LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Così Torre Guaceto rinasce con la storia "Qui reperti millenari"
CHIARA SPAGNOLO
09 novembre 2017 LA REPUBBLICA




Ireperti più antichi sono quelli dell'Età del Bronzo: resti di capanne, pavimentazioni, ceramiche, fortificazioni. Ma ci sono anche materiali di età tardo romana, la cinquecentesca torre di guardia, il carico di zavorra di un relitto e chissà quante altre testimonianze del passato non ancora venute alla luce.

Il tesoro archeologico di Torre Guaceto la riserva naturale a nord di Brindisi è stato solo parzialmente scoperto e presto sarà mappato nell'ambito delle attività concordate con il ministero dei Beni culturali. La grande area verde sarà percorsa metro dopo metro dagli esperti, coordinati dal responsabile archeologico Teodoro Scarano, che registreranno le caratteristiche fisiche di ogni appezzamento di terra, verificando la presenza di materiali archeologici in superficie, di strutture affioranti dal terreno o inglobate in edifici, di cavità naturali o artificiali, pozzi, tratturi, tombe. L'obiettivo spiega Scarano è realizzare una carta archeologica di tutta l'area protetta, che aiuti il Consorzio di gestione nella programmazione di eventuali interventi e nella razionalizzazione delle attività private e consenta forme alternative di turismo.

Per valorizzarlo al meglio, gli archeologi dell'associazione culturale VivArch e gli informatici del Cetma lavoreranno poi insieme, come hanno fatto anche nell'ambito del progetto Smart archaelogical landscape (e come avvenuto per Drawing Egnatia), che racconta la riserva tramite innovativi sistemi digitali. L'esperienza, che utilizza realtà virtuale e aumentata, per ora è possibile solo nell'OpenLab di archeologia del Centro visite grazie a tablet ma in futuro potrà essere effettuata anche nelle aree esterne. Capiterà ai visitatori di passeggiare sugli scogli del promontorio, laddove sono rimasti i segni delle "buche da palo" e, vedere, tramite lo smartphone, che in quel posto c'era una capanna. Oppure si potrà capire com'erano realizzati gli insediamenti sui due Scogli di Apani, un tempo attaccati alla costa, che rappresentano un vero e proprio deposito archeologico di reperti dell'Età del Bronzo, dice Scarano.

La storia di Torre Guaceto, del resto, si perde nei secoli, come mostrano anche i reperti del laboratorio di archeologia della riserva, attualmente visibili solo durante le visite in laboratorio ma che tra qualche anno potrebbero essere esposti in un piccolo museo. Perché a Torre Guaceto nonostante le difficoltà legate negli ultimi mesi a una serie di danneggiamenti e incendi si continua a guardare al futuro. Immaginando i modi per coniugare l'essenza di area dall'alto valore faunistico e ambientale, con il recupero e la valorizzazione dei tesori dei secoli passati. Le presenze archeologiche disseminate nella zona devono fare i conti con la necessità che gli scavi non impattino sull'ecosistema prosegue Scarano per questo stiamo seguendo varie strade, dalla mappatura a Smart archaeological landscape per capire meglio il passato e consentirne un racconto ai visitatori.

Un obiettivo più facilmente raggiungibile sulla costa, dove le aree abitate fin da 3.500 anni fa ricadono in zone demaniali, e un po' più complesso all'interno, dove esistono aziende, campi coltivati, abitazioni. E dove tante sono le segnalazioni di possibili tracce archeologiche, che devono essere verificate una per una. Ma non sempre riservano belle sorprese. Qualche anno fa, per esempio, i sub scesero in mare per verificare le segnalazioni effettuate negli anni 60 dagli archeologi del museo di Brindisi e trovarono solo parte dei reperti, che potrebbero essere stati spostati dalle onde o trafugati.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news