LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

L'incarico beffa ai restauratori senza scalpello
Antonio Fraschilla
07 dicembre 2017 LA REPUBBLICA



La Regione Siciliana non li ha assunti diciassette anni fa, quando per avere dei restauratori da far lavorare per la cura dell'immenso patrimonio archeologico e culturale aveva bandito un costoso concorso. Lo farà adesso, diciassette anni dopo, quando ormai nell'organigramma nemmeno esiste più la qualifica di restauratore. E non solo in organico inserirà persone vicine alle pensione, ma per giunta dovrà pagare un bel risarcimento versando gli stipendi arretrati. Una storia paradossale di mala burocrazia, carte bollate e processi che costerà alle già disastrate casse della Regione autonoma una spesa inutile di almeno quattro milioni di euro solo per i risarcimenti. Questa vicenda inizia nel marzo del 2000, quando l'allora governo del diessino Angelo Capodicasa bandisce una serie di concorsi per i beni culturali, il tutto alla vigilia delle elezioni per il rinnovo dell'Assemblea regionale. Nella terra che vanta il record di disoccupazione dal Dopoguerra a oggi, partecipano alle selezioni quasi in 100mila.

Tra i concorsi banditi c'era anche quello per 97 posti di "tecnico del restauro". Nel 2001 nasce il primo governo Cuffaro e i concorsi vengono però messi da parte. Ma tra ricorsi e contro ricorsi dei vincitori della selezione per i restauratori, alla fine la Regione nel 2011, undici anni dopo, è costretta dai giudici a pubblicare una graduatoria definitiva. Le assunzioni però non scattano.

Due vincitori iniziano una seconda battaglia legale per essere chiamati in servizio e a loro si aggiungono altri quarantasei. Dopo sentenze e appelli, alla fine la Regione è stata costretta adesso a chiamare al lavoro i primi restauratori, che nel frattempo avevano intrapreso anche altre strade lavorative. Gloria Bonanno, ad esempio, è diventata dipendente dell'esercito con la qualifica di esperto conservatore, ha lavorato in Svizzera e per la Regione Friuli Venezia Giulia, ha progettato il restauro del materiale librario della biblioteca di palazzo Arsenale a Torino. Ma dopo anni di battaglie finalmente sono stata assunta in Regione, dice. A lei il giudice ha riconosciuto arretrati dal 2010 a oggi per circa 160mila euro lordi. La prossima settimana si attende l'appello degli altri 46 vincitori del concorso e l'esito sembra scontato. Anche per loro arriverà l'assunzione e il risarcimento per gli anni arretrati. Ma dove saranno inquadrati adesso? In Regione non c'è più la qualifica di restauratore. Così dovrebbero andare ad un ente collegato, il Centro per il restauro, che in cassa però non ha un euro per fare alcun progetto in materia.

Un altro paradosso nella Regione autonoma di Sicilia.




news

12-01-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 12 GENNAIO 2018

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

Archivio news