LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

BARI - Teppisti sfregiano via Traiana tolte le basole a Bari vecchia
FRANCESCA RUSSI
25 agosto 2017 LA REPUBBLICA





DUE BASOLE staccate dalla pavimentazione antica e mandate in frantumi. I vandali tornano a colpire Bari vecchia. Questa volta, per, al centro del blitz dei teppisti finiscono i resti della via Traiana in piazza del Ferrarese.

Gli scavi archeologici recintati al centro della piazza erano stati coperti a maggio prima dei festeggiamenti di San Nicola e a fine luglio restituiti alla citt. stato dopo il 20 luglio, assicura il Comune di Bari, che avvenuto l'atto vandalico: qualcuno piombato all'interno della recinzione e ha smosso con forza le basole fino a provocarne il distacco dal lastricato. Sono stati ieri i tecnici della ripartizione Lavori pubblici a effettuare un sopralluogo per verificare l'effettivo danno a seguito della segnalazione fatta da alcuni cittadini. E, in effetti, hanno rilevato i tecnici, danno c' stato. Da non collegare - assicurano - alle operazioni di copertura e di scopertura degli scavi.

Proprio per preservare gli scavi dai migliaia di cittadini e pellegrini che avrebbero affollato la piazza dove viene esposta la statua di San Nicola a maggio scorso i resti della via Traiana erano stati coperti: questo perch, a differenza di altri anni, erano gi cominciati i lavori di ristrutturazione dell'ex mercato del pesce che, con recinzioni e impalcature, hanno di fatto ristretto lo spazio in piazza del Ferrarese.

L'intervento, realizzato dall'impresa proprio impegnata nel cantiere dell'ex mercato del pesce, stato eseguito secondo le prescrizioni della Soprintendenza con la posa in opera di tessuto sullo scavo, poi riempito di materiale incoerente sino alla quota di calpestio della piazza, ricoperto da un telo impermeabile in Pvc e infine sovrastato da una copertura in tavolato dello spessore di tre centimetri circa. La copertura, rimossa lo scorso 20 luglio, ha restituito il sito archeologico integro alla fruizione dei cittadini. Fino al blitz dei vandali.

Loro rompono e noi aggiustiamo - si stringe nelle spalle l'assessore alle Culture del Comune di Bari Silvio Maselli purtroppo non abbiamo alternative: dobbiamo trasformare il senso cinico dei baresi in senso civico. Impossibile, infatti, montare coperture a protezione dei reperti che rischierebbero di danneggiare il lastricato.

L'unica copertura possibile per mantenere intatta la fruizione degli scavi archeologici sarebbe un vetro - prosegue Maselli - ci avevamo pensato ma la Sovrintendenza non potrebbe mai autorizzarlo perch crea umidit e condensa e produce grossissimi problemi: in tal caso saremmo costretti ogni due-tre mesi a togliere il vetro e pulire con un aggravio di costi, tra pulizia e logistica, impossibile da affrontare. Cos l'unica cosa che si pu fare affidarsi alla civilt. E, quando non c', sborsare i soldi per ripristinare i danni fatti.

In questi casi torna in gioco il lavoro di squadra che dobbiamo fare in stretta connessione tra gli assessorati al Welfare, Pubblica istruzione e Culture per educare le nuove generazioni alla bellezza e al rispetto - va avanti l'assessore alle Culture della giunta Decaro - ci vuole tempo, una battaglia iniziata da anni a Bari che bisogna continuare e che richiede molta pazienza. questa la nostra sfida positiva a manutenere la citt e riportare la storia dove c' incuria e dimenticanza.

In passato a finire nella rete dei vandali era stata la colonna infame di piazza Mercantile sempre a Bari vecchia. Il leone dove una volta venivano esposti alla gogna pubblica i debitori insolventi stato pi volte preso di mira da incivili muniti di penne e pennarelli che hanno imbrattato il monumento. Le scritte fatte persino sul volto della statua sono state successivamente rimosse con un esborso di soldi da parte dell'amministrazione comunale.




news

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

17-09-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 17 SETTEMBRE 2018

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

Archivio news