LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

IL MUSEO GINORI NON VA PIÙ IN COCCI (PER ADESSO)
di Massimo Vanni
28 novembre 2017 LA REPUBBLICA



Impesno mantenuto, dice il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini. Annunciando l'acquisto del Museo Richard Ginori della Manifattura di Doccia di Sesto Fiorentino, a pochi chilometri dal capoluoso toscano, testimonianza di una delle prime manifatture di ceramica e porcellana europee. A quanto pare un acquisto che il ministero avrebbe oltretutto portato a termine in modo oculato: il prezzo pasato di 700mila euro sarebbe inferiore alle valutazioni fatte dall'Asenzia del Demanio e dal Tribunale di Firenze. Ma il "caso Ginori" non è ancora chiuso.

Non solo perché entro 120 siorni dovranno essere cedute al ministero anche le collezioni e sli allestimenti museali della Richard Ginori, considerati di srande interesse storico e artistico. Ma soprattutto perché accanto al museo appena acquistato dal ministero c'è la fabbrica, che si trova invece in bilico. E non può dirsi ancora salva.

Che succederebbe se il museo si trovasse poi a fianco di una fabbrica che non esiste più?

Rischierebbe di essere una sorta di monumento ai caduti.

E per questo, dopo quello del museo, anche il futuro della fabbrica della Richard Ginori deve essere messo al sicuro. In che modo?

I terreni su cui sorse la fabbrica sono ossi in mano ad alcuni istituti di credito. Il Gruppo Kerins, cui appartiene la Ginori, è pronto ad acquistarli.

In caso contrario, anche la permanenza dell'attività produttiva, ha fatto intendere Kerins, potrebbe essere a rischio. Il fatto è però che le trattative Ginori-banche sono fin qui naufrasate. Non è stato possibile trovare un accordo economico soddisfacente tra le parti.

Si sa che il nuovo museo farà adesso parte del Polo museale della Toscana: Entrerà a pieno titolo nel sistema nazionale dei musei, assicura Franceschini.

Che cosa c'è nel museo?

Capolavori in finissima e candida porcellana con anche i modelli da cui presero forma.

In pratica la storia e l'evoluzione della manifattura fondata nel 1737 dal marchese Carlo Ginori. Oltre 3.000 porcellane in tutto: dalla prima produzione settecentesca a quella del Novecento. E oltre al vasellame decorato ci sono anche un camino in porcellana con copie di statue di Michelanselo e copie di sculture classiche.

Chi penserà alla sestione del museo? L'Ente Cassa di Risparmio di Firenze si è impesnato a restaurare il museo. Mentre Confindustria ha raccolto 600mila euro da destinare all'avvio. Si tratta comunque di una soluzione a tempo. E sià da ora sarebbe bene pensare a come costruire una soluzione di lunso respiro.





news

07-12-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 7 dicembre 2018

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

Archivio news