LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ROMA-Da Mr. Gatsby a Perpetua, ecco i 7 tipi di viaggiatori italiani
Cinzia Conti
http://www.ansa.it/canale_viaggiart/it/notizie/speciali/2017/11/16/_a577defc-65c8-4025-83ce-739c8342

Ricerca Istituto Piepoli, mostre e musei principale motivazione


Dal viaggiatore "Una notte da leoni" (giovane, maschio e in cerca di divertimento e avventura) al "Mr. Gatsby" (over 55, maschio e attratto dalla comodità anche a un maggior prezzo). C'è il tipo "Mangia, Prega, Ama" (donna, over 55, vuol conoscere un posto attraverso le sue tradizioni anche culinarie) e quello "Sheldon" (perfezionista del viaggio, organizza tutto nel dettaglio già mesi prima). Infine ci sono i turisti "Sette anni in Tibet" (in viaggio per trovare se stessi), quelli "Perpetua" (che considerano le vacanze come un lusso e un bene secondario) e i poveri superstressati di "Scappo dalla città". Sceglie 7 film molto conosciuti per spiegare le tipologie di turisti italiani l'ultima ricerca di Istituto Piepoli-Confturismo Confcommercio "raccontata" durante l'evento Arte, Turismo e Territori: sviluppo, promozione e informazioni al tempo del web organizzata dall'ANSA per presentare il portale ANSA Viaggiart all'Istituto Centrale per la Grafica a Roma.

Secondo la ricerca la propensione al viaggio nei prossimi mesi rimane molto elevata specialmente per quanto riguarda le classi più giovani che dimostrano una maggiore dinamicità nel viaggiare e le viaggiatrici over 55.
La visita di musei, mostre e monumenti rimane la principale motivazione di viaggio per un italiano su due e non a caso le destinazioni italiane, forti del proprio patrimonio culturale, sono quelle preferite da quasi quattro italiani su cinque.

Quanto alle mete la Toscana è in cima alla preferenze, seguita dal Trentino Alto Adige, Piemonte, Lombardia e Lazio mentre per l'Europa, la Francia e la Spagna sono le mete più scelte per il prossimo trimestre. Dalla ricerca emerge che i più giovani hanno una propensione ad andare all'estero doppia rispetto alle altre classi di età.

Infine una curiosità: circa l'80% degli intervistati si dice molto oppure abbastanza interessato a trasformare gli aeroporti e le stazioni in vere e proprie "vetrine" culturali grazie a esposizioni temporanee di mostre dell'arte italiana.

Ecco le 7 tipologie di viaggiatori italiani:

UNA NOTTE DA LEONI - Prevalentemente maschi e under 35, in vacanza vivono l'avventura, ricercano il divertimento tra pub e discoteche e non disprezzano fare nuove conoscenze.
MR. GATSBY - Prevalentemente maschi e sopra i 55 anni, per loro la vacanza ideale e quella fatta di agi, sono disposti a spendere di più per avere un maggior servizio.
MANGIA, PREGA, AMA - Viaggiatrici over 55 anni, il cui scopo principale delle vacanze è visitare monumenti, musei e/o mostre ma sono interessate a conoscere anche le tradizioni culinarie.
SHELDON - Giovani, perfezionisti del viaggio, organizzano tutto nel minimo dettaglio mesi e mesi prima.
SETTE ANNI IN TIBET - Dai 35 anni in su, durante il viaggio non amano programmare ma vivono giorno per giorno.
PERPETUA - Selezionano bene le loro vacanze: la vacanza è considerata un lusso, un bene secondario.
SCAPPO DALLA CITTÀ - Le vacanze vengono desiderate o meglio sono considerate una necessità per potersi ricaricare.



news

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

13-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 settembre 2019

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news