosseo senza tutela: sulle recenti sentenze del Consiglio di Stato

30-07-2017
Dal blog di Giuliano Volpe: alcuni interventi recenti

27-07-2017
MiBACT, presto protocollo di collaborazione con le citt darte per gestione flussi turistici

26-07-2017
Franceschini in audizione alla Commissione Cultura del Senato

25-07-2017
Franceschini domani in audizione alla Commissione Cultura del Senato

25-07-2017
Franceschini: Musei italiani verso il record di 50 milioni di ingressi

25-07-2017
COLOSSEO, oggi conferenza stampa di Franceschini

20-07-2017
Questa legge contro i parchi e le aree protette, fermatela: appello di Italia Nostra alla Commissione Ambiente del Senato

18-07-2017
CAMERA DEI DEPUTATI - COMMISSIONE PERIFERIE - Audizione esperti (Bovini e Settis)

15-07-2017
Ricordo di Giovanni Pieraccini, di Vittorio Emiliani

12-07-2017
Comunicato di API-MIBACT sui Responsbili d'Area nelle Soprintendenze Archeologia, Belle Arti, Paesaggio

11-07-2017
Rassegna Stampa di TERRITORIALMENTE sul patrimonio territoriale della Toscana

10-07-2017
Il tradimento della Regione Toscana nella politica sui fiumi

06-07-2017
Per aderire all'appello sul Parco delle Alpi Apuane

Archivio news