LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ROMA-La Biblioteca di Archeologia e Storia dellarte:come si liquida una biblioteca pubblica
Comunicato congiunto CGIL e UIL MiBACT
http://emergenzacultura.org, 13/11/2017


Comunicato congiunto CGIL e UIL MiBACT

Una clausola dellart. 39 del disegno di legge di bilancio (n.2960) in discussione al Senato prevede che Il ministro dei beni culturali è autorizzato a trasformare in apposita fondazione di diritto privato la Biblioteca di Archeologia e Storia dellArte del Ministero dei beni culturali. La biblioteca ha già dovuto subire una incongrua riforma che lha sottratta al sistema delle biblioteche statali dipendenti dallapposita direzione e lha del tutto impropriamente inserita nel Polo Museale del Lazio, quasi fosse una mera biblioteca di servizio interno a un museo e non una storica e prestigiosa biblioteca statale di livello internazionale, la prima in Italia per questo settore disciplinare, avente sede da oltre un secolo nel Palazzo Venezia, cosa che fra laltro le ha anche sottratto la titolarità delle importanti risorse di cui fruiva per il suo funzionamento.

La nuova operazione configurata dalla predetta clausola appare del tutto incomprensibile nel contenuto e certamente del tutto controproducente sul piano della politica di fruizione pubblica dei beni culturali. Non si comprende infatti con quali risorse proprie la nuova fondazione potrebbe finanziare le attività di servizio istituzionali, dato che una biblioteca ordinariamente fruisce delle ben scarse risorse delle riproduzioni; in tali condizioni la Prefettura non potrà nemmeno riconoscerne la personalità giuridica, cosa che secondo il codice civile è possibile solo a condizione che il suo patrimonio si sufficiente a finanziarne tutte le attività istituzionali; in caso contrario la fondazione sarebbe un ente del tutto fittizio, improprio e contrario ai principi dellordinamento, cioè un ennesimo modo di far spendere risorse pubbliche a un ente privatizzato al difuori dei controlli ordinari vigenti per gli organi statali.

Anche sul piano della politica di fruizione dei beni culturali si deve registrare questa iniziativa di scorporo e privatizzazione di un importante istituto del Ministero anzitutto come un passo significativo verso la frammentazione e dismissione dellorganizzazione statale di fruizione assicurata dal Ministero sotto il profilo dellomogeneità normativa, gestionale e di livello di qualità del servizio pubblico su tutto il territorio.

Non ultima sarebbe la conseguenza dellespulsione del personale statale dalla fondazione privatizzata , che costituirebbe una ulteriore grave frammentazione della gestione del sistema bibliotecario e aprirebbe le porte a forme di precariato del tutto inaccettabili.

Si chiede pertanto di rivedere non solo questa misura del tutto impropria e controproducente, ma la stessa politica delle fruizione, che deve invece confermare il ruolo primario dello Stato nellassicurare in modo omogeneo su tutto il territorio anche dal punta di vista organizzativo le forme di fruizione e valorizzazione del patrimonio statale più adeguate alla necessaria tutela dei beni nel pieno effettivo rispetto dello spirito dellart. 9 della Costituzione.

13 Novembre 2017



news

17-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news