LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

"La scuola adotta un monumento" torna a Napoli e premia tre istituti
STELLA CERVASIO
08 novembre 2017 LA REPUBBLICA




UN'Italia giovane e unita in nome della cultura. Di quella cultura che a volte viene trascurata perché considerata "locale", ma che fa la storia di un paese, e che sicuramente tutti dovremmo conoscere meglio. Per esempio: chi sa che Palermo è la statua di un genius loci preromano che insieme con santa Rosalia protegge il capoluogo siciliano ed è raffigurato come un guerriero con la testa di un vecchio e con un serpente che gli morde il petto? Ce lo insegnano gli studenti dell'ultima edizione di "Le scuole adottano i monumenti della nostra Italia", indetto per il ventiquattresimo anno dalla Fondazione Napoli Novantanove.

Ieri la premiazione con la presidente Mirella Barracco, il consigliere della ministra all'Istruzione Fedeli, Marco Rossi-Doria, e il sottosegretario al Mibact Antimo Cesaro. Nel Teatrino di corte gremito, 386 studenti di 45 scuole italiane da Gorizia a Bagheria, con alcuni dei loro sindaci, assessori e i loro docenti e dirigenti hanno presentato i loro lavori, studi e video, per valorizzare e riportare in vita alla memoria 389 monumenti italiani. Per la prima volta da anni, la premiazione, invece che a Roma in Campidoglio, è stata riportata a Napoli, la città dove l'iniziativa è nata. E proprio a Napoli e in Campania sono state attribuite due medaglie d'oro e tre d'argento nel medagliere fatto di riconoscimenti consultabili sul web, che per l'edizione 2016-17 ha visto insigniti della medaglia stellata, d'oro e d'argento rispettivamente 7, 24 e 35 scuole. Napoli ha fatto incetta di premi: l'Itis da Vinci ha preso l'argento per aver adottato O Must, il museo del Tessile dell'ex opificio Mira di via Foggia inaugurato nel 2016, che include vecchie attrezzature di inizio secolo, quando fu istituita la scuola della lana, del cotone e della canapa e del disegno dei tessuti. L'Is Casanova di via San Sebastiano e via Foria ha invece ricevuto una medaglia d'oro per aver adottato lo stesso storico istituto dove ha avuto la sede originaria, con le sue officine da cui uscivano bronzisti, argentieri, legnaioli, armieri, meccanici, ebanisti, intagliatori, tipografi, costruttori di pianoforti, calzolai, legatori di libri, tornitori, orefici e meccanici orologiai.

E ancora, l'Ic 72esimo Palasciano ha adottato la Masseria Monteoliveto di Pianura, il liceo classico Carducci di Nola il Museo archeologico della città, mentre la scuola media Stabiae ha dedicato la sua riscoperta alla Cassa armonica della Villa comunale di Castellammare di Stabia, il terzo Circolo di Sarno ha adottato biblioteche e archivi e l'Is Cicerone di Sala Consilina si è guadagnata l'oro con la chiesa di Santa Veneranda di Caggiano (Salerno). Sono stati proiettati alcuni video che ricostruiscono i percorsi dei ragazzi e raccontano i monumenti (li trovate tutti sul sito http://www.lascuolaadottaunmonumento. it/). Voi siete la task force della scuola italiana, siete come i Monument's men che salvarono i beni culturali in tempo di guerra , ha detto Mirella Barracco. Questa è l'Italia che ci piace - ha aggiunto Marco Rossi-Doria - fate parte di un vero e proprio movimento che dura da anni e state sperimentando un metodo per capire un paese straordinario come l'Italia.



news

17-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news