LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Appello per Piazza Castromediano A rischio i reperti archeologici
Quotidiano di Puglia (Lecce)11 Oct 2017


Largo Castromediano: lettera dellarcheologo DAndria dopo i fondi spesi e lincuria



LA RIPRODUZIONE La ricostruzione del trappeto di età romana - del II-I sec. a.C - ritrovato negli scavi di piazzetta Castromediano. Si notano le macine, le presse e i vani di raccolta delle olive. Cè anche il lacus olearius, una vasca rettangolare che poteva contenere 8.000 litri di olio dopo la spremitura

Lo aveva annunciato. E così ha fatto. Francesco DAndria, professore emerito dellUniversità del Salento, ha chiamato in causa la Sovrintendenza dei Beni Culturali perché intervenga su piazzetta Castromediano. Il problema è che, lintervento effettuato nel lontano 2008 per mettere in luce i reperti archeologici ritrovati sotto piazzetta Castromediano fa acqua da tutte le parti. Ma quegli scavi, è in sostanza lappello dellarcheologo, vanno salvati.

Lo aveva annunciato. E così ha fatto. Francesco DAndria, professore emerito dellUniversità del Salento, ha chiamato in causa la Sovrintendenza dei Beni Culturali perché intervenga su piazzetta Castromediano.

Il problema è che, lintervento effettuato nel lontano 2008 per mettere in luce i reperti archeologici ritrovati sotto piazzetta Castromediano fa acqua da tutte le parti. Chi passeggia sulla piazzetta su cui si affaccia anche Palazzo Carafa, calpesta testimonianze delletà del Ferro, delletà messapica (con una necropoli), delletà repubblicana (con un lacus olearius che poteva contenere 8000 litri di olio). E ancora i resti di una strada e i resti di case e botteghe delletà romano-imperiale e tanto altro. Fino ad arrivare al 1800 quando fu realizzata la piazzetta.

Un bel pezzo di storia, dunque. Che però non è visibile. Le finestre di vetro dalle quali si dovrebbero ammirare i reperti archeologici infatti sono appannate a causa della condensa che si crea allinterno o coperti da rigogliosa vegetazione. Basta guardare allinterno per ammirare delle bellissime e verdi felci.

Nel 2005 e fino al 2008 fu proprio il professore DAndria a seguire personalmente gli scavi che riportarono alla luce lantica storia economica della città legata alla produzione e al commercio dellolio. Ho scritto alla Sovrintendenza - ha spiegato DAndria - e ho segnalato lo stato pessimo di conservazione in cui si trovano oggi i reperti - ha spiegato DAndria - E ho chiesto che si faccia la verifica dello stato di conservazione e un intervento perché temo che gli intonaci idraulici della vasca per lolio di età romana siano saltati a causa di questa vegetazione. e anche la pietra leccese con cui sono costruiti i depositi oleari del 1500-1600, importanti per- ché danno lidea di quale fosse la sorgente della ricchezza del Salento che permetteva di costruire Santa Croce attraverso il commercio dellolio, credo che con lumido la pietra leccese non stia bene.

Insomma ci vuole un intervento immediato per evitare che si creino danni ai reperti. e poi è necessario intervenire per creare un sistema di aereazioen. Nella lettera ho chiesto anche - ha concluso DAndria - perché non si riesce a trovare tecnicamente un sistema per areare ed evitare la condensa. Non siamo i primi al mondo a fare una cosa simile. E solo che non riusciamo a gestirla.

La parola ora spetta alla Sovrintendenza.



news

18-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news