LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

DUE CARRARE. Ma lo shopping center sarà sostenibile
di Cristiano Cadoni
23 dicembre 2017 IL MATTINO DI PADOVA



La Deda non arretra di fronte al vincolo della Soprintendenza. E anzi rilancia: Pronti a presentare le osservazioni



La Deda non arretra di un passo e si dice sicura di poter dimostrare la compatibilità del suo progetto di centro commerciale con unarea pregiata come quella ai piedi dei Colli. Dopo ventiquattro ore di riflessione, di fronte al testo diffuso dalla Soprintendenza, la società di Rodolfo Cetera si riallinea alle posizioni già espresse dopo la risposta data dal ministero alle interrogazioni della deputata Pd Narduolo. Sono passati solo due mesi, in fondo, e la situazione non è cambiata: la Soprintendenza non ha in mano il nuovo progetto di centro commerciale - fa notare la Deda - e il vincolo con il quale intende difendere il Catajo difficilmente diventerà uno stop totale a qualsiasi tipo di intervento. Prendiamo atto delliniziativa della Soprintendenza e presenteremo le nostre osservazioni, scrive in una nota la società. Si apre adesso una fase di confronto che consentirà certamente di dimostrare e anche migliorare la compatibilità e sostenibilità dell'intervento, che ad oggi non è mai stato oggetto di specifica valutazione.

Con una punta di polemica, la Deda sottolinea che la compatibilità e sostenibilità dellintervento da ultimo proposto risulta evidente in relazione a soluzioni progettuali precedentemente approvate, che non avevano comportato alcun rilievo in ordine alla edificazione di fabbricati sullarea, già oggetto di valido e efficace permesso di costruire e di conseguente avvio dei lavori. In sostanza fa notare come nessuno abbia avuto niente da ridire di fronte allipotesi di costruire cubi di cemento o capannoni, mentre ora si sollevano dubbi sulla compatibilità ambientale di un progetto che invece contiene tanti accorgimenti per ridurre limpatto. Perciò il vincolo, secondo Deda, si configura come una misura cautelativa di carattere provvisorio, in attesa di una corretta e adeguata conformazione del vincolo alle esigenze di tutela del bene che il vincolo medesimo si prefigge di garantire, cioè il Catajo. È evidente, conclude la società, che lesigenza di tutela che si propone la Soprintendenza deve essere contemperata con lassetto già acquisito e consolidato delle aree interessate, la cui vocazione edificatoria
non può essere aprioristicamente modificata senza che ne possano derivare conseguenze risarcitorie. Difenderemo quindi con vigore un progetto che non solo salvaguardia le direttrici visuali e prospettiche dal Catajo, ma contribuisce ad un significativo miglioramento del territorio



news

25-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news