LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Il dio Nettuno benedice Bologna 110mila euro per la manutenzione
Paola Naldi
23 dicembre 2017 LA REPUBBLICA




Il sindaco: "Bentornato Gigante. Ventisei anni fa non si pensò alle cure che gli erano dovute.

Ma da oggi si cambia"

La voce allegra della fontana del Nettuno da ieri mattina risuona nuovamente in piazza Re Enzo. Liberato dai ponteggi, il dio del mare del Giambologna ha ripreso possesso del suo piccolo mondo di delfini, putti e sirene, tra l'acqua che nuovamente zampilla nella vasca di pietra e marmo, ora bianchissima. Bentornato Gigante! , lo ha salutato il sindaco Virginio Merola in una cerimonia che ha coinvolto la città. Una vera e propria festa della " bolognesità", tra il comico Giorgio Comaschi che ha tagliato il nastro, le note di " Caro amico ti scrivo" di Lucio Dalla che hanno fatto da colonna sonora e la distribuzione di crescentine e raviole offerte dall'Ascom.

Ci sono voluti un anno e mezzo di lavori di restauro e circa un milione di euro (550mila dei quali arrivati da una sottoscrizione del Resto del Carlino) per rimettere in sesto i 53 metri quadrati delle superficie bronzee, la struttura disegnata da Tommaso Laureti e l'impianto idraulico. Un risultato straordinario raggiunto grazie a un lavoro di squadra, coordinato da un comitato scientifico che fu costituito per l'occasione nel 2015 da Comune, Università, Soprintendenza, Scuola superiore del restauro di Roma e Istituzione Bologna Musei: da allora attorno al Gigante hanno lavorato più di 150 persone, compresi 30 ricercatori provenienti da cinque dipartimenti dell'Università, 31 allievi della Scuola di restauro e otto studenti dell'Alma Mater.

Sul basamento della Fontana del Nettuno c'è una scritta: "Fori ornamento, populi commodo, aere publico" ha ricordato Merola - Significa che il monumento fu costruito con denaro pubblico e che era a disposizione del popolo il quale lo ha utilizzato come vasca per lavare i panni o le verdure. Evidentemente era nel destino del Gigante diventare fin da subito uno di famiglia . E proprio perché è uno di famiglia, ora il Nettuno dovrà essere oggetto di attenzioni continue da parte dell'amministrazione, secondo un piano di conservazione programmata stilato dall'Istituto superiore per il Restauro che effettuerà i primi controlli già dalla prossima primavera. Ventisei anni fa nessuno aveva pensato che occorresse una manutenzione - ammette il primo cittadino - Oggi l'abbiamo prevista, grazie a 110mila euro messi a disposizione da Unindustria . Ora manca solo la nuova illuminazione, progettata da Mario Nanni, che sarà realizzata in tempi brevi.



news

12-01-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 12 GENNAIO 2018

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

Archivio news