LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Borsa italiana a caccia di mecenati per restaurare opere d'arte
di BARBARA ARDU'
22 novembre 2017 la Repubblica



Consegnati ieri al Mibact i premi Institutional Art Awards. IntesaSanpaolo riconosciuta mecenate del XXI secolo per l'ampiezza e la qualità delle iniziative artistiche a livello mondiale. E anche il programma Rivelazioni di Piazza Affari rientra tra i premiati



ROMA - I mecenati del XXI secolo hanno il volto di banchieri, imprenditori illuminati, ma anche di istituzioni, come Borsa italiana, Poste e delle Fondazioni. Delle banche si sa, da sempre hanno finanziato il mondo dellarte. Ma certo lArt bonus, introdotto dal ministro della Cultura, Dario Franceschini, gli ha offerto una marcia in più. E ieri in molti sono stati insigniti con un premio prestigioso, lInstitutional Arts Awards, che valorizza e promuovere le eccellenze del mecenatismo aziendale. Una iniziativa cui hanno partecipato 80 aziende e 20 istituzioni, da 18 nazioni diverse e in 4 continenti. Un riconoscimento andato ai grandi finanziatori come IntesaSanpaolo, riconosciuta mecenate del XXI secolo per l'ampiezza e la qualità delle iniziative artistiche che non hanno eguali nel mondo.

C'è anche Fondazione Tim, Fca, Enel, Generali e Poste italiane, quest'ultima per i murales che hanno impreziosito 20 uffici postali in Italia. Premiato anche il Gruppo Hera per il waste art, oggetti artistici ricavati dai rifiuti e ora esposti in mostre itineranti in giro per il Paese. Debuttante al premio anche Borsa italiana, che con il progetto Rivelazioni, avvicina investitori e imprese ai musei, con una sorta di road show, in cui Borsa italiana fa da trait dunion. I nuovi mecenati sono stati ricevuti prima dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella e poi ospiti al Mibact dal ministro della Cultura Dario Franceschini, che ha ricordato come le detrazioni fiscali sulle donazioni abbiano reso possibile linterazione pubblico- privato.
Un percorso dal quale spero, vadano come vadano le elezioni, che non si torni indietro.

Ma cosa fa realmente Borsa Italiana per promuovere l'arte? Nel 2015 ha dato il via a uniniziativa di sistema dedicata proprio al mondo dellarte. E' un progetto di mecenatismo diffuso e di partnership tra privati e istituzioni culturali, che prevede un accordo con alcuni dei principali musei dItalia. L'obiettivo è il restauro di opere di pregio, spesso conservate nei depositi, magari tra muffe e umidità. Una volta restaurate vengono poi esposte nuovamente. Tornano non solo a respirare, ma a nutrire la cultura del territorio. A sceglierle sono i direttori dei musei che poi le propongono a Borsa italiana, che si assume il compito di promuoverle presso la comunità imprenditoriale e finanziaria, in modo da raccogliere le risorse destinate al restauro. Un meccanismo che prevede che ciascun mecenate adotti unopera che verrà poi rivelata nuovamente al pubblico. Come tirare fuori una foto dalla cassapanca della nonna, dove giaceva sbiadita da anni. Solo che i quadri in questione non sono ricordi di famiglia, ma opere che poi finiranno nei musei.

Rivelazioni è alla seconda edizione e altre sono in programma nei prossimi mesi: la prima s'è conclusa con successo con la Pinacoteca di Brera. La seconda è ancora in corso, con le Gallerie dellAccademia di Venezia, che hanno selezionato otto opere per il restauro. C'è anche un piccolo catalogo con le foto delle opere e l'entità della donazione richiesta, con offerte singole che vanno dai 5mila euro in su. Per tre di queste opere, tutti dipinti, Borsa Italiana ha già individuato i mecenati. Si tratta di Tecno srl, che ha finanziato il restauro di San Domenico che istituisce il Rosario, Save Spa, grazie alla cui donazione sarà recuperato Pitagora filosofo di Pietro Longhi e Lyxor ETF, che ha scelto il quadro della pittrice Giulia Lama Giuditta e Oloferne. I restauri delle tre opere inizieranno a breve e saranno conclusi nel 2018.

Una delle chiavi di successo delliniziativa è la valorizzazione. Non si tratta infatti solo di restaurare e conservare opere darte, ma anche di farle vivere, dando la possibilità alle aziende che le restaurano di organizzare attività che diano visibilità, valore e importanza al restauro. Farle appunto rivivere nei territori dove sono nate. Un debutto, quello della Borsa nell'arte, che dà anche un po' il senso dei tempi mutati.



news

22-06-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 22 giugno 2018

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

16-03-2018
Podcast episode 23: The death of Venice?

14-03-2018
SETTIS ed EMILIANI: Le ruspe su alcuni villini di Roma

20-02-2018
Documento del Coordinamento delle Società Storiche a proposito della libera riproduzione in archivi e biblioteche

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

09-02-2018
Lettera di API (Archeologi Pubblico Impiego) MiBACT al Ministro sulla Scuola del Patrimonio

23-01-2018
Museo Egizio, solidarietà dal Consiglio Superiore dei beni culturali

19-01-2018
La Dea di Morgantina in tournée? Una lettera dell'archeologo Malcolm Bell con una nota di Pier Giovanni Guzzo

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

Archivio news