LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Effetto S.Croce la sinagoga pronta a chiudere per rischio di crolli
Maria Cristina Carratù
05 dicembre 2017 LA REPUBBLICA



Un drone ha rivelato la situazione all'interno della cupola. Funaro: "Servono 20mila euro entro il 20 dicembre"

Allarme crolli al Tempio ebraico di via Farini, che rischia di dover chiudere al pubblico parte dell'aula centrale se non troverà subito i soldi per i restauri. Già due anni fa si erano staccati alcuni pezzi di legno delle 16 roste (le grate in legno che decorano le monofore delle cupola) e del rosone centrale dello splendido edificio in stile orientaleggiante inaugurato nel 1882, cuore pulsante della Comunità ebraica fiorentina. Ma una ben peggiore diagnosi è quella appena effettuata all'interno della cupola dal drone inviato a monitorarne da vicino, a 35 metri di altezza, lo stato di salute. Altri pezzi di legno sono a rischio caduta e anche il cornicione alla base della cupola ha bisogno di interventi immediati, da finire entro gennaio e di cui abbiamo già chiesto un'autorizzazione urgente alla sovrintendenza , spiega l'architetto Renzo Funaro, presidente dell'Opera del Tempio ebraico di Firenze, che domenica scorsa ha convocato in tutta fretta gli iscritti all'Opera ( di cui fanno parte anche architetti ed esperti di restauro) e l'intera Comunità, presente il rabbino Amedeo Spagnoletto, per mostrare il video con le immagini del drone. E lanciato l'sos: Servono 20 mila euro entro il 20 dicembre per partire, ed altri 30 per completare i lavori, ha avvertito, l'alternativa è chiudere una parte del Tempio per evitare il distacco di altri pezzi e non mettere a rischio l'incolumità di frequentatori e turisti . Eventualità, purtroppo, tutt'altro che remota, visto il precedente Santa Croce, dove lo scorso ottobre un turista è morto colpito da un pezzo di pietra caduto da 30 metri, e che, nota Funaro, ci ha appunto spinto, per il sopralluogo di quest'anno, a utilizzare il drone. Il fatto è che la Comunità di via Farini, da sola, non può sostenere la spesa, pure più contenuta rispetto all'ipotesi iniziale di un restauro con ponteggi a 70 mila euro, che avrebbe obbligato oltretutto ad una chiusura del tempio per tutto il ( lungo) periodo dei lavori. Molto meno costoso sarebbe invece il ricorso agli acrobati' dei monumenti, come quelli già attivi sulla Cupola del Duomo, che nel giro di una settimana dieci giorni sarebbero in grado di smontare gli infissi e il rosone, portarli al laboratorio di restauro, e poi rimontarli nel giro di un'altra settimana poco più. Il Tempio, in questo modo, verrebbe chiuso soltanto nelle brevi fasi di smontaggio e rimontaggio, restando attivo anche nell'intervallo fra le due. Anche se ridotta, però, la spesa resta al di fuori della portata della Comunità , spiega Funaro, che ha già scritto alla Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze e a varie fondazioni americane, che in passato hanno già dato una mano ma i cui tempi di erogazione sono molto lunghi. Da qui l'appello lanciato sia alla stessa Comunità, che alla città nel suo insieme, privati, imprese, enti pubblici, perché ci aiutino come possono e il prima possibile.






news

29-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 29 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news