LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

FIRENZE-Il Ministero risparmia. La Biblioteca Laurenziana chiude
Manlio Lilli
http://il_barone_rampante.blogautore.espresso.repubblica.it/2017/12/01/firenze-il-ministero-risparmi

La notizia circolava da mesi tra gli studiosi, ma ora é ufficiale, come scrive Antonio Carioti sul'edizione cartacea del Corriere della Sera del 1 dicembre. La Biblioteca Laurenziana di Firenze rischia di essere off limits. A rischio la sala per gli studiosi. Il motivo? Semplicissimo! Il Ministero per i Beni e le Attività culturali non versa l'affitto di 50mila euro alla Curia fiorentina proprietaria degli spazi della Basilica di San Lorenzo.
Che non si tratti di una biblioteca qualsiasi lo attestano i circa 11mila manoscritti conservati e la loro specificità. Non solo quelli contenenti le opere di Tacito, Plinio, Eschilo, Sofocle, e Quintiliano, il Virgilio corretto nel 494 da Turcio Rufio Aproniano Asterio, ma anche il più antico testimone del Corpus Iuris Civilis di Giustiniano, copiato poco tempo dopo la sua promulgazione. Ancora, una delle tre raccolte complete dei Dialoghi platonici in carta bona, donata da Cosimo il Vecchio a Marsilio Ficino perchè la traducesse, il codice Squarcialupi, unica fonte della musica profana fra Trecento e Quattrocento, alcuni autografi di Petrarca e Boccaccio, le Storie del Guicciardini con interventi dellautore e la biografia, autografa, di Benvenuto Cellini. In aggiunta una raccolta di circa 2500 papiri, risultato delle campagne di scavo italiane in terra dEgitto. Insomma un patrimonio documentario pressocchè unico, che dovrebbe costituire vanto per l'Italia, oltre che essere una palestra insostituibile per schiere di studiosi non solo di casa nostra.
La circostanza che il Ministero abbia tagliato la somma stanziata a questo scopo lascia interdetti. Tanto più in quanto la situazione di incertezza va avanti dall'inizio dell'anno. Così, se finora la sala studio non è stata chiusa é solo grazie alla sensibilità ecclesistaica. Il mancato pagamento motivato dai tagli alla spesa pubblica per gli affitti. Così si dice. Anzi, così si diceva. Già, perché sembra che al Ministero abbiano cambiato idea. Sto seguendo il caso in prima persona e lunedì incontrerò a Roma la direttrice Rao per esaminarne tutti gli aspetti. Ma posso assicurare che la sala studi resterà di pertinenza della Laurenziana, ha detto Nicola Macrì, direttore generale per le biblioteche e gli istituti culturali.
Chiedersi come sia possibile tagliare sulla Biblioteca Laurenziana e più in generale sulla voce biblioteche é naturale. Naturale per chi non riesce a capire quale sia davvero il discrimine per decidere cosa sia superfluo, cosa sia necessario. Naturale per chi continua a pensare che ci siano luoghi della cultura che non é possibile dismettere. Ai quali non é possibile rinunciare.
Purtroppo negli anni scorsi il patrimonio bibliotecario é stato trascurato, ma oggi c'é una sensibilità nuova da parte del ministro Dario Franceschini, si è affrettato a sostenere il presidente del Consiglio superiore dei Beni culturali. Visto quel che accade non solo alla Laurenziana ma anche in diverse altre importanti biblioteche italiane, credergli sarebbe un atto di fede. Ingiustificato oltre che inutile.



news

17-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news