LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

FIRENZE-Crollo a Santa Croce: lultimo intervento una settimana fa. LOpera: Non cera traccia di rischi
Marco Gasperetti
Corriere della Sera, 20/10/2017

Il segretario generale dellOpera, Giuseppe De Micheli: Non voglio giustificarmi, cè uninchiesta e non si deve interferire


La basilica di Santa Croce è una delle chiese più controllate al mondo. E non soltanto per i tesori che custodisce, e per i dispositivi elettronici con la quale è equipaggiata, ma per i continui sopralluoghi mirati a garantire la sicurezza alle centinaia di migliaia di turisti che la visitano ogni anno. Così lOpera, che la gestisce in accordo con il Comune e il ministero dellInterno, ha elaborato protocolli speciali e molto rigidi sulle sicurezza e i controlli sono frequentissimi. Lultimo era stato effettuato appena una settimana fa. Il nostro è un complesso, che si estende per 11 mila metri quadri, è sempre aperto un cantiere per i lavori di manutenzione, ma soprattutto di prevenzione. Perché nulla è lasciato al caso, niente allapprossimazione per garantire una visita sicura a tutti, spiega il segretario generale Giuseppe De Micheli.

Gli interventi
Già, la prevenzione importantissima davanti a complessi architettonici così complessi e antichi. Lultimo intervento era stato effettuato da poco: la scorsa settimana. I tecnici dellOpera di Santa Croce avevano impiegato un elevatore per pulire le vetrate nella parte della basilica. E la struttura meccanica era stata posizionata proprio nel settore dove ieri è avvenuta la tragedia. Ma noi non ci eravamo fermati soltanto alla pulizia e al controllo dello stato delle vetrate spiega ancora De Micheli lelevatore era stato impiegato anche per effettuare una verifica sulle superfici di quella zona. I tecnici avevano controllato palmo a palmo le strutture e tutto era risultato regolare. Insomma, nessun pericolo di crollo, nessun sospetto di distacco del ben che minimo frammento dalle capriate del soffitto che si eleva per trenta metri. E il passato? Negli ultimi quindici anni lintero complesso di Santa Croce è stato messo in sicurezza, restaurato, monitorato costantemente in ogni sua parte assicura ancora De Micheli . Lo ripeto, il nostro è un cantiere permanente. Io sono segretario generale da diciassette anni a non ho mai visto accadere nulla del genere. Poi non sta a me dare giustificazioni. Semmai è la sovrintendenza che deve dare un giudizio tecnico sul nostro operato. In ogni caso, cè uninchiesta e io non voglio assolutamente interferire. Naturalmente la tragedia di oggi ci obbliga a riflettere e cercare di capire come sia possibile che sia accaduta una cosa simile che, oltre che a una tragedia, ci appare una beffa del destino proprio per i controlli che in quella zona erano stati effettuati la scorsa settimana. De Micheli racconta di aver ricevuti moltissimi messaggi di incredulità per ciò che è accaduto, anche dalle istituzioni.

Il sindaco e larcivescovo
Il sindaco Dario Nardella ha espresso profondo dispiacere per lincidente e segnalato la presenza dei tecnici del ministero sul posto. Poi ha disposto, tramite i servizi del Comune, limmediata assistenza alla moglie del turista spagnolo morto. Anche larcivescovo di Firenze, il cardinale Giuseppe Betori ha espresso cordoglio e vicinanza alla moglie e alla famiglia della vittima e ha assicurato la preghiera di tutta la comunità diocesana. Larcivescovo è vicino anche allOpera di Santa Croce e alla comunità dei Francescani Conventuali che gestiscono la basilica.



news

12-01-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 12 GENNAIO 2018

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

Archivio news