LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

"Sos Appia Antica ottomila abusi edilizi Qui le ville spuntano tra i monumenti"
LORENZO D\'ALBERGO
13 ottobre 2017 LA REPUBBLICA




PASSEGGIANDO lungo la Regina viarum, l'Appia antica, i 6.112 nuovi abusi scoperti in tutta Roma dal dipartimento Urbanistica sembrano un nonnulla. Una minuzia, perché ai lati dei pietroni che lastricano balbettanti la consolare lo scempio assume proporzioni inquietanti. Perché qui, in un fazzoletto di verde stropicciato dal mattone selvaggio, negli anni sono piovute più di 8.000 domande di condono. Tanti ne ha contati l'ufficio di Rita Paris, responsabile dell'Appia per la Soprintendenza speciale per i Beni archeologici della capitale.

Ci sono ville spuntate dal nulla spiega l'archeologa spesso a ridosso dei monumenti. Ma le armi di chi è deputato alla loro conservazione spesso sono spuntate. A fronte di centinaia e centinaia di pareri negativi rilasciati dalla Soprintendenza, infatti, sono gli uffici capitolini a essere in difetto. In assenza della chiusura del procedimento, gli abusi restano al loro posto. Intoccabili quando, invece, dovrebbero essere demoliti perché realizzati in un'area in cui non si concede più una licenza edilizia dal 1965.

L'Appia spiega con trasporto Paris è stata sfigurata. Alcune residenze private sono diventate location per matrimoni. Quello a cui si assiste nel Parco regionale è un abusivismo di arroganza, non certo di necessità. L'affronto alla bellezza dei resti dell'antica Roma è quotidiano: un vivaio si è trasformato prima in una serra, poi in un market e ora in un ristorante proprio davanti al mausoleo di Cecilia Metella. A minare l'area racchiusa tra l'Appia nuova e la via Ardeatina, poi, ci sono sfasciacarrozze, depositi giudiziari, impianti sportivi, piscine e sterminati parcheggi di roulotte. Gli abusi, insomma, qui sembrano avere vita propria: nascono, crescono, si trasformano in oltraggio.

Ne risente l'occhio del turista, ne risentono pure i controlli dei guardiaparco e del ministero. Noi proviamo a intervenire in ogni modo per sanare la piaga dell'abusivismo, ma il nostro lavoro non è facile, è costretta ad ammettere Rita Paris. Che poi entra nel merito: Le nostre raccomandate tornano indietro, al telefono non risponde mai nessuno. Le ispezioni, anche solo per controllare lo stato di conservazione dei monumenti recintati dai privati, così diventano impossibili. Ora, trovato l'accordo con la procura e con l'ufficio Condono, manca solo una decisa sterzata del Campidoglio contro gli abusi.



news

31-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 31 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news