LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Il monito di Osanna "Abbattere gli abusi in aree archeologiche"
OTTAVIO LUCARELLI
23 ottobre 2017 la repubblica





ERCOLANO. Le opere abusive realizzate nelle aree archeologiche vanno demolite. Su questo non c'è da discutere, come sulla collina di Varano. Massimo Osanna, direttore generale del Parco archeologico di Pompei che comprende anche Stabiae, Oplontis e Boscoreale, ritorna sulla recente polemica con l'amministrazione comunale di Castellammare relativamente all'area archeologica di Varano. Osanna ne parla intervenendo a Villa Campolieto alla prima delle tre conferenze organizzate la domenica mattina dalla fondazione "Ville vesuviane" presieduta dal professore Giuseppe Galasso che lo ha invitato per illustrare il Grande progetto Pompei.

Nei giorni scorsi Osanna ha avuto uno scambio polemico di comunicati con l'amministrazione comunale: Stabiae e il suo territorio meritano un museo e una scuola di specializzazione di alto livello che è stata da tempo individuata nella Reggia del Quisisana. Devo tuttavia constatare con delusione - ha scritto Osanna - che a oggi, nonostante i nostri continui solleciti, non si è ancora giunti alla firma della convenzione da tempo programmata. Così come allo stessa stregua per la collina di Varano non ci sono stati, nonostante i nostri appelli, segnali di seri di interventi a favore della lotta all'abusivismo . Frasi che hanno gelato il Comune di Castellammare. È nostra ferma volontà destinare la Reggia di Quisisana quale sede del museo e della scuola di archeologia è stata la reazione di Giuseppe Rubino, assessore ai Beni culturali.

Su questo punto, dopo aver radiografato lo stato di attuazione del Grande Progetto Pompei, Osanna è ritornato ieri mattina a Villa Campolieto davanti a una qualificata platea di addetti ai lavori ed esperti: Le opere abusive nelle aree archeologiche devono essere demolite. Tutte. Un braccio di ferro che, dunque, continua e che riguarda il futuro dell'area di Varano, le ville romane dell'antica Stabiae sommesrse dal cemento abusivo.

Osanna ha anche annunciato che nel 2018 il Grande progetto Pompei finanziato con fondi europei e nazionali sarà completato e ha ribadito di essere favorevole alla realizzazione di un hub dell'alta velocità a Pompei per consentire, in interscambio con la Circumvesuviana, non solo un collegamento rapido con le grandi città, ma anche con tutta l'area circostante in modo da condurre una parte degli oltre tre milioni di visitatori annui a Ercolano, Oplontis, Stabiae e Boscoreale . Le conferenze a Villa Campolieto proseguiranno domenica prossima con l'intervento di Emma Giammattei.




news

11-12-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 11 dicembre 2018

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

Archivio news