LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Il dio Nettuno benedice Bologna 110mila euro per la manutenzione
Paola Naldi
23 dicembre 2017 LA REPUBBLICA




Il sindaco: "Bentornato Gigante. Ventisei anni fa non si pensò alle cure che gli erano dovute.

Ma da oggi si cambia"

La voce allegra della fontana del Nettuno da ieri mattina risuona nuovamente in piazza Re Enzo. Liberato dai ponteggi, il dio del mare del Giambologna ha ripreso possesso del suo piccolo mondo di delfini, putti e sirene, tra l'acqua che nuovamente zampilla nella vasca di pietra e marmo, ora bianchissima. Bentornato Gigante! , lo ha salutato il sindaco Virginio Merola in una cerimonia che ha coinvolto la città. Una vera e propria festa della " bolognesità", tra il comico Giorgio Comaschi che ha tagliato il nastro, le note di " Caro amico ti scrivo" di Lucio Dalla che hanno fatto da colonna sonora e la distribuzione di crescentine e raviole offerte dall'Ascom.

Ci sono voluti un anno e mezzo di lavori di restauro e circa un milione di euro (550mila dei quali arrivati da una sottoscrizione del Resto del Carlino) per rimettere in sesto i 53 metri quadrati delle superficie bronzee, la struttura disegnata da Tommaso Laureti e l'impianto idraulico. Un risultato straordinario raggiunto grazie a un lavoro di squadra, coordinato da un comitato scientifico che fu costituito per l'occasione nel 2015 da Comune, Università, Soprintendenza, Scuola superiore del restauro di Roma e Istituzione Bologna Musei: da allora attorno al Gigante hanno lavorato più di 150 persone, compresi 30 ricercatori provenienti da cinque dipartimenti dell'Università, 31 allievi della Scuola di restauro e otto studenti dell'Alma Mater.

Sul basamento della Fontana del Nettuno c'è una scritta: "Fori ornamento, populi commodo, aere publico" ha ricordato Merola - Significa che il monumento fu costruito con denaro pubblico e che era a disposizione del popolo il quale lo ha utilizzato come vasca per lavare i panni o le verdure. Evidentemente era nel destino del Gigante diventare fin da subito uno di famiglia . E proprio perché è uno di famiglia, ora il Nettuno dovrà essere oggetto di attenzioni continue da parte dell'amministrazione, secondo un piano di conservazione programmata stilato dall'Istituto superiore per il Restauro che effettuerà i primi controlli già dalla prossima primavera. Ventisei anni fa nessuno aveva pensato che occorresse una manutenzione - ammette il primo cittadino - Oggi l'abbiamo prevista, grazie a 110mila euro messi a disposizione da Unindustria . Ora manca solo la nuova illuminazione, progettata da Mario Nanni, che sarà realizzata in tempi brevi.



news

29-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 29 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news