LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

BERGAMO - "Punter su progetti dipanati nel tempo per creare fedelt"
CHIARA GATTI
27 agosto 2017 la Repubblica


Lorenzo Giusti ha vinto un concorso e da gennaio sar il nuovo direttore della Gamec (Galleria d'arte moderna e contemporanea) di Bergamo

NEL suo ufficio, al Museo d'arte di Nuoro, fa un caldo tropicale. Spegne il computer, afferra una sacca e fra mezz'ora sono in spiaggia . Le mancher il mare della Sardegna? Un po'. Ma a Bergamo ci sono le montagne e io sono un camminatore . Lorenzo Giusti, quarant'anni, toscano di Prato, direttore del museo Man, in Barbagia da cui decollata tempo fa anche Cristiana Collu, ora alla Galleria nazionale di Roma ha vinto un concorso. Da gennaio sar alla testa della Gamec, la Galleria d'arte moderna e contemporanea di Bergamo.

Meglio Gennargentu o Prealpi?

Il massiccio sardo bellissimo, ma le valli bergamasche non sono da meno. Mi attraggono i sentieri delle Orobie, le cascate del Serio.

La citt diversa d all'isola.

Bergamo un centro con un'alta offerta culturale, c' un collezionismo dinamico, e poi agisce su un territorio che comprende Milano e con cui si deve fare i conti quando si parla di mostre e progetti.

La intimorisce?

Sono carico. Man e Gamec hanno profili simili, si occupano di arte moderna e contemporanea messe in relazione. Non sar un salto nel vuoto.

Sostituisce un direttore che ha regnato per 18 anni.

Giacinto di Pietrantonio ha costruito l'identit di un luogo aperto che non privilegia certi linguaggi su altri; ha suggerito letture trasversali all'arte del 900, concentrandosi sugli anni 60 e 70 e sulla loro eredit. Ripartir da qui.

Idee sue?

Abbracciare un campo cronologico pi ampio, allargando alle avanguardie storiche che sono la base di molte pratiche del contemporaneo. Mi piace cercare nel passato codici per decifrare il presente.

Lo ha fatto a Nuoro?

Nei cicli che ho imbastito costruendo trilogie di mostre. Come quella sui maestri svizzeri, Arp, Giacometti, Klee o sulla "street photography". Anche per il contemporaneo ho lavorato su piattaforme tematiche. Non amo gli eventi estemporanei, mi piace ragionare per cicli che stimolino il desiderio di tornare. Vorrei provare a fare lo stesso "in Continente", come dicono i Sardi .

Il suo museo ideale?

Vivace, frequentato con regolarit, non solo per mostre occasionali. I progetti dipanati nel tempo creano abitudine e curiosit da parte del pubblico.

Il rapporto con la Carrara?

Carrara e Gamec rappresentano un importante polo dell'arte a Bergamo che include anche l'Accademia. Il rapporto sempre stato di collaborazione e cos mi auguro in futuro. Per gennaio in programma la grande mostra di Raffaello organizzata dalla Carrara nelle sale della Gamec.

Cosa pensa degli spazi un po' ristretti del museo?

Era un antico convento restaurato negli anni 90 dallo studio di Vittorio Gregotti, che fra l'altro ha compiuto adesso 90 anni. L'intervento elegante e funzionale, ma oggi il contemporaneo ha bisogno di spazi anche diversi.

Si parla di un trasferimento al Palazzetto dello sport.

Con una ristrutturazione adeguata sar l'ambiente perfetto per accogliere nuovi linguaggi e opere site-specific.

Ci sar posto per la collezione permanente?

Si vedr. La raccolta ha pezzi interessanti. Gamec uno dei pochi musei pubblici in Italia ad avere un Cattelan. Mi piacerebbe lavorare per una politica di acquisizioni che dia un'identit forte.

In attesa di cominciare?

Ho comprato un biglietto Bergamo- Berlino a 15 euro. Sar l in un'ora. Non mi sembra vero. Da Nuoro ci avrei messo una giornata.





news

12-01-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 12 GENNAIO 2018

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

Archivio news