LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

DUE CARRARE. Ma lo shopping center sarà sostenibile
di Cristiano Cadoni
23 dicembre 2017 IL MATTINO DI PADOVA



La Deda non arretra di fronte al vincolo della Soprintendenza. E anzi rilancia: Pronti a presentare le osservazioni



La Deda non arretra di un passo e si dice sicura di poter dimostrare la compatibilità del suo progetto di centro commerciale con unarea pregiata come quella ai piedi dei Colli. Dopo ventiquattro ore di riflessione, di fronte al testo diffuso dalla Soprintendenza, la società di Rodolfo Cetera si riallinea alle posizioni già espresse dopo la risposta data dal ministero alle interrogazioni della deputata Pd Narduolo. Sono passati solo due mesi, in fondo, e la situazione non è cambiata: la Soprintendenza non ha in mano il nuovo progetto di centro commerciale - fa notare la Deda - e il vincolo con il quale intende difendere il Catajo difficilmente diventerà uno stop totale a qualsiasi tipo di intervento. Prendiamo atto delliniziativa della Soprintendenza e presenteremo le nostre osservazioni, scrive in una nota la società. Si apre adesso una fase di confronto che consentirà certamente di dimostrare e anche migliorare la compatibilità e sostenibilità dell'intervento, che ad oggi non è mai stato oggetto di specifica valutazione.

Con una punta di polemica, la Deda sottolinea che la compatibilità e sostenibilità dellintervento da ultimo proposto risulta evidente in relazione a soluzioni progettuali precedentemente approvate, che non avevano comportato alcun rilievo in ordine alla edificazione di fabbricati sullarea, già oggetto di valido e efficace permesso di costruire e di conseguente avvio dei lavori. In sostanza fa notare come nessuno abbia avuto niente da ridire di fronte allipotesi di costruire cubi di cemento o capannoni, mentre ora si sollevano dubbi sulla compatibilità ambientale di un progetto che invece contiene tanti accorgimenti per ridurre limpatto. Perciò il vincolo, secondo Deda, si configura come una misura cautelativa di carattere provvisorio, in attesa di una corretta e adeguata conformazione del vincolo alle esigenze di tutela del bene che il vincolo medesimo si prefigge di garantire, cioè il Catajo. È evidente, conclude la società, che lesigenza di tutela che si propone la Soprintendenza deve essere contemperata con lassetto già acquisito e consolidato delle aree interessate, la cui vocazione edificatoria
non può essere aprioristicamente modificata senza che ne possano derivare conseguenze risarcitorie. Difenderemo quindi con vigore un progetto che non solo salvaguardia le direttrici visuali e prospettiche dal Catajo, ma contribuisce ad un significativo miglioramento del territorio



news

12-01-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 12 GENNAIO 2018

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

Archivio news