LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ROMA-Iccrom: 135 Paesi riuniti per il recupero dei beni colpiti dai conflitti
Marco Guerra
http://it.radiovaticana.va/news/2017/11/29/impegno_iccrom_per_i_beni_culturali_distrutti_dai_conflit

Ricostruzione post conflitto, recupero e coinvolgimento delle comunità, è il tema della 30ma Assemblea Generale dellIccrom, Centro internazionale di studi per la conservazione ed il restauro dei beni culturali, che si è aperta oggi a Roma presso la sede della Fao e proseguirà fino a venerdì 1 dicembre. Le delegazioni dei 135 Stati membri dellIccrom si incontreranno per discutere e approvare gli orientamenti strategici e per rilanciare lIccrom come piattaforma di dialogo sugli approcci di ricostruzione delle città storiche distrutte e/o danneggiate.
Questa Assemblea Generale segna il 60mo anniversario delle attività dellIccrom, che nacque in seno allUnesco per studiare gli interventi di restauro e ricostruzione del patrimonio, soprattutto a seguito delle distruzioni della Seconda Guerra Mondiale. Più recentemente, nellottobre 2017, lUnesco e lIccrom hanno rafforzato la loro collaborazione con un nuovo accordo di cooperazione su alcune sfide specifiche, tra cui la distruzione di beni culturali a seguito di conflitti armati, la gestione del rischio causato da catastrofi, il traffico illecito di beni culturali e il patrimonio culturale immateriale.
Del recupero del patrimonio colpito dai conflitti come elemento indispensabile per i processi di pacificazione ha parlato ai nostri microfoni il direttore generale uscente dellIccrom Stefano De Caro: Significa spiegare che le guerre del passato fanno parte della storia, e noi abbiamo il compito in qualche modo di andare oltre ed usare quello che ci hanno lasciato, anche in termini di testimonianze materiali, per il dialogo e per costruire una nuova civiltà.
De Caro ha inoltre espresso il suo apprezzamento agli Stati membri per il continuo sostegno ai programmi di conservazione del patrimonio culturale. Una particolare menzione anche al contributo della Santa Sede: Sono lietissimo di dire che il Vaticano come Stato è ritornato allAssemblea come Observer. Infatti, il ruolo di entità come la Santa Sede, che hanno a che fare con il patrimonio religioso e con lidentità di tanti Paesi del mondo, è fondamentale nel dialogo tra le civiltà. E quindi è importantissimo che anche il patrimonio culturale faccia parte di questo discorso complesso. In una delle nostre sedi, Sharja la filiale dellIccrom negli Emirati Arabi cè la direttrice del Dipartimento dei musei degli Emirati di Sharja che ha accolto la mostra del patrimonio islamico conservato nei Musei Vaticani. Si immagini un museo islamico che accoglie il patrimonio islamico conservato dai cristiani, dai cattolici: è un passo eccezionale! E noi vorremmo vedere tanti di questi passi in tutto il mondo.



news

12-01-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 12 GENNAIO 2018

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

Archivio news