LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ROMA-Scoperte 15 arcate dell'Acqua Vergine nel centro della citt
Tina Lepri
www.ilgiornaledellarte.com, 18/09/2017

Sono riemerse dal passato quasi per caso, tra piazza di Spagna e Palazzo Chigi, 15 arcate dellAqua Virgo, lAcqua Vergine, tra i pi cospicui pezzi di acquedotto romano allinterno della citt, spiega Francesco Prosperetti, direttore della Soprintendenza speciale di Roma. La scoperta avvenuta nel cantiere della nuova sede della Rinascente, che presto verr inaugurata (12 ottobre, Ndr), fra via Due Macelli e via del Tritone. E grazie alla collaborazione tra pubblico e privato e alla scelta coraggiosa della Soprintendenza speciale di Roma nel grande magazzino verr creata un'area archeologica: All'interno di uno spazio pubblico, aperto e senza biglietto, verr offerto qualcosa di unico al mondo: le arcate dellAqua Virgo, accompagnate da un racconto filologico con la suggestione delle ricostruzioni in realt virtuale, che aiutano a conoscere lacquedotto e la storia di quella parte della Roma barocca, annuncia Prosperetti.

L'Aqua Virgo lacquedotto che il console Marco Vespasiano Agrippa, genero dellimperatore Augusto, fece costruire nel 19 a.C. per far arrivare l'acqua corrente fino al Pincio, al Pantheon e alle sue terme in Campo Marzio. Scavando per il consolidamento delle fondamenta della Rinascente, sono spuntate tracce di antichi insediamenti. Alcuni carotaggi da parte dei tecnici della Soprintendenza, hanno svelato la presenza di una antichissima opera reticolata. Sono cos spuntati i resti di due acquedotti e della Salaria Vetus, di insulae e tabernae di prima e media et imperiale, di una domus signorile impreziosita da uno stibadium, una sorta di divano triclinare e di un piccolo impianto termale del IV secolo d.C. Tutto decorato con pavimenti in marmi policromi e mosaici.

Larea era gi stata studiata nel 1950 quando fu costruito ledificio poi abbattuto, racconta Marta Baumgartner, funzionaria archeologa della Soprintendenza che ha guidato i lavori sotto la Rinascente. Ma erano altri tempi. Per realizzare il piano interrato furono rasate le strutture antiche per circa 3 metri di altezza. Nessun elemento poteva far immaginare che al di sotto della quota raggiunta negli anni Cinquanta si conservasse ancora un intero settore urbano, in parte sepolto, in parte inglobato negli edifici moderni.



news

08-12-2017
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 08 DICEMBRE 2017

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

06-08-2017
L'appello al Presidente Mattarella: i beni culturali non sono commerciali. Come aderire

04-08-2017
Istat: mappa rischi naturali in Italia

03-08-2017
APPELLO - COSA SI NASCONDE NELLA LEGGE ANNUALE PER IL MERCATO E LA CONCORRENZA

31-07-2017
Su eddyburg intervento di Maria Pia Guermandi sulle sentenze del Consiglio di Stato e su Bagnoli- Stadio di Roma

31-07-2017
Comunicato EC Il Colosseo senza tutela: sulle recenti sentenze del Consiglio di Stato

30-07-2017
Dal blog di Giuliano Volpe: alcuni interventi recenti

27-07-2017
MiBACT, presto protocollo di collaborazione con le citt darte per gestione flussi turistici

26-07-2017
Franceschini in audizione alla Commissione Cultura del Senato

Archivio news