LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ROMA - Montuori: "L'abbattimento io non potevo impedirlo"
LORENZO D\'ALBERGO
18 ottobre 2017 LA REPUBBLICA

PIAZZA Pitagora, via Lima... quello del villino Coppedè di via Ticino non è il primo caso di demolizione e ricostruzione. Gli altri, anche se più importanti, sono passati inosservati.

Assessore Montuori, la ferita questa volta ha smosso residenti e associazioni. Perché il Comune non è intervenuto? Per non firmare il permesso di costruire devo avere ottime ragioni, si rischia una causa con i costruttori. Abbiamo avviato un focus sul procedimento e chiesto al Mibact se sono state completate tutte le verifiche. Noi possiamo agire in autotutela solo dove abbiamo gli strumenti. In questo caso non li avevamo. La Soprintendenza non ha riconosciuto qualità particolari al contesto urbano .

La giunta M5S, però, avrebbe potuto dare un indirizzo chiaro su questo caso. Tanto più avendo in programma lo stop al consumo di suolo.

Allora, tecnicamente a chi sceglie la linea dello "stop al consumo di suolo" dovrebbe piacere la pratica della ricostruzione. Si aumentano i pesi insediativi in una zona che ha già servizi. Ma ribaltiamo la questione. Nessuno prende seriamente posizione su come la città debba crescere.

Per ora nemmeno i 5 Stelle.

Quando avremo il governo del Paese... per ora amministriamo con leggi fatte da altri. Così il costruire sul costruito rischia di restare solo uno slogan. A Roma serve una discussione sana sul proprio destino urbanistico. Manca dalle Olimpiadi del 1960.

E dove dovrebbe portare questo dialogo?

Per esempio a richiedere che i nuovi immobili abbiano alcune qualità, che rispettino determinati canoni. Ma questo implica un pensiero altissimo. Capisco che sia più facile e comunicabile un vincolo che impedisca di toccare ciò che ha più di 80 anni. Non si fanno più ragionamenti sulla qualità dei quartieri e lo stesso Piano Casa regionale si innesta su un dibattito inesistente. La giunta Zingaretti nel rinnovarlo ha lasciato immutati alcuni articoli pessimi. Il caso di via Ticino è uno degli effetti più immediati del Piano Casa, col suo bonus del 30% in cubature per chi demolisce e ricostruisce.

E la legge sulla rigenerazione urbana?

Permette di riperimetrare aree in cui fare salvaguardia. Ma dobbiamo comunque uscire dall'idea di una Roma immodificabile, dal museo a cielo aperto, dall'effetto Disneyland. Va cambiato il racconto urbanistico di questa città. Come si fa? Ci vogliono 20 anni... Roma oggi vive di singoli accadimenti, di singoli edifici interessanti. Dobbiamo parlare con architetti, ricercatori, artisti e scienziati. Per cercare di stabilire un'idea di sviluppo.

È possibile nella capitale degli abusi?

L'abusivismo è una piaga. Leggo del disegno di legge Falanga, che punta a tutelare l'abusivismo di necessità. Per Roma servirebbe altro. Bisognerebbe, come si dice, colpirne uno per educarne cento. Ma le demolizioni costano, soprattutto la bonifica. Servirebbe un investimento importante. L'acquisizione al patrimonio capitolino? Per ora è stata applicata solo per la mafia.

Un'ultima domanda. Alla fine il nuovo progetto per via Ticino le piace o no?

Su questo non mi esprimo.





news

12-01-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 12 GENNAIO 2018

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

Archivio news