LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

L'AQUILA-Terremoti e Beni culturali. La storia infinita de LAquila dove mancano gli archeologi
Manlio Lilli
http://emergenzacultura.org, 10/11/2017

La ricostruzione nellarea, tra Marche, Umbria e Lazio, dopo il sisma del 2016 non decolla?
Lemergenza continua ad essere lo status di tanti elementi del patrimonio storico-artistico-archeologico?
Ad un anno di distanza e con un nuovo inverno da affrontare, cé il rischio che continuino a deteriorarsi parti di mobili e immobili ancora in attesa del primo intervento?


Inutile affannarsi tanto. A LAquila, dove il terremoto cè stato nel 2009, si lavora ancora. A distanza di otto anni dalle scosse che hanno distrutto e lesionato gran parte degli edifici del centro abruzzese e del suo hinterland, cé ancora molto da fare. Tra carenza di figure operative e il sovrapporsi delle competenze, non è facile. Ad oggi sono circa 750 gli interventi di ricostruzione, tra LAquila e i Comuni del cratere, che passano al nostro vaglio. Molti cantieri, sia pubblici che privati, riservano però delle sorprese: durante i lavori spuntano affreschi, resti archeologici, frammenti di pietre lavorate. Serve un grandissimo lavoro di tutela del patrimonio culturale, ma siamo a corto di personale. Questa è una grossa criticità. Alessandra Vittorini, dal 2015 a capo della Soprintendenza Archeologia, Belle arti e Paesaggio per LAquila e i Comuni del cratere, ne parla con preoccupazione.

Già perché, nonostante gli annunci del ministro Franceschini, a mancare a LAquila e dintorni sono i professionisti del settore.

Siamo tranquillamente tra l80 e il 90% di lavori approvati e partiti, ma cè carenza di personale. La mia Soprintendenza è entrata in funzione ai primi del 2015 e non ha mai avuto nuove assegnazioni di personale, non cè stato ricambio. Sulla carta dovrei avere 105 dipendenti, ma in servizio sono 64. Tra questi 64 cè personale amministrativo, di vigilanza, bibliotecari Se andiamo a contare le figure che lavorano operativamente nella tutela dei beni culturali, come gli architetti, gli archeologi, gli storici dellarte e i restauratori ne troviamo 6, invece di 32. Da due anni ci arriva personale in prestito dalla Soprintendenza di Chieti , racconta larchitetto Vittorini. Certo cé il personale neoassunto, insomma quello proveniente dal concorso indetto dal Mibact. Archivisti e Bibliotecari, ma neppure un archeologo. in una situazione come questa de LAquila è larcheologia lemergenza assoluta. Qui si sforacchia il suolo e a ogni metro quadro si trova di tutto, addirittura necropoli e tombe dei secoli scorsi. Noi abbiamo un patrimonio sconosciuto che sta uscendo fuori dal sottosuolo Per non parlare dei soffitti dei palazzi con affreschi del 400 e del 500, dice la Soprintendente. Zero archeologi, per così dire di supporto, per un territorio che ne richiederebbe molti. Come se al Mibact non conoscessero le esigenze di questi luoghi. Come se si facesse finta di dimenticarsi dei danni di questo terremoto.

Basterebbe questo deficit di attenzione per delineare quanto le politiche nazionali abbiano disatteso le promesse. Ma non cé solo questo. Bisogna aggiungere anche il sovrapporsi delle competenze, dettato dalle diverse indicazioni sul territorio che sono arrivate dal 2009 dal Governo centrale. Fatta eccezione per la basilica di Collemaggio per il resto lattuazione diretta dei lavori di ricostruzione fa capo a quella che era la stazione appaltante e che oggi è il Segretariato regionale. Il perimetro della mia Soprintendenza rimane comunque il più stravagante, essendo limitata ai Comuni del Cratere. Quando cè stato il terremoto del 2016 poi hanno deciso di istituire una Soprintendenza speciale che comprende zone del Lazio, Abruzzo, Marche e Umbria. Questo nuovo ufficio si sovrappone a volte, anche nelle competenze, racconta ancora la Soprintendente.

Un terremoto dopo laltro. Promesse che si aggiungono a promesse. Contando sul tempo che passa e diluisce i ricordi. Fanno tutti così. Dal Presidente della Repubblica al consigliere regionale. Arrivano, fanno una visita e poi ripartono. Oggi ad Arquata del Tronto, Pievetorina e Castelsangelo sul Nera, ieri a LAquila e centri limitrofi. Eppure si parla di borghi da ripopolare, di paesaggio da tutelare. Il dubbio che si tratti solo di parole si rafforza andandoci in quei luoghi, magari ripensando alle parole della Soprintendente Vittorini.

http://il_barone_rampante.blogautore.espresso.repubblica.it/2017/11/10/terremoti-e-beni-culturali-la-storia-infinita-de-laquila-dove-mancano-gli-archeologi/



news

20-05-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 20 maggio 2018

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

16-03-2018
Podcast episode 23: The death of Venice?

14-03-2018
SETTIS ed EMILIANI: Le ruspe su alcuni villini di Roma

20-02-2018
Documento del Coordinamento delle Società Storiche a proposito della libera riproduzione in archivi e biblioteche

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

09-02-2018
Lettera di API (Archeologi Pubblico Impiego) MiBACT al Ministro sulla Scuola del Patrimonio

23-01-2018
Museo Egizio, solidarietà dal Consiglio Superiore dei beni culturali

19-01-2018
La Dea di Morgantina in tournée? Una lettera dell'archeologo Malcolm Bell con una nota di Pier Giovanni Guzzo

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

Archivio news