LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

BOLOGNA - L'arte antica e la città nelle rimpiante Edizioni Alfa
PAOLA NALDI
26 settembre 2017 la Repubblica




Nel 1954 Bologna era una delle tante città italiane che recuperavano la propria identità nella costruzione febbrile di nuovi quartieri, in nuove forme di aggregazione politiche e sociali. Un fare necessario che si accompagnò ad un fermento eccezionale, non così scontato, nel campo dell'arte. È in quell'anno che prendono il via le famose "Biennali d'arte antica", con le mostre dedicate a Guido Reni, ai Carracci, ai maestri del Seicento, all'Etruria Padana, organizzate da Cesare Gnudi, Francesco Arcangeli, Andrea Emiliani, con la partecipazione di sir Denis Mahon e visitate da personaggi illustri come Alfred Hitchcock. Nello stesso tempo la Soprintendenza, guidata sempre da Cesare Gnudi, avvia diverse campagne di rilevamento e catalogazione dei beni culturali nelle chiese ma anche nei borghi dell'Appennino. Non furono solo grandi eventi ma soprattutto occasioni di studi profondi e innovativi, raccolti da un editore illuminato quanto coraggioso: il giovane Elio Castagnetti che fondò le Edizioni Alfa appositamente per pubblicare i cataloghi delle mostre e le ricerche della Soprintendenza, chiamando l'artista Pirro Cuniberti a disegnare il logo e a curare la grafica dei volumi.

La sua avventura durò una trentina d'anni e oggi si ritrova nella mostra «Come eravamo. Le Edizioni Alfa di Bologna (1954-1984)», allestita fino al 19 novembre nel quadriportico superiore della Biblioteca dell'Archiginnasio, dal lunedì al sabato dalle ore 9 alle ore 19 e domenica dalle ore 10 alle ore 14. La curatrice, Giovanna Delcorno, ha ripescato nei ricchi archivi conservati in piazza Galvani 1 le pubblicazioni più significative di Castagnetti, affiancando i famosi cataloghi a documenti, lettere, cartoline e fotografie. «La mostra racconta soprattutto il pensiero culturale di quel periodo bolognese, una visione dell'arte totale, tra la ricognizione dell'Appennino, le leggi sul centro storico e per la difesa della collina – spiega Andrea Emiliani -. Non sarebbe stato possibile se non ci fossero stati un sindaco irreprensibile come Guido Fanti, Leone Pancaldi incaricato di allestire le Biennali, Arcangeli, Gnudi e Castagnetti. In quei dieci anni Bologna fu al centro dell'Europa».

L'attenzione verso tutte le forme d'arte di Castagnetti non venne mai meno. Ad esempio nel 1970 venne pubblicato il catalogo dell'importante mostra sul centro storico, organizzata da Pier Luigi Cervellati a difesa di una zona della città da considerare come bene da tutelare. E nel 1987 invece Lamberto Trezzini curò l'uscita di «Due secoli di vita musicale», sulla storia del Teatro Comunale di Bologna.






news

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

17-09-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 17 SETTEMBRE 2018

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

Archivio news