LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Via Gluck dimenticata la strada di Celentano non sar protetta
ALESSIA GALLIONE
17 settembre 2017 la repubblica


NIENTE vincolo per via Gluck. L'erba non c'era gi pi da decenni. Cos come la casa in mezzo al verde celebrata da Adriano Celentano. Eppure, la giunta Pisapia tent comunque di preservare quell'ultimo scorcio della periferia popolare milanese strettamente collegato alla crescita industriale . Con una proposta di vincolo paesaggistico spedita alla direzione regionale dei Beni culturali, che avrebbe dovuto salvare quello che era rimasto della memoria di via Gluck, ma anche il complesso di cosiddette "case minime" del Villaggio dei Fiori che in zona Primaticcio avevano ospitato gli sfollati della guerra, il verde dell'ex ospedale psichiatrico Paolo Pini e il Qt8. Un'operazione che, spieg nel 2013 l'allora assessora all'Urbanistica Ada Lucia De Cesaris, nasceva dalla necessit di tutelare quattro aree della citt che, per motivi storici, architettonici, paesaggistici, ambientali e culturali, rappresentano un patrimonio di Milano.
Ma di quelle pratiche, solo una, ovvero il vincolo per il quartiere modello in cui grandi architetti come Piero Bottoni sperimentarono per l'Ottava Triennale del 1947, sta andando avanti. Un procedimento comunque complesso e articolato spiega la sovrintendente Antonella Ranaldi . L'iniziativa sul paesaggio della Regione con cui comunque ci siamo confrontati. Tra l'altro, in corso la revisione del Piano paesaggistico della Lombardia con un accordo siglato tra ministero e Regione. Il vincolo per il Qt8 potrebbe essere affrontato anche in quella sede o procedere con un iter a parte. E via Gluck? E il Villaggio dei Fiori? E l'ex Paolo Pini? Non abbiamo dato seguito.
Eccoli, i titoli di coda alla possibilit di cancellare le ultime tracce della memoria di quella strada che il Molleggiato ha reso celebre ben oltre i confini di Milano. Anche se sua moglie, Claudia Mori, non sembra troppo dispiaciuta dalla notizia. Anzi. Purtroppo non c'era pi niente da tutelare dice . Quando ci fu la proposta, Adriano disse che via Gluck oggi era diventata la strada pi brutta d'Europa: lo condivido. La memoria in questo caso non mi sembra cos utile. Sarebbe meglio ricordare la strada com'era e piuttosto pensare a riqualificare altri quartieri come alcune periferie dove tanta gente vive in condizioni incivili per un Paese serio. Ancora una volta controcorrente.
L'obiettivo, quindi, rimane puntato solo sul Qt8. Anche, magari, attraverso il Piano della Regione che, spiegano dalla giunta di Palazzo Lombardia focalizzato sulla definizione dei contenuti operativi da definirsi congiuntamente al ministero dei Beni culturali dei 900 provvedimenti di tutela gi vigenti in Lombardia che non sono ancora dotati dei criteri di gestione previsti dal Codice dei beni culturali. E via Gluck? La richiesta di vincolo, spiegano, pervenuta ai nostri uffici nel 2014 per sola conoscenza, e non abbiamo mai avuto nessun riscontro in merito da parte del Comune. Stop.



news

08-12-2017
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 08 DICEMBRE 2017

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

06-08-2017
L'appello al Presidente Mattarella: i beni culturali non sono commerciali. Come aderire

04-08-2017
Istat: mappa rischi naturali in Italia

03-08-2017
APPELLO - COSA SI NASCONDE NELLA LEGGE ANNUALE PER IL MERCATO E LA CONCORRENZA

31-07-2017
Su eddyburg intervento di Maria Pia Guermandi sulle sentenze del Consiglio di Stato e su Bagnoli- Stadio di Roma

31-07-2017
Comunicato EC Il Colosseo senza tutela: sulle recenti sentenze del Consiglio di Stato

30-07-2017
Dal blog di Giuliano Volpe: alcuni interventi recenti

27-07-2017
MiBACT, presto protocollo di collaborazione con le citt darte per gestione flussi turistici

26-07-2017
Franceschini in audizione alla Commissione Cultura del Senato

Archivio news