LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Finora l'iniziativa era lasciata agli sviluppatori con avventure ambientate sui colli toscani o fra i canali di Venezia
18 dicembre 2017 LA REPUBBLICA



ROMA

Se il museo ti è piaciuto, proponilo per un videogioco.

Dopo l'iniziativa del museo archeologico di Napoli di produrre un videogame nel quale le sue collezioni hanno un ruolo fondamentale, il passo avanti nella collaborazione tra i gestori del patrimonio culturale italiano e una delle industrie più redditizie al mondo è dare la parola ai visitatori di luoghi d'arte e musei.

Si chiama "Loading Italy" il progetto per coinvolgere cittadini e turisti nella proposta di siti che potrebbero trasformarsi in scenari di nuovi videogiochi. A lanciarlo è Ivipro (Italian videogame program), associazione privata orientata alla valorizzazione del patrimonio culturale, costola dell'Associazione editori sviluppatori videogiochi italiani.

Tra le prime regioni ad aderire, creando sui propri portali museali i link per mandare le segnalazioni, ci sono Umbria e Friuli Venezia Giulia. Chi indicherà il museo o il sito che vorrebbe vedere in un videogioco, spiegando perché, riceverà ingressi omaggio a musei o luoghi di cultura della regione prescelta.

Il gioco, è il caso di dirlo, vale la pena, soprattutto se si considera che gli appassionati dei videogiochi non sono soltanto, o non più, adolescenti, ma adulti sulla quarantina con un buon livello culturale. L'industria italiana del videogioco, secondo i dati di Aesvi del 2016, stima un giro di affari di circa 40 milioni di euro, con chiare indicazioni di un interessante fermento creativo.

Lo scorso anno, gli italiani hanno speso in videogiochi oltre un miliardo di euro, e gli appassionati sono circa 25 milioni. È un fenomeno che, secondo gli operatori della cultura, è stato fino a oggi sottostimato e al quale il ministro dei Beni e delle attività culturali, Dario Franceschini, vuole dare impulso perché considera i videogiochi un'arte a tutti gli effetti.

Il connubio tra videogiochi e musei non è una novità assoluta, poiché nei luoghi della cultura la didattica digitale era già utilizzata come supporto per le spiegazioni, ma nell'ultimo anno il videogioco e il suo specifico aspetto ludico sono stati usati sempre più per far avvicinare non soltanto i giovanissimi e promuovere le collezioni.

Il caso del Museo archeologico di Napoli fa scuola, perché è stata l'istituzione a prendere un'iniziativa che finora era degli sviluppatori. Uno dei videogame più giocati al mondo, Assassin's Creed, vede infatti il suo protagonista Ezio Auditore rifugiarsi a Monteriggioni, borgo vicino a Siena diventato per questo meta di pellegrinaggio dei giocatori. Gears of War è ambientato su un pianeta alieno, ma i suoi sviluppatori hanno girato l'Italia del Nord per cercare ambientazioni, che hanno poi trovato in Palmanova, in Friuli, e sulle Dolomiti trentine. Andrea Dresseno, responsabile del progetto Ivipro, spiega il ritorno che da queste citazioni ha il nostro patrimonio culturale: È quanto accade da tempo per i luoghi in cui sono girati film di successo e non a caso le nostre prime collaborazioni sono state con le film commission. Ora, con i musei vogliamo coinvolgere i visitatori nella tutela e promozione del patrimonio culturale.




news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news