LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Reggia di Caserta, cade un pino e si abbatte sul giardino inglese
18 dicembre 2017 LA REPUBBLICA




Paura dopo il crollo del soffitto I custodi hanno dato l'allarme L'area è stata chiusa ai turisti Il cedimento è stato causato dalle piogge dei giorni scorsi

Un pino di grosse dimensioni è caduto nel parco della Reggia di Caserta, nella parte alta del giardino inglese. Fortunatamente quella zona ieri è stata chiusa alle 14 e non c'erano turisti. La caduta potrebbe essere avvenuta in conseguenza delle piogge abbondanti dei giorni scorsi. Sono stati gli stessi custodi a dare l'allarme. Proprio domenica scorsa è crollato un pezzo di intonaco dal soffitto nella sala delle Dame di compagnia, mentre i turisti visitavano il sito borbonico.

Sono stato informato poco dopo le 16 spiega il funzionario responsabile del parco, Vincenzo Carbone Probabilmente è caduto dopo le 14, perché mi hanno avvisato i custodi del secondo turno. Il giardino ha 200 anni e come per tutti gli esseri viventi - aggiunge qualche albero si può perdere per strada. I pini hanno le radici superficiali. In presenza di nubifragi forti si indebolisce il terreno e perdono aderenza, avendo le chiome molto alte. È tutto una questione di pesi. Per fortuna non ha provocato danni alle persone. Quella, peraltro, è una zona poco frequentata, perché i turisti tendono ad andare nella parte bassa del giardino inglese. In ogni caso abbiamo disposto immediatamente che la ditta di manutenzione rimuova l'albero dalla strada e metta in sicurezza tutta la zona a partire dalle 9. Per i 23 ettari di parco la Reggia di Caserta non dispone di un agronomo convenzionato, difficile capire quindi se altri alberi potrebbero creare pericolo per i visitatori. L'ultima indagine sulla salute del parco è stata fatta tre anni fa. Ma come si fa a capire se un albero è malato? Si parte da un'indagine visiva spiega il responsabile del Parco Vincenzo Carbone poi si fanno le prove di trazione e l'endoscopia, che è un sistema elettronico capace di radiografare dall'interno dell'albero le masse vive e quelle morte. Se la massa morta supera un certo livello, si procede all'abbattimento. Però, secondo la mia esperienza, si può passare a tappeto il parco anche con dieci agronomi e non succede niente e poi subito dopo può cadere un albero.

Intanto anche il Comune di Caserta ha ordinato alla direzione della Reggia di Caserta di pulire i confini lungo tutto il perimetro in cui gli alberi fuoriescono allungando i rami nella parte abitata della città. Sì conferma Carbone - abbiamo avuto la diffida del Comune. Dobbiamo entro 15 giorni mettere in sicurezza i confini del parco e giardino inglese. Ci sono dei rami che vanno sulla strada e non sempre sono alla distanza giusta dal confine. La diffida scade il 27 dicembre, ma noi abbiamo le gare di appalto tra il 28 e il 29 dicembre. Solo dopo si potrà risolvere il problema.




news

12-01-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 12 GENNAIO 2018

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

Archivio news