LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Il castello svevo come mai visto Forestali in soccorso per tenerlo aperto
SILVIA DIPINTO
04 ottobre 2017 LA REPUBBLICA




DAL Corpo forestale dello Stato al primo piano del castello svevo di Bari, da restituire quanto prima alla città. Solo dopo una specifica formazione per diventare non solo custodi ma anche assistenti museali , assicurano dal Mibact. Sarà affidata a otto ex forestali l\'apertura al pubblico del piano nobile della fortezza di Bari vecchia, ieri inaugurato dal ministro dei Beni e delle attività culturali. Apriamo domani, annuncia all\'ingresso del castello Dario Franceschini, pronto a scongiurare le proteste dei sindacati che negli scorsi giorni avevano denunciato la carenza di personale e il rischio di chiusura dopo il taglio del nastro.

Come fare ad accogliere subito turisti e curiosi, lo spiega Eugenia Vantaggiato, direttrice del Segretariato regionale dei beni culturali e da ieri anche direttrice del Polo museale della Puglia. Metteremo subito a disposizione sette o otto unità che attualmente lavorano negli uffici di Bari, ex forestali affidati al Mibact invece che, come altri loro colleghi, ai Carabinieri anticipa Nei prossimi dieci giorni saranno formati per rendere fruibili le visite e non essere semplici custodi. Nel frattempo il tour al primo piano sarà disponibile in orari precisi, e meglio se dietro prenotazione.

Il sindaco Antonio Decaro lo chiama il gigante di pietra silenzioso . Da ieri il castello svevo recupera tutta la sua voce, per parlare ai baresi una lingua nuova. È quella delle quattro sale del primo piano, completamente rinnovate, grazie a 4 milioni di euro di fondi Poin 2007/2013.

Decaro e Franceschini si fermano ad ammirare la spilla appartenuta alla regina Bona Sforza e custodita nei secoli nella cassaforte del castello, ora in mostra nella Sala dei tesori. Il tour attraversa la Sala degli erratici lapidei con i due capitelli recuperati durante gli scavi dell\'ala nord, e la Sala delle ceramiche, che raccoglie i reperti trovati nel \"butto\" della fortezza.

Ringrazio per il laborioso impegno la Soprintendenza e il ministero fa gli onori di casa Decaro e con la collaborazione della Regione riapriremo altri contenitori culturali, come la parte superiore del museo di Santa Scolastica, il Piccinni, il teatro Margherita e l\'ex Mercato del pesce.

Prima dell\'inaugurazione, Franceschini incontra la Sovrintendenza e i rappresentanti regionali del Mibact per definire la questione personale. Troppo poche le 11 unità di assistenti alle visite attualmente in servizio al castello per garantire l\'apertura del primo piano. Domani (oggi per chi legge, ndr) faremo un summit per elaborare un programma garantisce Eugenia Vantaggiato e comunicare entro un paio di giorni quanto deciso agli utenti.

In pista resta l\'ipotesi \"Marta\" di Taranto: aprire a orari alternati i piani, come fatto per mesi dal museo archeologico ionico. Altra ipotesi è procedere con visite in fasce precise, magari su richiesta o prenotazione. Si tratta di una soluzione temporanea, solo per i primi dieci giorni assicura la direttrice il tempo necessario a formare gli ex forestali, cui speriamo prima possibile di affiancare altre 4 unità.



news

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

20-10-2017
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 20 OTTOBRE 2017

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

06-08-2017
L'appello al Presidente Mattarella: i beni culturali non sono commerciali. Come aderire

04-08-2017
Istat: mappa rischi naturali in Italia

03-08-2017
APPELLO - COSA SI NASCONDE NELLA LEGGE ANNUALE PER IL MERCATO E LA CONCORRENZA

31-07-2017
Su eddyburg intervento di Maria Pia Guermandi sulle sentenze del Consiglio di Stato e su Bagnoli- Stadio di Roma

31-07-2017
Comunicato EC Il Colosseo senza tutela: sulle recenti sentenze del Consiglio di Stato

30-07-2017
Dal blog di Giuliano Volpe: alcuni interventi recenti

27-07-2017
MiBACT, presto protocollo di collaborazione con le citt darte per gestione flussi turistici

26-07-2017
Franceschini in audizione alla Commissione Cultura del Senato

25-07-2017
Franceschini domani in audizione alla Commissione Cultura del Senato

25-07-2017
Franceschini: Musei italiani verso il record di 50 milioni di ingressi

25-07-2017
COLOSSEO, oggi conferenza stampa di Franceschini

20-07-2017
Questa legge contro i parchi e le aree protette, fermatela: appello di Italia Nostra alla Commissione Ambiente del Senato

18-07-2017
CAMERA DEI DEPUTATI - COMMISSIONE PERIFERIE - Audizione esperti (Bovini e Settis)

15-07-2017
Ricordo di Giovanni Pieraccini, di Vittorio Emiliani

12-07-2017
Comunicato di API-MIBACT sui Responsbili d'Area nelle Soprintendenze Archeologia, Belle Arti, Paesaggio

11-07-2017
Rassegna Stampa di TERRITORIALMENTE sul patrimonio territoriale della Toscana

10-07-2017
Il tradimento della Regione Toscana nella politica sui fiumi

06-07-2017
Per aderire all'appello sul Parco delle Alpi Apuane

Archivio news