LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Le case a un euro rilanciano i borghi Da Mussomeli a Gangi è boom di investimenti
Isabella Di Bartolo
24 novembre 2017 la repubblica



Imprese di Toscana e Basilicata realizzano alberghi diffusi mentre il mercato immobiliare torna a crescere

Una società di Firenze sta realizzando un albergo diffuso nel centro storico di Gangi, un'altra di Potenza ne sta mettendo in piedi uno da 41 stanze a Mussomeli.

Le case cedute a un euro dai Comuni fanno gola a molti: aziende, emigrati, turisti ripopolano i centri storici dei vecchi borghi siciliani. Sempre più amministrazioni vendono case a prezzi simbolici per non far diventare le loro cittadine paesi fantasma. Con molti successi e qualche flop. Come quello di Vittorio Sgarbi che da sindaco di Salemi aveva annunciato il maxi piano per far arrivare nel Trapanese gente da tutto il mondo. Risultato: neanche un passaggio di proprietà.

Basta vedere i volti degli olandesi che da ieri riempiono le vie di Mussomeli, nel Nisseno, per capire che lì l'operazione sta invece ottenendo successo. Il sindaco Giuseppe Catania sembra quasi non crederci: Abbiamo ricevuto 60mila richieste di informazioni dopo un reportage di una tv belga sulla nostra comunità.

Così sono state già vendute 60 abitazioni abbandonate a turisti provenienti da Bruxelles. L'esperimento è partito un anno fa. Abbiamo messo insieme, per tre giorni, esperti del settore, soprintendenza e istituzioni finanziare per trovare un modo per far rivivere il nostro centro storico , dice soddisfatto il sindaco Catania.

Il comune capofila è stato Gangi che ha avviato il progetto nel 2008, fungendo da intermediario tra i proprietari e gli investitori. Delle 100 abitazioni vendute va orgoglioso il vicesindaco e ideatore delle case a un euro, Giuseppe Ferrarello: Ha funzionato perché questa iniziativa fa parte di un piano molto più ampio. Abbiamo dato ai privati un motivo per investire in questo territorio e tanti altri per non pentirsene, con una serie di interventi pubblici di miglioramento delle infrastrutture .

Nel borgo delle Madonie una società ha acquistato 12 edifici per realizzare un albergo diffuso, molti gangitani hanno investito nel loro paese d'origine e non si contano i turisti israeliani, americani e francesi che hanno messo piede sulle Madonie. Le abitazioni vendute a un euro hanno rilanciato il mercato immobiliare: c'è chi spende tra i 2000 e i 5000 euro per acquisire le vecchie case. Le maestranze locale si leccano i baffi e segnano nella loro agenda appuntamenti dopo appuntamenti: restaurare una casa a Gangi costa 1000 euro a metro quadrato.

A Salemi, l'allora sindaco Vittorio Sgarbi aveva annunciato l'operazione, ma nessun passaggio di proprietà è andato in porto. Il perché lo sintetizza l'attuale primo cittadino Domenico Venuti: Il progetto prevedeva la cessione degli immobili al patrimonio del comune, ma poi non potevano essere venduti a un euro perché si sarebbe verificato un danno erariale. E inoltre, erano edifici in mezzo al nulla che avevano bisogno di spese altissime per la ristrutturazione . Adesso il Comune sta riqualificando un quartiere, prima di ritentare l'iniziativa.

Punta alla rinascita del borgo anche Ferla, nella zona montana del Siracusano, dove il sindaco Michelangelo Giansiracusa sta completando la ricognizione delle case in abbandono per poterle mettere in vendita a prezzo simbolico. Non a un euro dice il sindaco ma a meno di 2.000 euro per evitare intoppi burocratici a causa di un possibile danno erariale. Siamo già a buon punto, tre compravendite sono già avvenute . Bruno Mollo, australiano di origini campane, ha ristrutturato un'abitazione medievale trasformandola in residenza estiva. Anche Hans Gretter, tedesco globetrotter, che trascorre qui le ferie, come un'emigrata in Australia che appena può scappa a Ferla. Stesso progetto a Buccheri, nel Siracusano, a Regalbuto, nel Catanese, e a Termini Imerese, nel Palermitano, dove ancora si è alle prime fasi dell'operazione. Non hanno molta voglia di diventare fantasma, i borghi siciliani.






news

12-01-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 12 GENNAIO 2018

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

Archivio news