LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Castellammare di Stabia il sindaco: "Le mani dei clan sui nuovi appalti"
ROBERTO FUCCILLO
08 ottobre 2017 LA REPUBBLICA


A rischio infiltrazioni anche i lavori legati al Grande Progetto Pompei Pannullo: "Manderò una relazione alla prefettura, decideranno che fare"

Q UESTA è una città che ha già avuto due consiglieri uccisi nella sua storia. Io preferisco parlare prima, non aspettare gli eventi per dir epoi che la giustizia deve fare il suo corso. Non ritira la mano il sindaco di Castellammare, il pd Antonio Pannullo. Venerdì quella stessa mano aveva lanciato un pesante sasso nella stagno. All'atto di presentare la nuova giunta, Pannullo aveva rivelato ai suoi concittadini che abbiamo il fiato della camorra sul collo e che i poteri forti stanno provando a mettere le mani sulla città.
Un pugno nello stomaco. Perchè Castellammare è pur sempre uno dei principali centri campani, è stata la città di Antonio Gava, della deindustrializzazione selvaggia e della difesa degli ultimi scampoli di commesse per i cantieri navali. La città dove, come ricorda Pannullo, furono uccisi Sebastiano Corrado negli anni 90 e Luigi Tommasino in tempi più recenti. L'ombra della camorra forse non si è mai dileguata, ma di sicuro ora, secondo Pannullo, sta ridiventando più nitida, alla luce dei nuovi progetti e appalti che incombono. Uno su tutti, il Grande progetto Pompei, ovvero l'estensione, a partire dal nucleo archeologico, della riqualificazione di quelle terre sotto la "protezione" della cosiddetta "Buffer zone" dell'Unesco.
Un progetto a cui il governo sta dando l'input definitivo. Vi sono coinvolte Portici, Ercolano, Torre del Greco, Torre Annunziata, Pompei, Trecase, Boscoreale, Boscotrecase e Castellammare, ma quest'ultima rappresenta quasi il 10 per cento del totale del territorio coinvolto, e, come dice Pannullo, abbiamo un'area che dai vecchi insediamenti industriali fino al porto e all'ingresso della città, è paragonabile a Bagnoli. Ovvio, secondo Pannullo, che la cosa scateni nuovi appetiti, interessi pressanti che oltrepassano i nostri confini territoriali. Ma i clan sembrano richiamati anche dai lavori per la rifunzionalizzazione dell'arenile e dal bando, attualmente all'esame della Autorità portuale, per il rifacimento degli otto chalet polifunzionali sulla banchina dell'Acqua della Madonna. Castellammare è cresciuta ha detto il sindaco venerdì e ripete oggi percepisco il potere attrattivo di alcuni temi per determinati interessi. Perciò lancio l'avviso prima.
Un certo grado di sbandamento è però determinato dal fatto che l'allarme sia coinciso con la presentazione della nuova giunta. Non a caso Pannullo ha subito il contropiede di Mdp, guidata in città dall'ex sindaco Salvatore Vozza. Quest'ultimo, dopo aver criticato soprattutto la rinuncia al vicesindaco Antonio Di Martino, ha preso in parola l'allarme di Pannullo e ieri ha scritto al ministro dell'Interno Marco Minniti, al Procuratore antimafia Franco Roberti, alla commissione antimafia di Rosy Bindi, al Prefetto Carmela Pagano e al Procuratore della Repubblica di Torre Annunziata Giovanni Colangelo.
Una lunga missiva, nella quale Vozza ripercorre i problemi della città per giungere infine alla richiesta: l'opportunità di inviare la commissione d'accesso in città, meglio se a chiederla fosse lo stesso Pannullo. A loro volta, i deputati di Articolo 1 Arturo Scotto e Luisa Bossa fanno partire una interpellanza alla commissione antimafia, nella quale si mostrano allarmati per la eventualità che la crisi di giunta sia stata determinata da soggetti terzi rispetto alla politica, ripropongono un elemento di riflessione già avanzato da Vozza, il possibile voto di scambio durante le elezioni di un anno fa, e chiedono anch'essi la commissione d'accesso della Prefettura, passom propedeutico al possibile scioglimento del Comune.
Il sindaco non ci sta a fare la figura di chi si sia svegliato in ritardo. Alla polemica con Mdp risponde piccato: Quello che ho detto l'altro giorno dimostra che sono loro a essere arrivati un po' tardi. Ma dietro la polemica di palazzo resta l'allarme camorra, e qui la risposta di Pannullo è diretta: Quello che ho detto è contenuto in una relazione che porterò in Prefettura. Poi sarà questa a valutare il da farsi, io faccio un altro mestiere.



news

24-02-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 24 febbraio 2018

20-02-2018
Documento del Coordinamento delle Società Storiche a proposito della libera riproduzione in archivi e biblioteche

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

09-02-2018
Lettera di API (Archeologi Pubblico Impiego) MiBACT al Ministro sulla Scuola del Patrimonio

23-01-2018
Museo Egizio, solidarietà dal Consiglio Superiore dei beni culturali

19-01-2018
La Dea di Morgantina in tournée? Una lettera dell'archeologo Malcolm Bell con una nota di Pier Giovanni Guzzo

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

Archivio news