LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA-Caltanissetta e Gela: aree archeologiche e musei senza archeologi
ISABELLA DI BARTOLO
Repubblica-Palermo, 21/09/2017

Lente regionale che si occupa di tutela del patrimonio archeologico della provincia guidato da un architetto. Se serve un esperto, viene chiamato da Palermo


Una soprintendenza archeologica senza archeologo. Accade a Caltanissetta dove lente regionale che si occupa di tutela del patrimonio archeologico della provincia, senza un funzionario ad hoc. Ma non solo denuncia Simona Modeo, presidente regionale di SiciliAntica anche il nuovo Polo museale di Caltanissetta e Gela, che si occupa di fruizione e valorizzazione del patrimonio, senza un dirigente archeologo. Un paradosso.

Il territorio di Caltanissetta ricco di testimonianze antiche e vanta un museo archeologico di straordinaria importanza qual quello di Gela. Nel nisseno ci sono aree archeologiche uniche come Bosco Littorio a Gela dove in questo momento sono allopera archeologi dellUniversit di Catania per uno scavo aggiunge il presidente dellassociazione e ancora Gibil Gabib, Vassallaggi, Sofiana, monte Polizzello solo per citarne alcuni. Siti archeologici di grande bellezza e rilevanza che restano chiusi al pubblico per assenza di personale e che adesso non hanno un tecnico specifico per la loro cura e tutela.

Nessun archeologo nemmeno al Polo museale di Caltanissetta e Gela che mette insieme le aree archeologiche e i musei della provincia occupandosi della loro fruizione e vigilanza. Dopo le polemiche sull'abbandono in cui versa l'area archeologica di Caposoprano a Gela. Ma chi c alla guida dellunit operativa archeologica della Soprintendenza di Caltanissetta? Un tecnico eccellente risponde il soprintendente Vincenzo Caruso -, si tratta di un architetto, Sergio Macaluso, che gestisce con solerzia il suo incarico. Da architetto, abituato allinterscambialit dei ruoli e questo certo un bene per la nostra amministrazione. Tuttavia, si tratta di decisioni del dipartimento regionale che non dipendono da noi e che affrontiamo con seriet e grande professionalit.

Quando serve un archeologo, la Regione siciliana ne presta uno da altre Soprintendenze dellIsola. Cos in occasione di rinvenimenti o sequestri da parte delle forze dellordine e altre esigenze peculiari di analisi che necessitano la competenza di un archeologo, ne viene mandato uno da Palermo. Unassurdit commenta Modeo . La Regione dovrebbe colmare questa vacatio che dannosa
per il territorio. Gli archeologi sono gi sono pochi nelle altre Soprintendenze, ad Agrigento ce n soltanto uno e anche a Trapani sono pochi. Ma che a Caltanissetta non ve ne siano davvero appare strano. Sono scelte politiche che contestiamo e che abbiamo segnalato al dipartimento regionale senza avere alcuna risposta, oggi poi non sapremmo nemmeno pi a chi rivolgerci visto che gli interlocutori continuano a cambiare tra gli uffici dei Beni culturali.



news

20-02-2018
Documento del Coordinamento delle Società Storiche a proposito della libera riproduzione in archivi e biblioteche

20-02-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 20 febbraio 2018

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

09-02-2018
Lettera di API (Archeologi Pubblico Impiego) MiBACT al Ministro sulla Scuola del Patrimonio

23-01-2018
Museo Egizio, solidarietà dal Consiglio Superiore dei beni culturali

19-01-2018
La Dea di Morgantina in tournée? Una lettera dell'archeologo Malcolm Bell con una nota di Pier Giovanni Guzzo

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

Archivio news