LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Luisa Papotti "No a un archistar per il futuro delle Molinette"
Marina Paglieri
03 dicembre 2017 LA REPUBBLICA




Le Molinette rappresentano un tema importante non solo per l'area, ma per l'intera città. Per questo è fondamentale parlarne dentro l'Università: perché ci vogliono esperienze di grande respiro, non basta l'archistar.

La soprintendente Luisa Papotti entra nel dibattito sul futuro dell'ospedale, a dieci anni dal taglio del nastro per il nuovo Parco della salute. È questo il primo ambito di discussione sulle trasformazioni di Torino intrapreso dal Dipartimento di Architettura e Design del Politecnico, attraverso il laboratorio di progetto con gli studenti coordinato dal professor Giovanni Durbiano.

Un'iniziativa portata avanti con Repubblica Torino, che avrà un primo momento di confronto pubblico mercoledì prossimo dalle 17.30 al Castello del Valentino, per poi aprirsi nei prossimo mesi ad altri argomenti.

Soprintendente, che cosa rappresentano le Molinette per Torino?

Sono il cardine, assieme al Lingotto, dell'espansione verso sud ovest, al di fuori della cinta daziaria. Ogni allargamento della città ha avuto il suo ospedale: quello di Castellamonte verso il Po ha portato il San Giovanni Vecchio, a fine Settecento sono nati verso nord il San Luigi Gonzaga di Talucchi, ora Archivio di Stato, e il "Manicomio" di via Giulio. Proprio durante le fasi di ampliamento il settore pubblico veniva in aiuto, sopperendo alle carenze delle zone meno edificate con la costruzione degli ospedali, oltre tutto di grande qualità.

Sono tali anche le Molinette?

Non sono da meno degli altri, nate da un progetto modernista e

Luisa Papotti, laureata in Architettura al Politecnico di Torino, è la soprintendente alle Belle arti e al Paesaggio per il Comune e la Provincia. Interviene sullo studio per un futuro delle Molinette degli studenti del Dipartimento di Architettura e Design del Politecnico post eclettico firmato dagli ingegneri Eugenio Mollino, padre di Carlo, e Michele Bongioanni e ispirato alle città giardino del nord Europa. Vedo con favore il lavoro fatto con gli studenti del Dipartimento, cercando di immaginare con largo anticipo quali possibilità ci saranno per l'area, tenendo conto però di un fatto.

Quale?

Le Molinette, in quanto complesso con oltre settant'anni di età, sono tutelate dalla Soprintendenza: ma per noi hanno valore le parti storiche, con i diciannove grandi padiglioni legati da corridoi su due livelli e le testimonianze di scienza medica, come alcune aule. Per il resto saremo di manica più larga e si potrà intervenire.

Alcune visioni sono già state espresse: dalla creazione di una zona verde al carcere, dalla continuità con la funzione sanitaria al nuovo tipo di residenze. Lei per che cosa opta?

Guardi, è importante non perdere il link con il nuovo Parco della salute, che starà tra l'altro nello stesso quadrante, di cui fanno parte anche il Lingotto e Italia '61, quest'ultimo un altro punto interrogativo. Per il resto, di tutte le proposte fatte, la più calzante da un punto di vista della resa economica, ma anche quella che mi piace meno, è il carcere.

E per quanto riguarda le ipotesi di residenze?

Lo studio ha previsto residenze di tipo collettivo. Una società che invecchia come la nostra ha bisogno di strutture attrezzate, secondo modelli già affermati all'estero: ovvero micro unità con spazi comuni accoglienti per anziani, ma anche per studenti. È un'ipotesi interessante anche perché ci sarebbe una continuità con l'asse fluviale, dove esiste già una serie di grandi spazi, che potrebbero essere usati come strutture ricettive, anche per il turismo. Non mi dispiacerebbe nemmeno l'idea del parco che entra nella struttura e si collega con il fiume, ancora secondo il tema della città giardino inglese.

Che cosa consiglierebbe in questa fase della ricerca?

Consiglierei di rendere istituzionale questo tavolo promosso da Repubblica, facendo partecipare anche i cittadini residenti. E di rafforzare i possibili link con il Parco della salute.





news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news