LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

IL MUSEO GINORI NON VA PIÙ IN COCCI (PER ADESSO)
di Massimo Vanni
28 novembre 2017 LA REPUBBLICA



Impesno mantenuto, dice il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini. Annunciando l'acquisto del Museo Richard Ginori della Manifattura di Doccia di Sesto Fiorentino, a pochi chilometri dal capoluoso toscano, testimonianza di una delle prime manifatture di ceramica e porcellana europee. A quanto pare un acquisto che il ministero avrebbe oltretutto portato a termine in modo oculato: il prezzo pasato di 700mila euro sarebbe inferiore alle valutazioni fatte dall'Asenzia del Demanio e dal Tribunale di Firenze. Ma il "caso Ginori" non è ancora chiuso.

Non solo perché entro 120 siorni dovranno essere cedute al ministero anche le collezioni e sli allestimenti museali della Richard Ginori, considerati di srande interesse storico e artistico. Ma soprattutto perché accanto al museo appena acquistato dal ministero c'è la fabbrica, che si trova invece in bilico. E non può dirsi ancora salva.

Che succederebbe se il museo si trovasse poi a fianco di una fabbrica che non esiste più?

Rischierebbe di essere una sorta di monumento ai caduti.

E per questo, dopo quello del museo, anche il futuro della fabbrica della Richard Ginori deve essere messo al sicuro. In che modo?

I terreni su cui sorse la fabbrica sono ossi in mano ad alcuni istituti di credito. Il Gruppo Kerins, cui appartiene la Ginori, è pronto ad acquistarli.

In caso contrario, anche la permanenza dell'attività produttiva, ha fatto intendere Kerins, potrebbe essere a rischio. Il fatto è però che le trattative Ginori-banche sono fin qui naufrasate. Non è stato possibile trovare un accordo economico soddisfacente tra le parti.

Si sa che il nuovo museo farà adesso parte del Polo museale della Toscana: Entrerà a pieno titolo nel sistema nazionale dei musei, assicura Franceschini.

Che cosa c'è nel museo?

Capolavori in finissima e candida porcellana con anche i modelli da cui presero forma.

In pratica la storia e l'evoluzione della manifattura fondata nel 1737 dal marchese Carlo Ginori. Oltre 3.000 porcellane in tutto: dalla prima produzione settecentesca a quella del Novecento. E oltre al vasellame decorato ci sono anche un camino in porcellana con copie di statue di Michelanselo e copie di sculture classiche.

Chi penserà alla sestione del museo? L'Ente Cassa di Risparmio di Firenze si è impesnato a restaurare il museo. Mentre Confindustria ha raccolto 600mila euro da destinare all'avvio. Si tratta comunque di una soluzione a tempo. E sià da ora sarebbe bene pensare a come costruire una soluzione di lunso respiro.





news

03-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 3 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news