LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Bella e invisibile la Puglia antica a mezzo servizio \"Mancano i custodi\"
ANTONIO DI GIACOMO
04 ottobre 2017 LA REPUBBLICA





LA CULTURA dimezzata. È un quadro desolante quello che emerge attraverso i numeri dei vuoti in organico del personale nei castelli, parchi archeologici e musei statali in Puglia. Talmente elevati da mettere in discussione la possibile fruizione del patrimonio artistico e culturale disseminato per la regione. Esemplare, tanto per cominciare, è il caso del castello di Copertino che ha appena tre addetti per i servizi di vigilanza, tutela e accoglienza al pubblico. Talmente pochi rispetto alle necessità di un castello così grande, ma pochi sarebbero stati anche per un piccolissimo museo di qualche stanza, che il maestoso gioiello architettonico e storico di Copertino è chiuso nei giorni festivi e aperto, negli altri, appena mezza giornata, dalle 8 alle 14, con buona pace del turismo che prende d\'assalto il Salento.

E beninteso - lamenta Matteo Scagliarini, coordinatore regionale per la Cgil dei lavoratori del ministero per i Beni culturali - si fanno pure i salti mortali per assicurare quella mezza giornata di apertura: per essere a regime, infatti, il castello di Copertino dovrebbe avere almeno 15 unità di personale. Vanno peggio, se possibile, le cose nel parco archeologico di Canne della Battaglia che, a fronte di appena 3 addetti contro i 10 che servirebbero per un\'area così vasta insieme poi con l\'Antiquarium, riesce ultimamente a essere aperto solo dal giovedì alla domenica. Per non parlare del museo archeologico Jatta di Ruvo Di Puglia, dove gli assistenti alla fruizione sono appena 2 e si compiono miracoli per garantire l\'apertura al mattino (e il giovedì e il sabato anche di pomeriggio).

Solo da poco, d\'altra parte, al Marta, il museo archeologico di Taranto la direttrice Eva Degli\'Innocenti è riuscita a superare il problema della visita contingentata con l\'apertura a piani alternati, fonte di non pochi disagi per turisti e visitatori. Drammatica invece è la situazione del castello di Gioia del Colle, al cui interno - denuncia ancora Scagliarini della Cgil - c\'è anche un allestimento museale di tutto rispetto: sono appena 5 le unità di personale disponibili, il che vuol dire aprire al pubblico non certo in condizioni ottimali per la sicurezza senza contare i problemi rispetto a permessi e ferie.

Come a dire che le criticità emerse al castello normanno svevo di Bari con l\'apertura ieri del nuovo livello espositivo non sono che la punta di un iceberg. Ne sanno qualcosa a Siponto, dove i 4 addetti a vegliare sulla basilica impreziosita dall\'installazione di Edoardo Tresoldi fanno i salti mortali per garantire l\'apertura.

La situazione dei siti culturali sta per esplodere, allora? Si sta trascinando e, per quanto il ministero stia prestando attenzione, questo è vero riconosce Scagliarini - si applicano soluzioni tampone coprendo ora un\'emergenza in un luogo ora in un altro. Si navigherà a vista, insomma, finché non si attiveranno le procedure per nuovi concorsi . Ma il problema, riflette Eugenia Vantaggiato, segretario regionale del Mibact al quale da ieri è stata affidata una delega temporanea per il Polo museale della Puglia, il cui posto di direttore è vuoto da venerdì scorso a causa del pensionamento dell\'ex direttore Fabrizio Vona, non riguarda solo il personale di custodia. A livello ministeriale finalmente è stato posto il problema degli organici e sono ottimista sulle procedure in campo. Siamo in una fase di completamento della mobilità volontaria e nel contempo vengono banditi concorsi a più livelli, perché i beni culturali non hanno bisogno soltanto di vigianza ma di professionalità tecniche come quelle degli archeologi e storici dell\'arte.



news

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

20-10-2017
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 20 OTTOBRE 2017

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

06-08-2017
L'appello al Presidente Mattarella: i beni culturali non sono commerciali. Come aderire

04-08-2017
Istat: mappa rischi naturali in Italia

03-08-2017
APPELLO - COSA SI NASCONDE NELLA LEGGE ANNUALE PER IL MERCATO E LA CONCORRENZA

31-07-2017
Su eddyburg intervento di Maria Pia Guermandi sulle sentenze del Consiglio di Stato e su Bagnoli- Stadio di Roma

31-07-2017
Comunicato EC Il Colosseo senza tutela: sulle recenti sentenze del Consiglio di Stato

30-07-2017
Dal blog di Giuliano Volpe: alcuni interventi recenti

27-07-2017
MiBACT, presto protocollo di collaborazione con le citt darte per gestione flussi turistici

26-07-2017
Franceschini in audizione alla Commissione Cultura del Senato

25-07-2017
Franceschini domani in audizione alla Commissione Cultura del Senato

25-07-2017
Franceschini: Musei italiani verso il record di 50 milioni di ingressi

25-07-2017
COLOSSEO, oggi conferenza stampa di Franceschini

20-07-2017
Questa legge contro i parchi e le aree protette, fermatela: appello di Italia Nostra alla Commissione Ambiente del Senato

18-07-2017
CAMERA DEI DEPUTATI - COMMISSIONE PERIFERIE - Audizione esperti (Bovini e Settis)

15-07-2017
Ricordo di Giovanni Pieraccini, di Vittorio Emiliani

12-07-2017
Comunicato di API-MIBACT sui Responsbili d'Area nelle Soprintendenze Archeologia, Belle Arti, Paesaggio

11-07-2017
Rassegna Stampa di TERRITORIALMENTE sul patrimonio territoriale della Toscana

10-07-2017
Il tradimento della Regione Toscana nella politica sui fiumi

06-07-2017
Per aderire all'appello sul Parco delle Alpi Apuane

Archivio news