LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

VENEZIA - Grandi navi, il giallo dei documenti finali
di Alberto Vitucci
15 novembre 2017 LA NUOVA VENEZIA

VENEZIA Alla data odierna non risulta ancora individuata una soluzione al tema della sostenibilità del traffico crocieristico. La certezza che per avere un'alternativa alle grandi navi davanti a San Marco i tempi saranno molto lunghi viene proprio da quelle due righe, finora mai apparse nelle dichiarazioni post Comitatone. Lo scrive il ministero delle Infrastrutture al punto 12 del documento finale stilato al termine della riunione del Comitatone del 7 novembre. Aggiungendo: Il protrarsi del regime di incertezza rischia di compromettere la portualità del Porto di Venezia e di influenzare negativamente l'andamento degli altri porti legati agli itinerari adriatici. Dunque: È urgente individuare una soluzione che consenta di mantenere e sviluppare la crocieristica a Venezia ponendo tuttavia la dovuta attenzione alla tutela di un'area ad elevata sostenibilità ambientale e valenza storico-artistico-culturale. Ma la soluzione non c'è. Tanto che la seconda parte del documento finale si limita a prendere atto dell'individuazione da parte delle amministrazioni del percorso (...).Secondo il ministro Delrio si è trattato di una svolta storica. Navi a Marghera, via da San Marco in due anni. Ma i tempi si allungano. E le "anomalie" segnalate nella riunione del 7 novembre sono tante.La prima è che per la prima volta la riunione del Comitatone non si è svolta a Palazzo Chigi, ma nella sede del ministero delle Infrastrutture, a Porta Pia. La seconda che non vi hanno partecipato gli altri ministri, né la presidenza del Consiglio. Solo il titolare dei Beni culturali Enrico Franceschini ha fatto una breve comparsa. Ma se n'è andato dopo pochi minuti, dopo l'approvazione della ripartizione dei fondi della Legge speciale.Infine, la riunione si è conclusa con un documento che secondo alcuni non ha nemmeno valore di provvedimento. Non si è trattato di una delibera, né del consueto "Atto di indirizzo" che prescrive il da farsi alle amministrazioni locali e agli altri ministeri coinvolti nella salvaguardia. Una riunione che non è stata preceduta dalle tradizionali riunioni di Precomitatone, dove i tecnici e i dirigenti esaminavano le delibere prima dell'approvazione. Tanto che molti sono stati colti di sorpresa. Come il sindaco di Chioggia, Alessandro Ferro, che ha chiesto e ottenuto anche una sospensione della riunione, per recuperare i documenti che non erano stati messi nella cartella. Ordine del giorno scarno, con la divisione dei fondi e al secondo punto, il progetto per lo sviluppo della croceristica in laguna.Niente a che fare con il Comitatone e la salvaguardia della laguna, dicono adesso i Comitati. Anche le due scelte annunciate, con il passare dei giorni, sembrano sempre più parole d'ordine e non progetti definiti.Dopo la rinuncia allo scavo del Contorta e il ritiro dell'indicazione da parte del Porto (Nel 2014 era stata definita l'unica via alternativa praticabile) è stato abbandonato anche lo scavo delle Tresse. E adesso accantonato quello del Vittorio Emanuele, che dovrebbe condurre le navi "medio piccole" dalla bocca di porto di Malamocco all'attuale Marittima. Troppe sono le criticità da esaminare. E il progetto viene declassato a possibilità di adeguare il canale, previa Via e analisi dei rischi.Marghera resta l'orizzonte più probabile a lungo termine per le navi più grandi. Ma anche qui la dicitura è molto scarna e generica: Individuare gli accosti nella zona portuale di Marghera, canale Nord sponda Nord. Unica certezza resta l'ordinanza per far passare le navi a San Marco nel periodo transitorio. La sta mettendo a punto la Capitaneria sulla base di criteri diversi dalla stazza (sicurezza e filtri per gli inquinanti). Ma i tempi del "provvisorio" saranno molto lunghi.



news

12-01-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 12 GENNAIO 2018

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

Archivio news