LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

Pubblichiamo in ritardo, scusandoci con l'autore, il contributo offerto da Giorgio Bonsanti al dibattito sulla decisione del direttore degli Uffizi Eike Schmidt di andare a dirigere il Kunsthistorisches Museum di Vienna alla conclusione del suo mandato a Firenze.


Propongo una considerazione sulla vicenda del prossimo passaggio di Eike Schmidt dagli Uffizi al Kunsthistorisches Museum di Vienna.
Diversamente da alcuni pareri che si sono letti, non trovo niente di disdicevole nel comportamento di Schmidt. Ogni situazione deve essere valutata iuxta propria principia, e allora questa deve essere inquadrata nella nuova concezione dei Musei autonomi che è stata introdotta da Franceschini. Io personalmente non lapprovo per niente, ma questo è un altro discorso.
Se si entra (ripeto, non si tratta di accettare, ma di capire) in quella logica, in cui i direttori sono assunti sul mercato (vedete, adopero anche la terminologia corrispondente) internazionale secondo bandi pubblicati di volta in volta, diventa del tutto normale che uno di essi agisca tenendo conto di criteri suoi personali. Si potranno ovviamente criticare, ma diventano fatti suoi. Allora, Schmidt vede il famoso pronunciamento del TAR che boccia alcune nomine analoghe (certo, allorigine stanno errori progettuali del MIBACT), e chissà che non succeda di nuovo; prende contatto con le realtà amministrative e gestionali del sistema italiano; paga le multe inflittegli dal Comune di Firenze per aver attivato gli altoparlanti del Loggiato degli Uffizi contro i bagarini; tiene conto di avere un contratto a termine, e di non avere garanzia chesso sarà rinnovato, e comunque non più di una volta; dopodiché gli arriva lofferta di un Museo fra i più affascinanti del globo, che sta in una città dove si vive bene come Vienna. Ed è allora che Schmidt prende la sua decisione.
Già qualcuno ha avanzato un paragone con la situazione degli allenatori di calcio; non per nulla quelli ritenuti vincenti sono contesi e vanno dove scelgono di andare. Il problema non è il comportamento di Schmidt, ma il nuovo modello dei Musei: adesso funzionano secondo questi parametri, e stiamo certi che vedremo altri casi come questo. Diciamo piuttosto che anche il reclutamento dei direttori dei Musei dovrebbe allora uniformarsi alle regole del calcio: nessuna Società potrebbe legittimamente e senza incorrere in penali reclutare un allenatore due anni prima della scadenza del suo contratto già in esistenza, certe cose si fanno nascostamente fin quando è il momento di portarle alla luce. Ma a suo modo è stato cosa onesta dirlo subito.
Giorgio Bonsanti



news

02-06-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 2 giugno 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news