LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA - Ma la Sicilia vota norme per aggirare le tutele
Antonio Fraschilla
30 agosto 2017 la repubblica



La Regione "interpreta" il testo unico e rende possibili deroghe ai vincoli

PALERMO.

Certe volte l'abusivismo si pu aiutare anche con la malaburocrazia: con dirigenti che chiudono un occhio sui controlli o con funzionari che non fanno marciare la pratiche di sanatoria per non dare risposte negative.

Non a caso una norma nazionale consente alle Regioni d'intervenire in via sostitutiva commissariando i Comuni e, soprattutto, la macchina amministrativa che non si muove. La legge statale, nel testo unico in materia di edilizia chiara. Ma ecco che in una delle regioni a pi alto tasso di abusivismo la norma nazionale stata recepita s, ma con qualche "piccola" modifica: l'Assemblea regionale siciliana ha approvato una norma interpretativa del testo unico consentendo il commissariamento soltanto dell'organismo politico, cio di sindaco, giunta e consiglio comunale. Tradotto: un bel regalo ai burocrati, che sono salvi da eventuali commissariamenti, e anche agli abusivi che vivono in Comuni che non fanno nulla: Di fatto escludiamo ogni responsabilit della pubblica amministrazione e in questo modo l'unico organismo davvero deputato alla tutela del territorio svincolato da forme di controllo, attacca il deputato regionale del Movimento 5 stelle Gianpiero Trizzino. Ma nella stessa norma approvata dall'Ars, c' un altro articolo molto contestato dagli ambientalisti e che apre alla realizzazione di grandi opere, senza specificare quali e di che tipo, in deroga ai vincoli ambientali e ai piani paesaggistici: di fatto un privato che deve realizzare una infrastruttura che rientri per il governo regionale tra quelle di "pubblica utilit" pu derogare ai vincoli facendo una richiesta all'assessorato Beni culturali. E c' di pi: la legge regionale fa salve tutte le opere che prima dell'adozione del piano paesaggistico abbiano ricevuto parere favorevoli da parte di una amministrazione regionale o locale. Basta quindi che il Comune, nell'iter di approvazione di una strada o di un impianto sportivo, abbia dato un primo via libera per far cadere i vincoli paesaggistici.

La norma gravissima e palesemente incostituzionale, attacca Gianfranco Zanna di Legambiente . La Sicilia dalle maglie larghe in tema di abusivismo e tutela dell'ambiente.



news

12-01-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 12 GENNAIO 2018

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

Archivio news