LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Borsa italiana a caccia di mecenati per restaurare opere d'arte
di BARBARA ARDU'
22 novembre 2017 la Repubblica



Consegnati ieri al Mibact i premi Institutional Art Awards. IntesaSanpaolo riconosciuta mecenate del XXI secolo per l'ampiezza e la qualità delle iniziative artistiche a livello mondiale. E anche il programma Rivelazioni di Piazza Affari rientra tra i premiati



ROMA - I mecenati del XXI secolo hanno il volto di banchieri, imprenditori illuminati, ma anche di istituzioni, come Borsa italiana, Poste e delle Fondazioni. Delle banche si sa, da sempre hanno finanziato il mondo dellarte. Ma certo lArt bonus, introdotto dal ministro della Cultura, Dario Franceschini, gli ha offerto una marcia in più. E ieri in molti sono stati insigniti con un premio prestigioso, lInstitutional Arts Awards, che valorizza e promuovere le eccellenze del mecenatismo aziendale. Una iniziativa cui hanno partecipato 80 aziende e 20 istituzioni, da 18 nazioni diverse e in 4 continenti. Un riconoscimento andato ai grandi finanziatori come IntesaSanpaolo, riconosciuta mecenate del XXI secolo per l'ampiezza e la qualità delle iniziative artistiche che non hanno eguali nel mondo.

C'è anche Fondazione Tim, Fca, Enel, Generali e Poste italiane, quest'ultima per i murales che hanno impreziosito 20 uffici postali in Italia. Premiato anche il Gruppo Hera per il waste art, oggetti artistici ricavati dai rifiuti e ora esposti in mostre itineranti in giro per il Paese. Debuttante al premio anche Borsa italiana, che con il progetto Rivelazioni, avvicina investitori e imprese ai musei, con una sorta di road show, in cui Borsa italiana fa da trait dunion. I nuovi mecenati sono stati ricevuti prima dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella e poi ospiti al Mibact dal ministro della Cultura Dario Franceschini, che ha ricordato come le detrazioni fiscali sulle donazioni abbiano reso possibile linterazione pubblico- privato.
Un percorso dal quale spero, vadano come vadano le elezioni, che non si torni indietro.

Ma cosa fa realmente Borsa Italiana per promuovere l'arte? Nel 2015 ha dato il via a uniniziativa di sistema dedicata proprio al mondo dellarte. E' un progetto di mecenatismo diffuso e di partnership tra privati e istituzioni culturali, che prevede un accordo con alcuni dei principali musei dItalia. L'obiettivo è il restauro di opere di pregio, spesso conservate nei depositi, magari tra muffe e umidità. Una volta restaurate vengono poi esposte nuovamente. Tornano non solo a respirare, ma a nutrire la cultura del territorio. A sceglierle sono i direttori dei musei che poi le propongono a Borsa italiana, che si assume il compito di promuoverle presso la comunità imprenditoriale e finanziaria, in modo da raccogliere le risorse destinate al restauro. Un meccanismo che prevede che ciascun mecenate adotti unopera che verrà poi rivelata nuovamente al pubblico. Come tirare fuori una foto dalla cassapanca della nonna, dove giaceva sbiadita da anni. Solo che i quadri in questione non sono ricordi di famiglia, ma opere che poi finiranno nei musei.

Rivelazioni è alla seconda edizione e altre sono in programma nei prossimi mesi: la prima s'è conclusa con successo con la Pinacoteca di Brera. La seconda è ancora in corso, con le Gallerie dellAccademia di Venezia, che hanno selezionato otto opere per il restauro. C'è anche un piccolo catalogo con le foto delle opere e l'entità della donazione richiesta, con offerte singole che vanno dai 5mila euro in su. Per tre di queste opere, tutti dipinti, Borsa Italiana ha già individuato i mecenati. Si tratta di Tecno srl, che ha finanziato il restauro di San Domenico che istituisce il Rosario, Save Spa, grazie alla cui donazione sarà recuperato Pitagora filosofo di Pietro Longhi e Lyxor ETF, che ha scelto il quadro della pittrice Giulia Lama Giuditta e Oloferne. I restauri delle tre opere inizieranno a breve e saranno conclusi nel 2018.

Una delle chiavi di successo delliniziativa è la valorizzazione. Non si tratta infatti solo di restaurare e conservare opere darte, ma anche di farle vivere, dando la possibilità alle aziende che le restaurano di organizzare attività che diano visibilità, valore e importanza al restauro. Farle appunto rivivere nei territori dove sono nate. Un debutto, quello della Borsa nell'arte, che dà anche un po' il senso dei tempi mutati.



news

12-01-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 12 GENNAIO 2018

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

Archivio news